Il Cav. studia il nuovo timing ma sfida il Pd: “Cacciatemi voi”

Pubblicato il 12 settembre 2013 da redazione

ROMA – Chiuso ad Arcore, in quello che ormai è diventato un vero e proprio bunker, Silvio Berlusconi ha trascorso l’ennesima giornata in un vorticoso giro di telefonate con la Capitale per tentare di acquisire qualche elemento in più alla luce dell’intesa raggiunta sul calendario della Giunta per le elezioni. Con i fedelissimi che lo hanno sentito diverse volte nel corso della giornata l’ex capo del governo è apparso ancora una volta di umore nero e tranchant in merito all’atteggiamento del Partito Democratico: la fretta di arrivare in Aula e votare la mia decadenza è solo una provocazione, si sarebbe lamentato, facendo presente che loro sanno perfettamente che c’è la sentenza di Milano sull’interdizione ma vogliono comunque arrivare prima.

Insomma è un Cavaliere per nulla incline a dare ascolto alle colombe la cui linea – comunque – sembrerebbe aver prevalso su quella dei falchi. Ma è da ‘falco’ la sua ultima reazione di ieri che registra un nuovo affondo: diciamo che il mio buonsenso finisce quando termina quello del Pd e comunque io non ho nessuna intenzione di dimettermi, mi caccino loro dal Parlamento.

Insomma, a sentire il Cavaliere il rischio di far precipitare la situazione è tutt’altro che scomparsa. Certo, come ormai accade in queste settimane, Berlusconi nel corso dei colloqui si misura con vari scenari (da quello di una crisi imminente, al sostegno leale di Letta) a dimostrazione che un vero piano di azione ancora non c’é. L’unico dato da registrare in questo momento è il pressing portato avanti dai figli e dai vertici aziendali nel chiedergli di non prendere decisioni affrettate e di valutare un passo indietro come gesto distensivo da inviare al Capo dello Stato in vista di un’ipotetica richiesta di grazia.

L’insistenza della famiglia per fare appello ad un gesto di clemenza al Capo dello Stato resta un argomento forte, anche se il Cav continua a dirsi contrario non nascondendo il suo forte scetticismo

– I miei figli si illudono – avrebbe detto  ad un amico di vecchia data – in cuor mio posso anche sperarci ma alla fine credo sia solo un’illusione.

Considerazioni che al momento però Berlusconi mette da parte scegliendo di fidarsi dei suoi ambasciatori che continuano a tenere aperti i canali di dialogo con il Colle. L’idea sarebbe quella di una nuova road map (che potrebbe avere l’avallo del Quirinale) che porterebbe intorno al 10 ottobre il voto in Aula per la decadenza a cui però non si arriverebbe perchè l’ex premier dovrebbe dimettersi annunciandolo direttamente in Aula.  Subito dopo, prima dell’arrivo della sentenza della corte d’Apello di Milano, verrebbe poi ufficializzata la richiesta della grazia al Capo dello Stato. Insomma un percorso concordato sul quale però il Cavaliere ancora non si è espresso. Ma che qualcosa si stia muovendo, che segnali sotterranei di disgelo stiano arrivando – è la sensazione che si ha nel Pdl – sarebbe dimostrata dalla nomina di Giuliano Amato alla Corte Costituzionale. Una personalità che lo stesso Berlusconi aveva candidato al Colle e che viene considerato non ostile nel delicatissimo ingranaggio della Consulta alla vigilia di scelte delicate.

Ultima ora

00:07L’Spd apre a grande coalizione,sì a colloqui con Merkel

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - I socialdemocratici tedeschi hanno preso la loro decisione: affronteranno i colloqui per una possibile coalizione di governo con Angela Merkel all'inizio di gennaio, e nel giro di due settimane presenteranno i risultati a un congresso straordinario di partito, fissato il 14, per stabilire se sedersi al tavolo dei veri e propri negoziati per una nuova edizione della Grosse Koalition. "Colloqui dall'esito comunque aperto", ha ribadito il leader fresco di conferma, senza rinunciare all'ipotesi di nuove forme di collaborazione. La cancelliera ha apprezzato pubblicamente gli sforzi compiuti da un partito costretto ad una evidente, complicata retromarcia, e ha espresso "grande rispetto" per il percorso decisionale degli alleati-avversari, sottolineando poi però che all'Europa serve una Germania stabile. "Ce lo chiedono tutti", è il monito arrivato dopo il vertice di Bruxelles, a Norimberga, dove era ospite dei cristiano-sociali.

23:58Austria: chiuse trattative. Kurz, c’è accordo governo

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - In Austria, le trattative fra l'Oevp del conservatore Sebastian Kurz e il Fpoe del populista di destra Heinz Christian Strache sono concluse, e i due partiti sono pronti a governare. "C'è un accordo turchese-blu", ha affermato Kurz. "Alle elezioni del 15 ottobre si è deciso per il cambiamento, e insieme vogliamo mettere al sicuro questo cambiamento", ha affermato Kurz, che ha annunciato di voler stabilire un "nuovo stile". "La nuova coalizione si impegna per una politica che risparmia nel sistema, e non a carico della gente", ha continuato il cancelliere designato che ha promesso l'abbassamento delle tasse agli austriaci. A soli 31 anni, sarà lui il cancelliere più giovane della storia del suo Paese e dell'Europa. E questo è l'esito di uno stile politico spregiudicato, con cui il giovanissimo ex ministro degli Esteri ha conquistato la leadership del partito popolare e lo ha portato progressivamente più a destra, strappando il possibile successo elettorale dei populisti di destra del Fpoe.

23:57Gerusalemme: fonti Casa Bianca, Muro parte di Israele

(ANSA) - WASHINGTON, 15 DIC - La Casa Bianca manda segnali per far sapere che vede il Muro occidentale di Gerusalemme (il Muro del pianto) come parte di Israele, alla vigilia della visita del vicepresidente Usa Mike Pence nella regione. Benche' precisino che i confini definitivi della citta' santa devono essere definiti dai negoziati israelo-palestinesi, i dirigenti della Casa Bianca contattati dall'Ap escludono fondamentalmente qualsiasi scenario che non mantenga il controllo di Israele sui luoghi sacri dell'ebraismo.

23:55Basket: Eurolega, Panathinaikos-Milano 80-72

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - L'Olimpia ad Atene fa come Penelope ad Itaca: contro il Panathinakos tesse la tela per 15' e si costruisce un vantaggio di 13 punti (37-24), poi la disfa perdendo fluidità in attacco e consistenza in difesa fino al 80-72 che sancisce la quarta sconfitta consecutiva in Eurolega (3-9). Delusione e rimpianti si mischiano alla rabbia per un arbitraggio discusso e discutibile: con la gara in equilibrio a metà del terzo periodo viene fischiato un fallo tecnico per una simulazione molto dubbia a Theodore che costa al playmaker l'espulsione. In quel momento il Panathinaikos piazza un parziale di 7-0 che spacca in due l'incontro. Le triple di Rivers (20 punti, 6/9 da 3) e Lojeski (14, 2/4 dall'arco) e il predomino a rimbalzo di Gost (11 e 7) fanno il resto, lasciando l'AX Milano con il cerino in mano e con tanto amaro in bocca.

22:21Savoia: spoglie regina Elena tornano in Italia dopo 65 anni

(ANSA) - MONDOVI' (CUNEO), 15 DIC - Torna in Italia la salma della regina Elena di Savoia. Le spoglie della moglie di Vittorio Emanuele III, penultima Regina d'Italia, sono state trasferite oggi da Montpellier, dove è morta nel 1952 a 79 anni, al Santuario di Vicoforte, vicino a Mondovì, nel Cuneese. A darne notizia è stata la nipote Maria Gabriella di Savoia, che esprime "profonda gratitudine" al presidente Sergio Mattarella, "che fattivamente propiziò la traslazione della salma". Il trasferimento è avvenuto in gran segreto. Il Santuario già nelle intenzioni del duca Carlo Emanuele I di Savoia, a inizio Seicento, doveva diventare il mausoleo della Casa reale. Non è escluso che nelle prossime settimane qui vengano traslate anche le spoglie di Vittorio Emanuele III, morto in esilio il 28 dicembre di settant'anni fa ad Alessandria d'Egitto, dove è tuttora sepolto. "Confido che il ritorno in Patria della Salma di Elena, concorra alla composizione della memoria nazionale", è l'auspicio di Maria Gabriella.(ANSA).

21:57Salvini, Cav non è candidabile e non può fare il premier

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Se la Lega prende un voto in più rispetto agli altri alleati è chiaro che sono io il premier, Berlusconi non è candidabile quindi non può essere premier. Una cosa che voglio dire è che chi vota Lega non vota governi di inciuci e questo Berlusconi lo deve aver chiaro...". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini a "Zapping" su Radio1 Rai.

21:53Germania: nuovo aeroporto ‘Ber’ aprirà ad ottobre 2020

(ANSA) - BERLINO, 15 DIC - Il nuovo aeroporto della capitale tedesca 'BER', dopo ripetuti ritardi, dovrebbe entrare in funzione ad ottobre 2020. Lo ha comunicato il numero uno del consiglio di sorveglianza, Rainer Bretschneider, oggi a Berlino. I lavori sono cominciati nel 2006 e l'aeroporto avrebbe dovuto entrare in attività nel 2011. Ma i ritardi si sono accumulati e i costi sono lievitati da 2 a 6,5 mld, fino all'ultimo piano finanziario previsto per la primavera del 2018.

Archivio Ultima ora