Ministro Rodriguez: “Mafia italo-inglese responsabile del traffico di droga verso la Francia”

ARACAS – 30 valigie piene di cocaina; 30 valigie che non appartenevano a nessun passeggero. La droga è stata scoperta nell’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi lo scorso 20 settembre, ma la notizia, con i dettagli dell’operazione, é stata diffusa solo lo scorso week end, quando il governo francese ha ammesso che si tratta del più grande sequestro di droga messo a segno sul territorio continentale del paese La polizia francese. La droga é stata scoperta a bordo di un aere Air France in volo da Caracas a Parigi.

Il ministro degli Interni, Miguel Rodríguez, ha assicurato che opera in sudamerica una banda  “mafiosa”  intalo-inglese. Ed é questa la responsabile dell’invio della droga sequestrata all’aeroporto francese.

Il ministro ha anche informato che tre ufficiali della Guardia Nazionale venezuelana sono stati arrestati perché sospettati di essere implicati nell’invio di 1,3 tonnellate di cocaina scoperte a bordo di un aereo Air France in volo da Caracas a Parigi.

In un comunicato, la Procura venezolana ha indicato che i tre ufficiali – un tenente e due sergenti, uno del quali membro dell’unità antidroga della Guardia Nazionale – saranno imputati per “presunto legame con i narcotici sequestrati”. Ai tre militari venezuelani si aggiungono altre sei persone – tre italiani e tre britannici – che sono stati arrestati in Francia, dopo la scoperta del carico di cocaina, valutato in circa 200 milioni di euro, che era nascosto in valigie registrate sotto nomi falsi.

– Nelle prossime ore – ha annunciato il ministro Rodríguez – saranno realizzati altri arresti. Questa é la miglior dimostrazione della nostra volontá di combattere il narcotraffico. Applicheremo la legge severamente.

Stando ad indiscrezioni raccolte negli ambienti dell’antidroga venezolana, tra le persone indagate, e probabilmente arrestate nelle prossime ore o giorni, ci sarebbero anche alcuni cittadini italiani.

Condividi: