“Ley Habilitante”, la proposta del presidente infuoca la polemica

CARACAS – La proposta del presidente della Repubblica, che ha chiesto al Parlamento poteri speciali per legislare nell’ambito della lotta alla corruzione, ha destato malessere e sospetti in seno alle fine dell’Opposizione.

– Con tutta responsabilità affermo che i rappresentanti del partito di Governo in Parlamento pretendono concedere poteri speciali al presidente Maduro violando la Costituzione – ha denunciato Henrique Capriles Radonski che ha precisato:

– La “Ley Habilitante”, che concede al presidente della Repubblica poteri speciali per legislare su determinate materie, solo si approva con il voto favorevole di tre quinti dei parlamentari, di tutti i parlamentari.  E non con il voto dei tre quinti dei Parlamentari presenti. Quindi, con 99 voti.

La proposta del presidente Maduro, che ha trasformato la lotta alla corruzione un suo leit-motive al punto da chiedere poteri speciali per legislare sulla materia, ha riacceso la polemica tra “chavistas” e Oposizione.

Mentre i deputati del Psuv, e dei partiti alleati, assicurano che il capo dello Stato avrà presto i poteri chiesti al Parlamento, i membri dell’Opposizione, presenti nell’Assemblea Nazionale, confortati dalla matematica, sostengono che solo attraverso brogli, o interpretazioni erronee dei regolamenti e della Costituzione, il Psuv potrà soddisfare il desiderio del capo dello Stato.