Renzi: “Stop alla sinistra da museo”

PIOMBINO – “Credo che questo congresso sarà molto utile per capire cosa significhi essere sinistra. La sinistra è stata quella che si è astenuta sullo statuto dei lavoratori o quella che ha fatto le più belle battaglie nelle fabbriche? La sinistra è stata quella dei pionieri ma in Italia è stata anche quella che non voleva la televisione a colori. Il luogo della sinistra è la frontiera, non il museo. La parola della sinistra è curiosità, non nostalgia. Il dna della sinistra è innovazione, non conservazione. Lo stile della sinistra è il coraggio, non la paura”. Lo ha detto a Piombino Matteo Renzi che in chiusura del suo intervento ha citato un brano di una canzone di Cesare Cremonini (Ecco l’amore che cos’è):

– Conosco un modo per cambiare il mondo: guardarlo insieme a te.