Gli Italiani e New Orleans: una storia da raccontare di Umberto Mucci

Pubblicato il 22 agosto 2013 da redazione

Umberto Mucci (We The Italians) intervista Frank Maselli, presidente dell’American Italian Museum di New Orleans. Racconta la storia degli italiani che emigrarono quando ancora l’Italia non esisteva come nazione.

NEW ORLEANS.- New Orleans fu la prima grande città americana ad accogliere un grande numero di emigrati italiani, ancora prima che questi partissero da un territorio che si potesse ufficialmente chiamare Italia, ovvero prima dell’unificazione del 1861. Le storie di quegli emigrati non contemplano il passaggio per Ellis Island, non si sviluppano nella Little Italy di Manhattan: alcune di esse sono se possibile ancora più tragiche, in alcune parti. Spesso gli italiani prendevano il lavoro degli schiavi afroamericani che venivano liberati, e molti venivano pesantemente discriminati. Due esempi aiutano a capire il clima.

Nel 1891, 250 italiani furono arrestati con l’accusa di aver ucciso il capo della polizia di New Orleans. Undici di loro furono processati e assolti, ma una folla di circa 20.000 nativi del luogo che non accettavano la sentenza assaltò il carcere nel quale essi erano ancora detenuti, e dopo averli presi in consegna li uccise brutalmente, alcuni per impiccagione: è stato per molto tempo il più grave linciaggio della storia degli Stati Uniti. I rapporti diplomatici tra Italia e USA furono in bilico per qualche tempo, fino a quando il Governo americano non si scusò ufficialmente e ordinò un risarcimento per le famiglie delle vittime.

Ultima ora

08:12Obama ‘fiero di Hillary, pronta a essere presidente’

(ANSA) - WASHINGTON, 28 SET - "Non potrei essere piu' orgoglioso di Hillary Clinton. La sua visione e la sua padronanza durante il dibattito mostrano che e' pronta per essere il nostro prossimo presidente": lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

08:09Brasile: Lula pubblica foto e frase Renzi su Twitter

(ANSA) - SAN PAOLO, 28 SET - L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, incriminato per corruzione nell'inchiesta Lava Jato, la Mani pulite brasiliana, ha pubblicato una foto assieme al presidente del Consiglio Matteo Renzi sul proprio profilo Twitter. La foto e' accompagnata da una frase di Renzi in sostengo all'ex presidente-operaio brasiliano: ''Molte persone sono uscite dalla poverta' con il governo Lula. La storia sara' gentile con lui''. Parole pronunciate da Renzi durante un'intervista rilasciata prima di un incontro con la comunita' italiana a San Paolo, a margine della sua visita in Brasile per le Olimpiadi di Rio.

08:03Usa 2016: Howard Dean twitta,’Trump usa coca?’ ed è virale

(ANSA) - WASHINGTON, 27 SET - Nello scambio di battute feroci di ieri notte, non solo tra Hillary Clinton e Donald Trump al loro primo dibattito, ma anche tra i loro stessi sostenitori con i social media come piattaforma di elezione, spicca il tweet dell'ex senatore democratico del Vermont, nonché ex candidato per la Casa Bianca Howard Dean che durante il duello in diretta tv ha scritto: "Notate Trump che tira su' con il naso tutto il tempo. Userà coca?". Il cinguettio contribuisce ad alimentare un coro che impazza sul web e con apposita hashtag #TrumpSniffle. Il candidato repubblicano ha in effetti ripetutamente tentato di tirare su con il naso durante il dibattito, successivamente Trump ha attribuito il rumore percepito dal pubblico al microfono difettoso.

05:48Israele, morto l’ex presidente Shimon Peres

(ANSA) - TEL AVIV, 28 SET - E' morto a 93 anni l'ex presidente israeliano Shimon Peres. La morte dello statista premio Nobel per la pace nel 1994 e' stata riferita dalla radio militare, che ha interrotto la normale programmazione. L'emittente ha precisato che di prima mattina i medici dell'ospedale Tel Ha-Shomer di Tel Aviv terranno una conferenza stampa. Peres era stato colpito due settimane fa da un ictus che lo aveva costretto al ricovero in ospedale. Dopo le prime cure i medici avevano parlato di una condizione critica ma stabile. Ieri d'improvviso il peggioramento delle condizioni di salute, seguite dall'arrivo in ospedale dei familiari e stanotte dalla morte.

00:26Calcio: Higuain ‘vorrei che Dybala mi giocasse più vicino’

(ANSA) - ROMA, 27 SET - "Volevamo fare una partita con un grande atteggiamento e lo abbiamo fatto''. Parola dell'attaccante della Juventus Gonzalo Higuain dopo la vittoria della sua squadra a Zagabria: ''Siamo sulla strada giusta, ma dobbiamo continuare così, a cominciare da Empoli. Io mi sento molto bene: siamo ancora all'inizio, sono arrivato da poco, ma mi sto trovando benissimo e miglioro di giorno in giorno assieme ai compagni. Non siamo ancora al massimo, ma stiamo vincendo e questo è quello che conta. Sono molto felice di essere qui, con questa squadra e in questa società. Se ci manca qualcosa a livello offensivo? Siamo giocatori nuovi - aggiunge l'ex Napoli - e ci vuole il tempo di capire quali sono i movimenti giusti: con il tempo miglioreremo, ci alleniamo a uscire in pressing portandoci dietro la difesa, in modo da recuperare più palloni nella metà campo avversaria. Vorrei che Dybala mi giocasse più vicino, ma sono scelte sue: a volte le circostanze della partita ti portano a fare dei movimenti particolari".

00:04Calcio: Totti 40 anni, anche Spalletti a festa compleanno

(ANSA) - ROMA, 27 SET - Aveva anticipato che non sarebbe mancato e così è stato. Luciano Spalletti è arrivato al Castello di Tor Crescenza dove è in corso il party per i 40 anni di Francesco Totti. Il tecnico della Roma, accompagnato dal figlio, prima di entrare ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti: "Francesco rappresenta tantissimo per tutti quelli che gli hanno fatto gli auguri e soprattutto è da stimolo per molti che fanno questo sport. Fa dei numeri impossibili e ha creato questa nuova strada e nuova vita per chiunque fa sport". L'allenatore toscano è stato preceduto dai compagni di squadra del capitano giallorosso, e da numerosi altri invitati, tra cui il presidente del Coni, Giovanni Malagò. "Auguro a Francesco di essere una persona serena nei prossimi anni. Sono legato a lui da una grande amicizia, ma Totti nel suo stile ha voluto che si facessero solo donazioni per beneficenza e niente regali. Totti ha un grande significato per il calcio italiano" le parole del massimo dirigente sportivo italiano.

00:02Calcio: Ranieri vittoria e auguri a Totti’altri 40 in campo’

(ANSA) - ROMA, 27 SET - Vittoria in Champions contro il Porto, quasi a voler vendicare la sua Roma eliminata dai portoghesi nei preliminari, e gli auguri fatti con il cuore a Francesco Totti. In una bella serata nell'Europa che conta per il suo Leicester, l'ex tecnico giallorosso Claudio Ranieri non si dimentica abbracciare a distanza il capitano romanista nel giorno del suo quarantesimo compleanno: ''è una persona stupenda - afferma ai microfoni di Sky - altri 40 anni in campo. Auguri Francesco''.

Archivio Ultima ora