La Roma espugna Parma e si prende la vetta

Pubblicato il 16 settembre 2013 da redazione

PARMA-ROMA 1-3

Parma (3-5-2): Mirante 6, Cassani 6,5, Lucarelli 5, Felipe 5,5, Biabiany 7 (32’st Sansone sv), Gargano 6, Marchionni 5,5, Parolo 5,5, Gobbi 6 (44’st Mesbah sv), Cassano 5, Amauri 5,5 (24’st Okaka 5,5). (1 Pavarini, 91 Bajza, 87 Rosi, 28 Benalouane, 24 Munari, 23 Mendes, 30 Acquah, 3 Mesbah, 10 Valdes, 17 Palladino). All.: Donadoni 5,5.

Roma (4-3-3): De Sanctis 6, Maicon 6,5, Benatia 5,5, Castan 5,5, Balzaretti 6, Pjanic 6,5, De Rossi 6,5, Strootman 7, Florenzi 6,5 (24’st Marquinho 5,5), Totti 7 (31’st Borriello sv), Ljajic 5,5 (9′ st Gervinho 6,5). (28 Skorupski, 3 Dodò, 33 Jedvaj, 29 Burdisso, 18 Caprari, 11 Taddei, 35 Torosidis, 46 Romagnoli, 94 Ricci). All.: Garcia 6,5.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata 6.

Reti: nel pt 39′ Biabiany, nel st 2′ Florenzi, 25′ Totti, 40′ Strootman su rigore.

Angoli: 5-2 per il Parma Recupero: 0 e 3′. Ammoniti: Lucarelli e Gargano per gioco scoretto, Cassano per proteste. Spettatori: 13.232 (di cui 9.101 abbonati) per un incasso di 158.762 euro (di cui 70.755 rateo abbonati). Note: Le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio in ricordo del cestista Matteo Bortolazzi e del campione di motonautica Paolo Zantelli.

I GOL – 39′ pt: Cassani dalla trequarti di destra taglia un cross che Biabiany a centro area è bravissimo a girare di testa imprimendo forza al pallone, per il vantaggio dei gialloblù. – 2′ st: Pjanic recupera al limite e serve di prima Florenzi: appena dentro l’area sulla destra, fa rimbalzare la palla e supera Mirante con un diagonale di collo a mezza altezza che picchia sul primo palo e va in rete. – 25′ st: Strootman alza la palla, scavalca la difesa e pesca Totti che sul filo del fuorigioco si trova a tu per tu con il portiere: il capitano ha tutto il tempo di sistemarsi il pallone e di batterlo con un rasoterra. – 40′ st: Contropiede di Gervinho che ubriaca di finte Lucarelli, entra in area dalla destra, lo supera e il difensore lo stende: dal dischetto è Strootman a triplicare con un rigore forte e centrale.

PARMA. – La Roma si è presa, nel posticipo di Serie A, la vetta del campionato, in coabitazione col Napoli. Lo ha fatto in rimonta, dopo aver subito il vantaggio parmigiano di Biabiany, ma lo ha fatto meritatamente, con forza, nella ripresa, con la gran botta di Florenzi, l’assolo facile di capitan Totti che a giorni firmerà il rinnovo del contratto, con il rigore alla Di Bartolomei con cui l’olandese Strootman ha chiuso i conti con il Tardini. Il vantaggio è toccato alla squadra che forse, almeno giunti a quel momento, lo aveva meritato di meno. Fino al gol di Biabiany, in una partita a passo ridotto e non bella, si erano viste la decisa conclusione di Totti al 19′, senza problemi per Mirante, e poi l’affondo di Maicon, servito da Pjanic, concluso con un tiro sull’esterno della rete. Il Parma aveva replicato al 25′ con Biabiany, imbeccato in posizione d’oro da Parolo ma incapace di centrare la porta, e poi al 35′ con una sponda dello stesso Parolo per Amauri, pronto al tiro ma risultato non troppo difficile per la parata di De Sanctis. Conclusioni in pareggio, dunque, ma c’era stata una certa maggiore dimestichezza della Roma con l’azione offensiva. Ed ecco quel guizzo, da poco scoccato il 39′: Cassani ha visto la possibilità dell’affondo e ha crossato teso in avanti per la testa di Biabiany, bravissimo a staccarsi dal suolo e a deviare in rete nell’angolino alla sinistra di De Sanctis, troppo in là per il portiere giallorosso. E infatti il vantaggio è durato poco. Era il 2′ della ripresa quando Pjanic ha imbeccato Florenzi, sul filo del fuorigioco, quando il giovane esterno ha trovato il colpo di potenza e di rabbia per battere imparabilmente Mirante. La partita si è finalmente scaldata, e si è vista più voglia di provarci. Al 7′ il Parma non è stato fortunato: dopo un’azione confusa è arrivata la gran botta di Marchionni sulla quale Amauri ha tentato il colpo di tacco risolutore, ma la deviazione si è spenta sul fondo. Il raddoppio romanista è giunto al 25′, quando Strootman ha servito al centro in verticale per Totti, beccato millimetricamente regolare rispetto alla linea difensiva crociata. Per il capitano si è aperta una prateria e dunque ha avuto tutto il tempo di ragionare sul modo di battere il portiere. Un gioco da ragazzi per lui, pronto a infilarsi il pollice in bocca sotto la curva giallorossa appena compiuta la missione, forse pensando anche a Prandelli, lassù in tribuna. Si è visto il salvataggio di Borriello su conclusione-cross di Gobbi, ma è arrivata la terza rete giallorossa, su rigore, per un fallo tanto netto quanto inutile di Lucarelli su Gervinho: dal dischetto Strootman ha battuto di potenza, dal basso verso l’alto, per infilare la rete sotto la traversa di Mirante. Un colpo che ricorda i tiri dal dischetto di un certo Di Bartolomei. La struttura della squadra è solida, ottimamente disposta, può far sognare.

(Dell’inviato Giampiero Moscato/ANSA)

Ultima ora

12:56Sparò a ladro che stava entrando in casa, condannato

(ANSA)- PADOVA, 18 DIC - E' stato condannato a quattro anni e undici mesi, all'interdizione temporanea dai pubblici uffici e al pagamento di un risarcimento di 24.500 euro, Walter Onichini, di Legnaro (Padova), commerciante accusato di tentato omicidio per aver sparato a un uomo che si era introdotto nella sua villetta, assieme ad altri per compiere un furto, la notte del 22 luglio 2013. Il pm Emma Ferrero aveva chiesto 5 anni e due mesi. Secondo l'accusa, il macellaio aveva sparato con l'intenzione di uccidere. Onichini aveva sparato a Nelson Ndreaca, albanese di 25 anni, che stava cercando di fuggire rubandogli l'auto parcheggiata sotto casa. Il commerciante lo aveva ferito e caricato in auto, per abbandonarlo poco dopo, a circa un chilometro da casa, dove all'alba era stato ritrovato, ferito, da un passante. Alla lettura della sentenza, molte le proteste di amici e sostenitori di Onichini.

12:54Amianto: ottavo giorno sciopero fame davanti a Montecitorio

(ANSA) - CAGLIARI, 18 DIC - All'ottavo giorno di sciopero della fame davanti alla Camera, in piazza Montecitorio a Roma, il presidente dell'associazione dei familiari dei militari e civili del comparto Difesa e della sicurezza nazionale esposti e vittime dell'amianto e altri fattori nocivi, Salvatore Garau, rientra ad Alghero. La protesta proseguirà comunque con la staffetta di altri aderenti al coordinamento, per chiedere al Parlamento che nella legge di bilancio venga inserita una norma "chiara ed equa" che superi "l'attuale matassa intricata di leggi che non tutelano familiari e vittime". "Sono tornato ad Alghero, a casa - spiega Garau - per ottemperare a un impegno formale che non poteva concludersi senza la mia presenza. Davanti a Montecitorio c'è ancora il mio impegno a manifestare un pieno e incondizionato No all'Inail. Ho perso cinque chili, ma non la determinazione a continuare a portare avanti le ragioni della lotta. Il Governo e il Parlamento dello Stato a cui ho giurato fedeltà incondizionata ci ascoltino".(ANSA).

12:53Pirati strada: arrestato dopo aver travolto e ucciso donna

(ANSA) - BOLOGNA, 18 DIC - È stato individuato dai Carabinieri il 'pirata' che sabato pomeriggio a Zola Predosa ha travolto e ucciso una pensionata di 74 anni, Lina Romagnoli, fuggendo dopo l'incidente senza prestare soccorso. Si tratta di un 51enne dello stesso paese del Bolognese, che è stato arrestato per omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga del conducente. L'uomo si è tradito, portando a riparare in una autofficina della zona la Golf grigia danneggiata dopo l'impatto con il pedone. Ma i Carabinieri avevano già contattato tutti i carrozzieri del circondario, dopo avere repertato sul luogo dell'incidente alcuni frammenti del veicolo. Il 51enne, che dopo avere inizialmente negato le accuse ha ammesso di avere investito la pensionata, è stato posto agli arresti domiciliari. Dopo l'incidente il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, e la nipote della vittima avevano lanciato appelli su Facebook per cercare testimoni o informazioni utili a rintracciare l'investitore. (ANSA).

12:53Germania: maltempo, cancellati 170 voli a Francoforte

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - Una forte nevicata ha provocato la cancellazione di 170 voli nell'aeroporto di Francoforte, il più grande scalo tedesco, nonostante le previsioni del tempo indichino un miglioramento nel corso della giornata. Le cancellazioni riguardano i voli verso Berlino, Amburgo, Monaco, Vienna, Dublino e Varsavia. I collegamenti della Delta e della Lufthansa tra Francoforte e gli Stati Uniti Delta hanno subito dei rallentamenti a causa del blackout che si è verificato stanotte all'aeroporto di Atlanta.

12:33Scherma: Cdm, Curatoli stop ai quarti a Cancun

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Luca Curatoli si ferma ai piedi del podio al Grand Prix FIE di sciabola maschile svoltosi a Cancun, in Messico. L'azzurro è stato sconfitto ai quarti di finale col punteggio di 15-12 dal sudcoreano Oh Sanguk, poi vincitore della gara. La gara di Curatoli era iniziata col successo contro il francese Fabien Ballorca per 15-10 ed era proseguita con le vittorie contro l'ungherese Nikolasz Iliasz per 15-11 e contro il tedesco Benedikt Wagner col punteggio di 15-10. Si era invece conclusa nel turno dei 16 la gara di Luigi Samele che dopo aver superato lo statunitense Jeff Spear per 15-8 e il russo Veniamin Reshetnikov per 15-9, è stato battuto 15-14 da Oh. Stop nel turno dei 32 per Aldo Montano, Dario Cavaliere, Enrico Berrè e Riccardo Nuccio. Montano è stato eliminato dallo statunitense Eli Dershwitz per 15-7, Cavaliere ha perso con l'ungherese Gemesi per 15-5, Berrè è stato sconfitto 15-10 dal tedesco Wagner, Nuccio si è arreso 15-14 col campione del mondo in carica, l'ungherese Andras Szatmari (FOTO BIZZI).

12:27Fifa: Re Arabia Saudita vede Infantino

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Il re dell'Arabia Saudita, Salman bin Abdul Aziz Al Saud, ha ricevuto nel palazzo Al Yamamah a Riad il presidente della Fifa, Gianni Infantino. Secondo quanto riportato dal quotidiano Arab News, durante l'incontro si sarebbero discusse possibili aree di cooperazione fra la Federazione internazionale e l'Autorità Generale dello Sport dell'Arabia Saudita.

12:02Maltempo:neve in Sila e Aspromonte, temperature in picchiata

(ANSA) - CATANZARO, 18 DIC - Neve già al di sopra degli ottocento metri in Calabria e pioggia alternata a brevi schiarite nel resto della regione con le temperature in sensibile calo. Da Camigliatello a Lorica, nel cosentino, dal Lago Ampollino a Villaggio Mancuso, nella zona dell'altopiano tra le province di Catanzaro e Crotone, fino a Gambarie d'Aspromonte, le precipitazioni nevose hanno caratterizzato le ultime ore in Calabria con la colonnina di mercurio che, soprattutto nella notte, è scesa sotto lo zero. Imbiancate anche le prime vette della presila catanzarese. Qualche disagio per la circolazione viene segnalato nelle strade dell'interno montano, soprattutto nel cosentino. I mezzi spazzaneve e spargisale sono comunque operativi. Nessun problema invece sull'A2 autostrada del Mediterraneo dove comunque vige l'obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve tra gli svincoli di Padula e Sibari e tra Cosenza e Altilia Grimaldi.(ANSA).

Archivio Ultima ora