VENEZUELA. Il Carabobo ferma la corsa del Caracas di Saragò

CARACAS – Il Caracas targato Eduardo Saragò ha subito il primo ko nel Torneo Apertura 2013. Come si preannunciava, la sfida dell’Olimpico tra capitolini e Carabobo non ha deluso le aspettative. I granata hanno ottenuto un’importante vittoria esterna per 4-3 in un match in cui i protagonisti sono stati due ex di turno: Emilio ‘Venado’ Renteria e Cristian Novoa.
‘El venado’ ha segnato una doppietta (min. 8 e 55) mentre Novoa è stato l’autore del 3-4 per il Carabobo, questa è la seconda vittoria in tre turni disputati per la squadra allenata da Johnny Ferreira.

“Il Carabobo ha vinto meritatamente, e noi la partita l’abbiamo persa nelle due occasioni che abbiamo avuto per ribaltare il risultato. Poi appena abbiano segnato il momentaneo vantaggio siamo stati subito raggiunti” ha spiegato Saragò a fine gara.
Da segnalere che l’ultima sconfitta interna dei ‘rojos del Ávila’ contro il Carabobo risale al 2006.
Nell’altro match clou della giornata il Zamora ha superato 2-0 il Deportivo Lara, per i campioni in carica sono andati a segno

Juan Falcón (20’) e Jhon Murillo (34’). Da segnalare gli incidenti nel post partita tra le due tifoserie che hanno prodotto diversi danni nel recinto sportivo.

Uno dei risultati a sorpresa in questa terza giornata è stato l’1-1 del Deportivo Petare in casa del Deportivo Táchira. Gli ‘aurinegros’ erano passati in vantaggio con César González al 57’, poi a 10’ minuti dal termine ci ha pensato Wuiswell Isea a zittire Pueblo Nuevo.

Vittoria al cardiopalma (3-2) per il Deportivo Anzoátegui contro i neo promossi Tucanes; a decidere la gara è stato un gol di Rolando Escobar a quattro minuti dal fischio finale.

Completano il quadro della terza giornata: Aragua-Trujillanos 1-1 (giocata sabato), Atlético El Vigía-Atlético Venezuela 0-2, Yaracuyanos-Estudiantes 0-1 e Zulia-Llaneros 3-3.

La gara tra Deportivo La Guaira e Mineros è stata rinviata per gli impegni in Copa Suramericana della squadra dello stato Guayana.

Fioravante De Simone