Senza stipendio, in 40 arrampicati su Arco Costantino

ROMA – Il loro contratto è in scadenza e per questo una quarantina di ex vigilantes dell’Istituto dell’Urbe si è arrampicata sull’Arco di Costantino a Roma.

“Lavoro, diritti, dignità”: questo lo striscione che mostrano i lavoratori.

I lavoratori dell’Istituto dell’Urbe, “senza stipendio da settimane”, nell’agosto del 2009 furono protagonisti di una clamorosa occupazione del Colosseo.

Stamani un gruppo si è arrampicato in cima all’Arco di Costantino per chiedere il rispetto degli impegni assunti dal Comune di Roma su una vicenda che attualmente riguarda 146 di loro.

– Da aprile – dicono alcuni di loro – la sigla dell’accordo prevede l’assorbimento degli ex vigilantes dell’IVU all’interno delle partecipate di Roma Capitale. Ad oggi l’unica certezza per questi lavoratori è la scadenza, il prossimo 30 settembre, del contratto a temine con la società Multiservizi, presso la quale hanno svolto diverse mansioni.

I “gladiatori”, protagonisti anche di un recente blitz all’assessorato all’Ambiente, a seguito del quale vennero ricevuti da Estella Marino, chiedono alla nuova amministrazione un cambio di passo che renda possibile un lavoro stabile per tutti i 146 ex vigilantes.

 

Condividi: