Arrivano 6500 tonnellate di alimento. Mud: “Presidente Maduro ipoteca il Paese”

CARACAS – Mentre arrivano i primi generi alimentari al porto di Puerto Cabello (6500 tonnellate di alimento) e il ministro dell’Alimentazione, Felix Osorio, assicura che saranno distribuiti non solo nei supermarket statali ma anche in quelli privati, il viaggio del presidente della Repubbica, Nicolás Maduro, comincia ad essere tema di analisi e polemiche

La “Mesa de la Unidad”, senza mezzi termini, ha sottolineato che gli accordi firmati dal capo dello Stato durante la sua visita ufficiale in Cina hanno ipotecato il paese.

Il responsabile dell’aera economica della Mud, l’economista Josè Guerra, considera preoccupante che il livello del debito estero del Paese superi quello delle Riserve Internazionali della Banca Centrale.

L’economista e professore universitario ha commentato con che la nuova linea di credito di 5000 milioni di dollari, ottenuta dal governo del presidente Maduro durante la sua visita in Cina, il Venezuela mantiene un indebitamento crescente e preoccupante.

Josè Guerra stima che il debito del Paese con l’estero, a fine anno, sarà di circa 215mila 328 milioni di dollari. Detto in altre parole, circa il 60 per cento del Prodotto Interno Lordo. L’economista e responsabile dell’area economica della Mud ritiene altamente pericoloso che il paese si stia indebitando per coprire le spese correnti che dovrebbero essere finanziate attraverso il capitolo di entrate ordinarie.

 

Condividi: