Pompei, Bronzi di Riace e turismo: Bray rilancia sfida cultura

Pubblicato il 19 settembre 2013 da redazione

ROMA. – Pompei, ma non solo. Nel decreto legge sulla valorizzazione della cultura in discussione al Senato ha importanza primaria, certamente, la gestione del sito campano, ma un ruolo importante ha la stabilizzazione del tax credit per il cinema e la sua estensione al settore musicale, il risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche, le misure per l’occupazione giovanile, la trasparenza nella gestione dei fondi pubblici. Ma la grande novità, annuncia il ministro Massimo Bray, è che “a Reggio Calabria abbiamo destinato 10,5 milioni di euro e nei primi mesi del 2014 il nostro impegno è di riportare i Bronzi nella loro sede naturale” ovvero il Museo della Magna Grecia di Reggio Calabria, chiuso dal 2009 per ristrutturazioni (da allora i Bronzi sono custoditi nella sala del Consiglio Comunale del capoluogo). Per il resto, Bray ha evidenziato che obiettivo del decreto è la messa in sicurezza del comparto della cultura e che il rilancio di Pompei e la valorizzazione del patrimonio culturale nazionale rappresentano una leva per le buone pratiche e per la crescita, e segna “un percorso che parte dal rilancio di Pompei; un rilancio volto a farne il simbolo delle buone politiche che il Paese sa attivare nei confronti degli obblighi di tutela e valorizzazione di uno dei patrimoni più importanti e straordinari del mondo”. La governance di Pompei, spiega, “è stata pensata nel rispetto delle competenze: quelle della Soprintendenza, quelle del Comitato guida, quelle del direttore generale. Voglio sottolineare come il progetto Pompei non riguarda solo il sito, ma l’intero territorio, e la volontà del Governo è quella di fare di Pompei una destinazione di eccellenza del turismo italiano, mostrando la capacità di tutelare uno dei più importanti siti del mondo. Ha quindi giudicato improcrastinabile l’intervento a favore delle fondazioni lirico-sinfoniche, negando che esso abbia un impianto statalista. “Le fondazioni hanno attualmente iscritti in bilancio debiti per oltre 340 milioni di euro. La maggior parte di questi debiti ha consumato in maniera definitiva il patrimonio disponibile. Alcune di esse erano quindi sul punto di essere liquidate, facendo così perdere all’Italia uno dei suoi patrimoni culturali. È davanti a detta condizione, e non ad una condizione felice, che il Governo è intervenuto in maniera ritengo efficace, con l’adozione di provvedimenti che non sono solo risposte alle situazioni di crisi, ma che vogliono sostenere il sistema attraverso un percorso virtuoso, controllato e verificato, con l’utilizzo di risorse straordinarie legate a questo scopo”. (Sis)

(© 9Colonne)

Ultima ora

19:31Voto Saarland: Schulz, non è buona giornata per l’Spd

(ANSA) - BERLINO, 26 MAR - "Ci sono giorni buoni e meno buoni: non direi che quello di oggi appartiene a quelli buoni per l'Spd". Lo ha detto il leader dei socialdemocratici tedeschi Martin Schulz, commentando il risultato delle elezioni nel Saarland, dove ha vinto la Cdu con 10 punti di vantaggio, secondo gli exit poll. "Sono un vecchio calciatore", ha aggiunto, "e i giorni meno buoni rappresentano una motivazione".

19:28Attacco Londra: arrestato un 30enne a Birmingham

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Un uomo di 30 anni è stato arrestato a Birmingham nell'ambito delle indagini sull'attacco a Londra: è sospettato - riferisce la Press Association - di preparare attentati terroristici.

19:21Trump cancellerà le norme di Obama contro il gas serra

(ANSA) - WASHINGTON, 26 NOV - Il capo dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente (Epa), Scott Pruitt, ha annunciato alla Abc che martedì il presidente Donald Trump firmerà un nuovo ordine esecutivo che cancella il piano di Obama per ridurre il surriscaldamento globale. Si tratta del Clean Power Plan, una normativa che limita i gas serra nelle centrali a carbone. Normativa che tuttavia è stata sospesa lo scorso anno in attesa che una corte federale esamini il ricorso presentato da alcuni stati repubblicani favorevoli all'energia fossile e di oltre cento società.

19:14Trump: Wsj, Flynn discusse con turchi ‘rapimento’ Gulen

(ANSA) - WASHINGTON, 26 NOV - L'ex consigliere per la sicurezza nazionale Usa Mike Flynn, mentre era ancora tra i collaboratori di Trump durante la campagna elettorale, incontrò alti dirigenti del governo turco e discusse l'ipotesi di portare in Turchia, senza estradizione legale, Fethullah Gulen, l'imam residente in Usa che secondo Ankara avrebbe orchestrato il fallito colpo di stato del luglio scorso. Lo ha rivelato al Wall Street Journal James Woolsey, direttore della Cia sotto Bill Clinton, divenuto poi collaboratore della campagna di Trump. L'idea, ha raccontato Wollsey, era "una iniziativa coperta nel cuore della notte per portare via questa persona", ma non sarebbero stati discussi piani specifici né è dato sapere chi lanciò la proposta. All'incontro, svoltosi in un hotel di Manhattan il 19 settembre scorso, parteciparono anche il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu e Berat Albayrak, genero del presidente Recep Tayyip Erdogan. Un portavoce di Flynn ha negato che si sia discusso di alcunché di illegale.

19:04Russia: polizia conferma, circa 500 fermi oggi a Mosca

(ANSA) - MOSCA, 26 MAR - La polizia di Mosca ha confermato che "circa 500 persone" sono state fermate oggi dalle forze dell'ordine durante la manifestazione non autorizzata indetta da Alexei Navalny. "Sono state portate nelle stazioni distrettuali della polizia per sbrigare le pratiche di violazione delle disposizioni amministrative". Lo riporta la Tass che cita un portavoce della polizia.

18:50Prostituta uccisa Bologna: confessa uomo sentito in questura

(ANSA) - BOLOGNA, 26 MAR - Ha confessato di essere l'autore dell'omicidio l'uomo interrogato in questura a Bologna per la morte di Ana Maria Stativa, la prostituta 30enne trovata deceduta per un colpo al capo ieri pomeriggio nella sua abitazione di via Varthema, in zona Murri. L'uomo, Francesco Serra, 55enne, era un cliente che si era invaghito della donna. Assistito da un avvocato è stato sentito a lungo dagli investigatori della squadra mobile e dal Pm Roberto Ceroni: alla fine ha ammesso l'omicidio e fatto ritrovare l'arma utilizzata per uccidere, una piccola pistola di quelle utilizzate per uccidere i maiali. Serra è ora in stato di fermo per omicidio aggravato premeditato. La scintilla che ha fatto scattare la volontà omicida sarebbe il fatto che Ana Maria voleva tornare in Romania e lui non voleva. Le indagini vagliano anche possibili problemi di ordine economico tra omicida e vittima. La donna era stato trovata morta dal fidanzato che aveva dato l'allarme.(ANSA).

18:42Germania: exit poll Saarland, Cdu in testa con il 40%

(ANSA) - BERLINO, 26 MAR - Resta la Cdu di Angela Merkel il partito più forte del Saarland, in Germania, con il 40% dei voti, stando al primo exit poll. L'Spd avrebbe conquistato invece il 30% dei voti. Stando a questi dati resta fuori dal parlamentino regionale l'Fdp con il 3,5%, mentre i populisti dell'Afd sono dentro con il 6%.

Archivio Ultima ora