Antimissili e truppe a nord, Israele è pronto

Pubblicato il 31 agosto 2013 da redazione

TEL AVIV. – Israele segue gli sviluppi della situazione legati al possibile attacco Usa alla Siria. Lo fa, nel giorno del riposo sabbatico, con l’eco delle parole pronunciate i questi giorni da tutti i suoi leader: non siamo coinvolti nella guerra civile al di là del confine, ma se cercheranno di colpirci ”risponderemo a piena forza”, per usare la sintesi del presidente dello Stato Shimon Peres. Non a caso anche ieri, come in tutti questi giorni, il primo ministro Benyamin Netanyahu ha ricordato che ”Tsahal (le forze armate israeliane) è più forte che mai”. ”Conto su di voi. Sono certo – ha aggiunto assieme al ministro della Difesa Moshe Yaalon, in un incontro con i più alti gradi delle Forze armate – che saprete compiere ogni missione che vi affideremo”. Del resto, Israele sembra aver già disposto sul campo il suo deterrente difensivo e continua a farlo anche in queste ore, rafforzando le forze sul fronte nord, più vicino alla Siria e al Libano. E’ stato completato in tutto il paese il dispiegamento del sistema antimissili Iron Dome. Compresa l’area metropolitana di Tel Aviv – città simbolo, oggetto ripetuto delle minacce di ritorsione non solo da parte della Siria – dove è’ entrata in funzione una batteria di Iron Dome rivolta a nord e non più a sud come avvenne nella crisi con Gaza dello scorso novembre. A queste si aggiungono le altre difese, sempre attive, costituite dai Patriot e dagli Arrow 3. Inoltre, c’è stato il richiamo di un numero limitato (circa mille) di riservisti destinati per lo più ad alcuni reparti specializzati delle forze armate: tra questi, ”apparati vitali” nell’aviazione, nel Fronte del Comando interno e nell’Intelligence dell’esercito. Tuttavia – come è’ stata detto da un’alta fonte militare nei giorni passati – la probabiltà di un attacco ad Israele, conseguenza dell’intervento Usa, è ritenuta ”bassa”. Netanyahu – e con lui l’esercito – ha battuto costantemente nelle passate giornate su un duplice messaggio rivolto agli israeliani e al mondo circostante: il paese non si lascia intimidire, ”è pronto ad ogni scenario” e rispondera’ ”con forza” nel caso qualcuno volesse colpirlo. Al tempo stesso – a fronte alla corsa, in qualche caso affannosa, a procurarsi le maschere antigas da parte della gente – il premier ha detto al suo popolo che non ”c’è bisogno di cambiare la propria routine”. E nelle strade e sulle spiagge di Tel Aviv – in queste ore di festa – la sensazione sembra proprio quella: magari a casa sono a portata di mano le protezioni contro attacchi chimici, ma la vita corre come tutti i giorni. Nè sono stati aperti i rifugi, come accadde nella guerra con Gaza con l’arrivo dei missili dalla Striscia. Se la vita scorre eguale, questo non significa però che la crisi siriana sia un problema remoto: la televisione commerciale Canale 2 ad esempio ha annullato un programma previsto oggi nel tardo pomeriggio e ha preannunciato un telegiornale straordinario della durata di due ore, tra le 19 e le 21. Forse non tutti condividono la necessità di un attacco ora alla Siria: per il generale della riserva Yoav Galant l’intervento potrebbe rivelarsi più dannoso che utile. Meglio sarebbe aspettare, in modo da costruire nel frattempo il dopo Assad, anche per impedire che gli arsenali chimici cadano, con il presidente indebolito da un colpo senza ko, in mano degli estremisti.

(Massimo Lomonaco/ANSA)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora