Le vicende del Cavaliere dividono gli italo-venezolani

Pubblicato il 20 settembre 2013 da redazione

CARACAS – La condanna a carico di Silvio Berlusconi per frode fiscale ha fatto il giro del mondo scatenando polemiche e sollevando riflessioni sul suo destino politico. È stato scritto e detto tutto ed il contrario di tutto. Ma cosa ne pensa la nostra Comunità di quanto sta accadendo oggigiorno in Italia? Sotto una pioggia battente abbiamo avuto modo di intervistare alcuni connazionali al Centro Italiano-Venezolano, incontrando il loro interesse, la loro simpatia ed anche un pizzico di rabbia.

Due domande chiare e dirette: Berlusconi deve continuare a fare il parlamentare dopo essere stato condannato dalla Magistratura o la legge deve essere applicata come per qualsiasi altro cittadino?  E ancora: pensa che il Cavaliere debba continuare ad essere il leader del Pdl?

«Una pagliacciata politica!». Non usa mezzi termini Stefania Cavallin che prova a mettere l’accento sui problemi reali del Paese. «Si prendono cura di cose che in realtà non sono importanti. Destra e sinistra dovrebbero farsi da parte e sarebbe necessario rimboccarsi le maniche e lavorare sodo per uscire dalla crisi». Nonostante stia lasciando intendere una sorta di mancato collegamento tra politica e società, la signora Stefania riconosce comunque alcuni meriti dell’ex-premier. «Ha commesso degli errori, ma ha fatto anche delle cose buone».

Giuseppe Schettino si accende una sigaretta e ci spiazza un po’ con la sua risposta. «L”80%  degli italiani lo fa!». L’evasione fiscale intesa come qualcosa di assolutamente normale. Una specie di cattiva abitudine. C’è da augurarsi che la statistica che ci offre il signor Giuseppe sia quanto meno “gonfiata”. «Hanno messo Berlusconi sul banco degli imputati per una cosa che in realtà fanno tutti». E riguardo alla leadership del centro-destra: «Credo che i suoi lo vogliano ancora al comando».

Non appena smette di piovere un gruppo di ragazzi comincia a giocare calcio accanto al parcheggio. Mentre il signor José Gammiero li osserva, tra una risata e l’altra, afferma: «Certo. Si deve applicare la legge come per qualsiasi cittadino». Il parere questa volta è netto, anche se José da lo stesso triste giudizio sulla diffusione del fenomeno dell’evasione fiscale in Italia. «Berlusconi si è fatto beccare con le “mani nel sacco” e per questo si deve applicare una pena, anche per dare un esempio. Tra l’altro è una persona che non aveva alcuna necessità di farlo, considerato che è uno degli uomini più ricchi del mondo. Va detto però che chissà quanti senatori o deputati si saranno comportati e continueranno a comportarsi esattamente allo stesso modo!».

La sera si avvicina ed i punti di vista oscillano. «Sono davvero stupito per questa decisione! Non credo che Berlusconi sia colpevole. Lui che è stato Presidente del Consiglio», trattiene a stento lo sdegno il signor Antonio Dal Buono, seduto al bar. «Ci sono tante invidie e maschere nella politica. Berlusconi è un uomo capace e deve continuare a lavorare per il Paese a testa alta. È un personaggio ed una figura importantissima per l’Italia».

Lo scetticismo nei confronti della decisione dei giudici, in quasi tutti i casi,  risponde al fatto di concepire la politica come un gioco di interessi che allunga le sue mani su tutte le sfere. Carlo Savarese segnala: «Berlusconi ha tanti nemici che vogliono distruggerlo. Inoltre, credo che l’accusa non si possa provare veramente». E si spinge oltre:  «Ce ne sono tanti peggiori di lui. Berlusconi ha una grande esperienza e ha fatto molto per la politica italiana, pertanto credo che debba continuare a fare il parlamentare anche se è stato condannato».

Tra musica, festa ed un sorriso in più, Maria Balestra sostiene: «non ha a che fare con il fatto che sia senatore o meno. Ha commesso un reato e la legge deve essere applicata». Più che coinvolgere la politica, la posizione sociale, oppure gli interessi, mette l’accento sull’equità. «È un essere umano e non perché sia senatore deve avere dei privilegi. Se viceversa fosse così, a cosa servirebbero le leggi?». Una domanda che certamente dovrebbe far riflettere.

Un’altra intervistata è stata Liliana Oprandi che racconta con grande emozione: «Non so se veramente meriti questa condanna, però se ha commesso un reato, la legge è e deve essere uguale per tutti». Per molti, anche se Berlusconi è stato condannato dalla Magistratura, vi sono ancora riserve e dubbi sull’imparzialità di quest’ultima. «Ripeto: non so se quella tesi è vera». E chiude: «Certo è che se io ho appena una piccola casetta nel Belpaese e devo pagare le tasse, lui deve fare lo stesso per le sue proprietà e per gli errori che ha commesso».

Al di là dei pareri frammentati, è evidente che la Comunità italo-venezuelana sia molto interessata a quanto accade in Italia. Oltre alla distanza ed al tempo, i vincoli si mantengono forti. Nonostante l’imparzialità e l’efficienza del sistema giudiziario e dell’intero quadro politico italiano continui ad essere messa in discussione dai nostri connazionali.

Arianna Pagano –Yessica Navarro

Ultima ora

15:49Calcio: Icardi, voglio restare all’Inter per sempre

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - "Sono tifoso dell'Inter e voglio stare qui per sempre. Mi vedo bene con la maglia nerazzurra e sono capitano di questa grande squadra. Sto bene a Milano con la mia famiglia e voglio stare sempre all'Inter": lo dice l'attaccante dell'Inter Mauro Icardi rispondendo alle domande dei tifosi nerazzurri sul profilo Facebook del club. "Il mio obiettivo è arrivare a giocare ad alti livelli con l'Inter. Champions? Intanto speriamo di arrivarci. La voglio giocare con questa squadra e questo resta uno dei nostri obiettivi".

15:32Terremoto: Zingaretti, 11 mln per sostenere economia

(ANSA) - RIETI, 29 MAR - "Siamo attenti alle richieste delle imprese, con misure concrete per scongiurare lo spopolamento produttivo in queste zone. L'obiettivo è riportare qui le produzioni. L'investimento globale sarà di 11 milioni di euro per sostenere l'economia con tre provvedimenti cumulabili". E' quanto ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando il pacchetto di interventi e misure a favore delle popolazioni colpite dal sisma nel Reatino. "Come Regione - ha aggiunto - abbiamo voluto portare avanti due filoni. Una prima campagna di comunicazione che verrà promossa durante la Maratona di Roma, e una serie di campagne sui quotidiani nazionali per promuovere il territorio. Oltre a questo stiamo realizzando due guide turistiche che parleranno anche dei comuni del cratere".

15:31Calcio: Icardi, Inter con Suning può fare grandi cose

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - "Mi aspetto molto dall'Inter, abbiamo qualità. Possiamo arrivare a fare grandi cose. La società sta sistemando tutto, la squadra e il club. Vuole puntare in alto". E' la certezza di Mauro Icardi, attaccante dell'Inter, che oggi risponde alle domande dei tifosi sul profilo Facebook del club nerazzurro. "Il nostro team manager - spiega l'argentino - è andato in Cina e ci ha raccontato tutte le cose incredibili che Suning ha e tutti i progetti che ha per far tornare grande l'Inter". Disegni ambiziosi? "E' la prima cosa che ci hanno trasmesso - risponde Icardi - l'Inter deve tornare dove è stata. E questo dà tanta fiducia a noi giocatori. Loro cercheranno di migliorare ogni anno, con il mercato, con giocatori esperti che possano dare un contributo alla squadra".

15:27Calcio: Bisceglie denuncia gioco violento, ora ci ritiriamo

(ANSA) - BISCEGLIE (BARLETTA ANDRIA TRANI), 29 MAR - Non falli, ma gioco violento nell'ultima gara di campionato disputata, che ha avuto quale conseguenza la perforazione di un timpano per un calciatore e la frattura di un dito di una mano per un suo compagno di squadra, entrambi militanti nella formazione del Don Uva Bisceglie, che disputa il campionato di Seconda categoria. A denunciarlo in una nota è il presidente della società del Bisceglie, Silvestro Carbotti, il quale annuncia di non voler più partecipare al campionato.

15:25Migranti: Austria, controlleremo tutti treni Brennero

(ANSA) - BOLZANO, 29 MAR - L'Austria controllerà tutti i treni al Brennero nella stazione di Brennersee, dove sarà realizzato un apposito binario per non intralciare il traffico internazionale. Lo ha annunciato il governatore tirolese Günther Platter. La situazione al valico italo-austriaco per il momento "è relativamente calma grazie ai controlli già in atto e alla buona collaborazione con le autorità italiane e tedesche". In caso di necessità la barriera "può comunque essere attivata in qualsiasi momento", ha detto Platter.

15:21Calcio:legale Dominello,curva Juve mai business ‘ndrangheta

(ANSA) - TORINO, 29 MAR - "Rocco Dominello non è mai stato associato alla 'ndrangheta, non ha mai avuto biglietti dalla Juventus in tale veste e non ha mai distribuito alcun utile né al padre né ad altra organizzazione criminale". Lo precisa all'ANSA l'avvocato Domenico Putrino, legale di Rocco Dominello e del padre Saverio, che nell'udienza preliminare del processo Alto Piemonte sulle infiltrazioni della criminalità organizzata al nord si è dissociato dalla 'ndrangheta. Nel corso della sua deposizione, Saverio Dominello - prosegue il legale - ha precisato che "non vi è mai stato interesse", da parte delle famiglie di Rosarno, sul business dei biglietti della Juventus e che "Agnelli non ha mai avuto contatti con la 'ndrangheta".

15:04Calcio: Juve, Pjaca, lesione a legamento crociato

(ANSA) - TORINO, 29 MAR - Rientrato da Tallin con la nazionale croata, Pjaca è stato sottoposto a risonanza magnetica questa mattina nella clinica privata Santa Katarina, specializzata in Ortopedia, a Zabok, a una trentina di chilometri da Zagabria. Gli specialisti e i medici della nazionale croata hanno aggiornato lo staff medico della Juventus. Claudio Marchisio fa coraggio al compagno di squadra: "Marko, tutti noi ti siamo vicino! Forza. Tornerai alla grande per dimostrare tutto il tuo talento!".

Archivio Ultima ora