Primo via libera ai raid. Ma strada ancora lunga

Pubblicato il 04 settembre 2013 da redazione

WASHINGTON. – Primo via libera ai raid di Obama, che in extremis incassa anche l’appoggio di John McCain. Al termine di una lunga giornata piena di tensione, con continui colpi di scena, la Commissione Esteri del Senato approva l’intervento armato, seppure con appena 10 si, 7 no e un astenuto. La partita si sposta quindi la settimana prossima, nell’aula del Senato, con un voto che conta sul serio. E qui i favorevoli dell’azione militare devono superare quota 60 favorevoli per scongiurare il rischio di ostruzionismo. Poi tutto si giocherà alla Camera, a maggioranza repubblicana. Insomma, una buona notizia per Obama che dalla Svezia s’era detto di nuovo fiducioso sulle decisioni di Capitol Hill, anche se certamente è ancora molto presto per cantare vittoria. Per adesso la Casa Bianca incassa il fatto importante che l’intesa bipartisan abbia retto alla prova del primo voto. E dire che per tutto il giorno si sono susseguiti i distinguo. Persino John McCain , a un certo punto, ha annunciato il suo voto contrario. Anche Rupert Murdoch, nella inedita veste di cronista parlamentare, su twitter riferiva che Capitol Hill era inondata da un numero record di telefonate contro la guerra ad Assad. Poi, durante una lunghissima seduta, al termine di una discussione senza esclusione di colpi, l’anziano ex candidato alla Casa Bianca è riuscito a far passare un paio di suoi emendamenti che hanno ‘indurito’ il testo. In particolare, è riuscito a inserire il passaggio secondo cui gli Stati Uniti, con questo raid, ”puntano a cambiare le dinamiche sul campo di battaglia in Siria”. Solo a quel punto ha votato sì. Detto questo, la risoluzione approvata ha mantenuto i due capisaldi della bozza bipartisan siglata in precedenza, e cioè un intervento ”a tempo” della durata massima di 90 giorni e mai nessun soldato Usa sul suolo americano. Ora, in attesa che il Senato segua l’indicazione della Commissione, il vero incubo di Obama è il voto della Camera, dove i democratici sono in minoranza. Qui, come segnala Politico.com, ci sono tanti ‘peones’ conservatori che prima di votare ascolteranno le proprie ‘constituency’, i propri elettori più che i propri leader. E non si tratta di una piccola truppa. Persino Kevin McCarthy, il ‘whipper’, colui che ha il compito di ‘frustare’ il gruppo Gop a votare compatto, non ha ancora deciso. E secondo le prime stime, circa l’80% dei repubblicani alla Camera è contrario all’attacco. Non a caso, il sito del Washington Post ha cominciato a pubblicare una sorta di pallottoliere per tenere aggiornata ora dopo ora la conta dei favorevoli, dei contrari e degli indecisi tra i 535 parlamentari che siedono a Capitol Hill. E al momento i numeri di questo ‘toto voto’ sono impressionanti: al Senato 20 a favore, 5 contro, 15 vicini al no e ben 60, la maggioranza, ancora indecisi. Numeri simili alla Camera: 17 sì, 46 no, 84 vicini al no, e 98 ancora indecisi.

Ultima ora

23:49Ladro ucciso: archiviata l’accusa di omicidio

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Il gip di Milano Teresa De Pascale, come chiesto dalla Procura, ha archiviato l'inchiesta che era stata aperta per omicidio volontario a carico di Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d'Adda, nel Milanese, che nell'ottobre del 2015 sparò ed uccise un ladro albanese che era entrato nella sua abitazione. Ad opporsi alla richiesta di archiviazione, formulata dai pm a fine maggio 2016 evidenziando la "legittima difesa", erano stati i familiari del giovane albanese chiedendo al gip nuovi approfondimenti.

22:50Bimbo di due mesi trovato morto in culla dai genitori

(ANSA) - CAGLIARI, 11 DIC - Era in culla e non respirava più. Così un padre e una madre, lui 39 anni lei 33, di Sant'Antioco, nel Sulcis, hanno trovato il corpo senza vita del figlioletto di soli due mesi. La tragedia, su cui stanno indagando i carabinieri, è avvenuta in una abitazione di via Matteotti, alle 18.30, orario in cui i genitori del piccolo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i medici del 118 che hanno solo potuto constatare il decesso. In via Matteotti sono poi arrivati i militari della Stazione che hanno raccolto le prime testimonianze. Dai primi accertamenti, non sarebbero stati riscontrati segni di violenza sul corpicino: si tende ad escludere l'azione di terzi. Il magistrato di turno ha comunque disposto il trasferimento della salma del piccolo al Policlinico di Monserrato dove sarà eseguita l'autopsia.

21:59Argentina: milioni di pesos falsi contro la corruzione

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - In occasione della Giornata nazionale contro la corruzione, i cittadini di San Salvador de Jujuy, città dell'Argentina nordoccidentale, hanno trovato per strada una montagna di denaro falso pari a 716 milioni di pesos argentini (circa 35 milioni di euro). L'iniziativa è stata realizzata dall'ufficio provinciale anticorruzione per informare i cittadini sugli effetti negativi della corruzione. L'ufficio ha voluto realizzare, in occasione del 9 novembre in Argentina, una riproduzione in scala di tutto il denaro che non si è potuto utilizzare per la costruzione di oltre 2.200 alloggi popolari. I fondi sarebbero coinvolti nel caso che vede sotto accusa la dirigente sociale Milagro Sala, attualmente detenuta per presunta frode, associazione a delinquere ed estorsione. L'iniziativa, costituita da quattro strutture cubiche, rappresentavano gli oltre 716 milioni di pesos la cui destinazione finale non è stata ancora chiarita.

21:55Pentagono ‘ignora’ Trump, transgender possono arruolarsi

(ANSA) - WASHINGTON, 11 DIC - Il Pentagono ha annunciato che consentirà ai transgender di partecipare all'arruolamento che comincia il primo gennaio, nonostante l'opposizione del presidente Donald Trump. Una mossa che, secondo gli osservatori, riflette le crescenti pressioni legali sulla questione e le difficoltà da parte del governo federale di attuare la richiesta del tycoon di bandire i transgender dall'esercito. Le sue direttive finora sono state bocciate da due corti federali. Le aspiranti reclute dovranno tuttavia superare una serie di esami fisici, psicologici e medici che potrebbero rendere più difficile ottenere la divisa.

21:53Putin sbarcato ad Ankara, faccia a faccia con Erdogan

(ANSA) - ISTANBUL, 11 DIC - Il presidente russo Vladimir Putin è sbarcato ad Ankara, ultima tappa del suo tour de force mediorientale che oggi lo ha portato nella base russa di Hmeimim in Siria, dove ha incontrato il suo omologo Bashar al Assad, e poi al Cairo per colloqui con il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi. In Turchia, il capo del Cremlino avrà un faccia a faccia con il presidente Recep Tayyip Erdogan sulle crisi regionali - dalla Siria a Gerusalemme - e i rapporti bilaterali, con un focus sulla cooperazione energetica e il progetto russo della prima centrale nucleare turca ad Akkuyu. Negli ultimi mesi, i due leader hanno avuto numerosi contatti. Il faccia a faccia di oggi, seguito da una conferenza stampa congiunta, è il terzo nell'ultimo mese.

21:53Maltempo: Toti, ‘Le prossime ore sono le più critiche’

(ANSA) - GENOVA, 11 DIC - "La nostra è una situazione di preoccupazione e di attenzione perché si tratta di una perturbazione molto complessa, sia da seguire che da capire. E' stata una tempesta perfetta, un fenomeno estremo per il variegato modo in cui si è presentato. Le prossime ore saranno quelle che danno maggiore preoccupazione". Così il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti ha commentato la situazione meteo. "Abbiamo avuto mareggiate con onde fino a 7 metri, vento fino a 160 km orari, precipitazioni fino a 300 mm, freddo molto intenso nell'entroterra con neve nel savonese con il fenomeno del gelicidio che ha provocato non pochi problemi ai trasporti ferroviari e stradali". Restano sorvegliati speciali l'Entella, il Magra e il Vara. "Adesso sarà importante vedere nelle prossime ore - continua Toti - quando le piogge intorno a mezzanotte caleranno, come reagiranno i bacini".

21:49Gerusalemme: razzi da Gaza, Israele risponde al fuoco

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 DIC - Razzi sono stati lanciati da Gaza verso Israele ma per ora non si conosce il luogo dell'impatto, né eventuali conseguenze. Lo ha riferito il portavoce militare aggiungendo che, in risposta al lancio, l'esercito ha sparato tre colpi di artiglieria verso la zona della Striscia da cui si presume siano parti i razzi. Non si hanno altre notizie al momento. Oltre l'artiglieria - ha in seguito aggiunto il portavoce - è intervenuta anche l'aviazione israeliana che ha colpito postazioni di Hamas nel sud della Striscia. Israele - ha spiegato - considera Hamas responsabile "per ogni attacco da Gaza".

Archivio Ultima ora