Legge Tremaglia, Renata Bueno: “Un modello da esportare”

ROMA – “Apprendo con piacere che sta crescendo sempre più l’interesse intorno alla legge italiana che legittima il diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’estero, diventando un vero modello da esportare negli altri paesi del mondo”. Lo ha affermato in un suo intervento al Forum Internazionale dei Migranti di Londra (svoltosi al 23 al 25 agosto) Renata Bueno, deputata italo-brasiliana eletta alla Camera “proprio grazie alla legge fortemente voluta nel 2001 dall’allora ministro degli Italiani nel Mondo Mirko Tremaglia, nota come Legge Tremaglia”.

L’on. Bueno -eletta nella circoscrizione America Meridionale per l’Usei e iscritta al Gruppo Misto-Maie – è stata invitata al Forum proprio per portare la sua esperienza di parlamentare eletta dai cittadini italiani residenti in America Latina e per discutere insieme ad altri autorevoli esponnenti della politica brasiliana e di altre nazionalità della legge italiana come anche di quelle portoghese e francese.

“L’immigrazione non è un fatto remoto che appartiene al passato – ha continuato la deputata – ma in questa fase storica sta iniziando un nuovo ciclo economico-culturale che sta portando all’intensificazione dei flussi migratori e alla necessità di applicare un nuovo modello di transnazionalismo politico. Sono fiera di poter rappresentare gli italiani che vivono all’estero e ritengo importante – ha concluso Renata Bueno – che le tante comunità italiane e non presenti nel mondo possano fare sentire la loro voce affinché i loro diritti vengano degnamente sostenuti”.

Condividi: