Boom di rifugiati in Italia, 4.600 dall’inizio anno

GINEVRA  – L’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) stima che piÙ di 4.600 siriani sono giunti via mare in Italia dall’inizio dell’anno. Circa i due terzi, solo in agosto, ha detto  a Ginevra un portavoce”.

– Abbiamo osservato un netto aumento dei siriani che giungono nel sud Italia a bordo di imbarcazioni. Negli ultimi 40 giorni sono arrivati 3.300 siriani, tra i quali più di 230 bambini non accompagnati, soprattutto in Sicilia ma anche in Calabria – ha detto il portavoce Adrian Edwards. Circa 670 sono arrivati la scorsa settimana e ci sono stati più di 30 arrivi di imbarcazioni, ha aggiunto. La maggior parte dall’Egitto, ma anche dalla Turchia, in predominanza famiglie con bambini. Diverse persone hanno avuto bisogno di cure ospedaliere per causa disidratazione, ha aggiunto Edwards, ricordando che la settimana scorsa un’infermiera di Damasco è morta durante la traversata. Il marito ha dato il permesso per il trapianto del fegato e dei reni della moglie in favore di tre pazienti in Italia, ha sottolineato. La maggioranza dei siriani giunti in Italia con cui il personale dell’Unhcr ha potuto parlare hanno riferito di provenire principalmente da Damasco e tra di loro figurano molti profughi palestinesi nati in Siria.

Dall’inizio dell’anno al 6 settembre -precisa l’Unhcr – 21.870 persone sono arrivate nel sud Italia. Si tratta di un ”aumento significativo” rispetto ai livelli del 2012, quando ne arrivarono 7.981. Si tratta principalmente di eritrei 5.778 (594 nel 2012), somali 2.571 (1.280 nel 2012) e siriani 3.970.

Condividi: