Sindacalisti ‘rubano’ per bambini bisognosi

MADRID. – Per aiutare i bambini bisognosi le cui famiglie hanno difficoltà a comprare la libri e cancelleria, il sindacato andaluso dei lavoratori (SAT) ha “rubato” in un supermercato materiale scolastico (quaderni, zaini, matite, penne, pastelli) che saranno consegnati agli scolari poveri. Il valore della merce, portata via da circa 200 tra dirigenti e iscritti al sindacato, è di circa duemila euro. A guidare la “spesa proletaria” messa in atto a Dos Hermanas (Sevilla) c’era il leader del SAT, Juan Manuel Sánchez Gordillo, protagonista di analoghe iniziative per prelevare cibo da destinare a organizzazioni non governative (ONG). Quando la polizia è arrivata sul posto i sindacalisti – che avevano riempito i bagagliai di una dozzina di auto – erano già andati via e non è stato eseguito alcun arresto. Il sindacato ha ricordato che l’Andalusia, ritenuta la regione più povera della Spagna (35,8% di disoccupati), su una popolazione complessiva di due milioni di abitanti ha 400 mila persone indigenti che non ricevono alcun aiuto e che il governo ha tagliato alla scuola pubblica tre miliardi per contenere il deficit.