La Roma in vetta alla classifica Il Sassuolo blocca il Napoli

Pubblicato il 25 settembre 2013 da redazione

ROMA – Dopo cinque giornate, c’è una sola squadra in testa alla Serie A. E’ la Roma, che nel turno infrasettimanale passa 2-0 sul campo della Sampdoria e resta a punteggio pieno, a differenza del Napoli, bloccato a sorpresa sull’1-1 dal Sassuolo e raggiunto al secondo posto anche dalla Juventus, che espugna 2-1 in rimonta il campo del Chievo.

A Marassi i Giallorossi, come in tutte le precedenti quattro partite, risolvono la sfida nel secondo tempo. Dopo una grande parata nel primo tempo di De Sanctis sul tiro di Gabbiadini, la squadra di Garcia – espulso sullo 0-0 – sblocca il risultato con il primo gol del difensore marocchino Benatia, protagonista di uno splendido slalom. Nel finale si sblocca anche Gervinho, che sfrutta alla perfezione un assist di Totti (inizialmente tenuto in panchina) e mette al sicuro il risultato: per la Roma è la quinta vittoria di fila, mai i Giallorossi avevano ottenuto un simile avvio in campionato.

Al San Paolo la sfida tra un Napoli a punteggio pieno e un Sassuolo finora sempre sconfitto sembrava segnata. Anche perché dopo 14 minuti i Partenopei di Benítez sbloccano il risultato con un gran gol del centrocampista svizzero Dzemaili; ma la squadra di Di Francesco conquista un insperato primo punto con il gol di Zaza, che beffa Reina con un sinistro da posizione defilata.

Aggancia il Napoli la Juve, che fatica ma vince al Bentegodi. La squadra di Sannino va al riposo in vantaggio con il gol di Théréau, ma a inizio ripresa Quagliarella riporta in equilibrio l’incontro. Ad Alberto Paloschi viene annullato un gol per fuorigioco ed è un’autorete di Bernardini a regalare il successo ai campioni d’Italia di Antonio Conte.

Come contro il Torino, il Milan pareggia in extremis sul campo del Bologna. I Rossoneri al Dall’Ara vanno in vantaggio con Poli, al secondo gol in campionato, ma sono trafitti dalla doppietta di Diego Laxalt, e dal guizzo dell’attaccante argentino Cristaldo. La squadra di Allegri, però, ha un sussulto nel finale: prima accorcia le distanze con Robinho, poi nel recupero trova il definitivo 3-3 con Abate. A pochi secondi dalla fine, traversa di Diamanti.

Dopo il ko nel derby, torna al successo la Lazio, che all’Olimpico piega 3-1 il Catania. Un errore di Andújar, portiere argentino dei siciliani, propizia il vantaggio del brasiliano Ederson. Ma un altro errore, stavolta dell’albanese Cana, porta al pareggio ospite con Barrientos. I Biancocelesti fanno comunque loro la sfida con i centri di Lulić e Hernanes, entrato dalla panchina.

Pareggiano 1-1 Livorno e Cagliari, con Ibarbo che risponde per i sardi al vantaggio labronico realizzato dal capitano Luci. Un punto a testa anche per Torino ed Verona, che impattano 2-2, mentre il Parma piega l’Atalanta imponendosi 4-3 al termine di una sfida thrilling.

Ultima ora

16:13Post Expo: accordo con parti sociali per rilancio sito

(ANSA) - MILANO, 19 GEN - Sindacati, Arexpo e le associazioni datoriali hanno raggiunto un accordo per la regolamentazione, la regia ed il monitoraggio dei flussi di manodopera relativi alle opere di riqualificazione del sito di Expo 2015. Lo annunciano Cgil, Cisl e Uil di Milano insieme alle rispettive categorie (Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil), che hanno sottoscritto l'accordo con Ance, Assolombarda e la stessa Arexpo. L'intesa prevede che le parti sociali affianchino Arexpo nella valorizzazione e riqualificazione del sito (che diventerà un polo della ricerca) e partecipino alla cabina di regia e al tavolo di monitoraggio dei flussi della manodopera. In particolare le imprese assegnatarie per le opere informeranno la Cassa edile su eventuali subappalti, impegnandosi ad applicare il contratto nazionale di lavoro per tutti i lavoratori coinvolti nell'area. Arexpo, inoltre, inserirà nei bandi di gara clausole sociali per la stabilità occupazionale.(ANSA).

16:11Rep. ceca: parlamento, via l’immunità a Babis

(ANSA) - PRAGA, 19 GEN - Il Parlamento ceco ha deciso di togliere l'immunità al premier in pectore Andrej Babis e al suo vice Jaroslav Faltynek (entrambi del movimento Ano). Entrambi quindi saranno sottoposti a procedimento penale per aver utilizzato fondi europei per costruire il resort di lusso 'Il Nido della Cicogna'. A favore hanno votato 111 deputati contro 69 dei 180 deputati presenti.

16:09Cina: Comitato centrale propone teorie Xi in Costituzione

(ANSA) - PECHINO, 19 GEN - Il Comitato centrale del Partito comunista cinese ha proposto di iscrivere nella Costituzione le teorie del segretario generale Xi Jinping, in una mossa destinata a rafforzare la sua posizione. In una nota diffusa al termine della sua seconda sessione plenaria di due giorni tenuta a Pechino, il Comitato ha discusso per la prima volta dal 2004 gli emendamenti da apportare alla Carta incorporando "il pensiero sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era", summa delle teorie di Xi, così come definito nel 19/mo congresso del Pcc dello scorso ottobre che ha cnfermato Xi per un altro mandato quinquennale. "Una proposta del Comitato centrale sulla revisione della Costituzione è stata adottata nella riunione", ha reso noto l'agenzia Nuova Cina.

16:08Calcio: Zenga, soddisfatto da campagna acquisti Crotone

(ANSA) - CROTONE, 19 GEN - A metà tra mercato e campionato,Walter Zenga prepara la delicata gara contro il Verona di domenica. "Dovevamo alzare la qualità della squadra - dice a proposito della campagna acquisti - perché senza qualità non si va da alcuna parte e posso dirmi soddisfatto di quello che la società ha fatto". Il tecnico del Crotone non si sbilancia sull'utilizzo dei nuovi acquisti già da domenica. "Valuteremo - spiega il tecnico - se schierare nuovi acquisti già da Verona. Sono arrivati dei nuovi calciatori perché avevamo necessità di poter cambiare le cose in partita. Non ho meriti nell'anticipo delle operazioni di mercato rispetto al passato, è stato un lavoro fatto bene ed in sinergia. Sono state esaudite le mie richieste perché volevo avere un gruppo a disposizione già subito Noi prepariamo la gara su noi stessi per esprimere quello che abbiamo in mente di fare Io sono sempre ottimista per i riscontri avuti, che sono stati di un certo livello. Come sono convinto che si esce da situazioni difficili con la qualità".

16:08Sci: Svindal vince superG cdm a Kitzbuehel, Fill settimo

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 19 GEN - Il norvegese Aksel Svindal, con il tempo di 1'30''72, ha vinto il superG di coppa del mondo di Kitzbuehel, terzo successo in questa disciplina nella localita' austriaca. Per lui, a 35 anni, e' il 35/o successo in carriera oltre a cinque titoli mondiali, un oro olimpico e due coppe del mondo. Sul secondo gradino del podio è salito il suo connazionale Kjetil Jansrud (1'31''22) e sul terzo l'austriaco Matthias Mayer (1'31''28). Per l'Italia il migliore e' stato Peter Fill, settimo (1'31''64). Piu' indietro Christof Innerhofer, Dominik Paris, Mattia Casse e Matteo Marsaglia. Si e' gareggiato con un paio d'ore di ritardo per nuvole a bassa quota e una nevicata che ha ammorbidito e rallentato il fondo sui tratti pianeggianti: condizioni non favorevoli per gli azzurri. Inoltre come pista di gara e' stata usata la parte alta della Streif con arrivo sopra il salto della Hausbergkante. Gli spettatori erano in basso, nel grande stadio al traguardo della Streif, dove sono stati sistemati grandi schermi tv.

16:03Catalogna: ex ministro, ‘tutta Spagna deve fare autocritica’ (2)

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Durante l'incontro, Piqué ha sottolineato che "la Catalogna non vuole l'indipendenza" e che l'indipendentismo catalano ha radici molto lontane nel tempo. Dagli anni Ottanta "sono stati inseriti discorsi nella cittadinanza che hanno portato a pensare di poter raggiungere indipendenza", attraverso i media e "diminuendo la presenza della nazione spagnola". Questi "argomenti populisti" hanno convinto "buona parte della cittadinanza, ma non la maggioranza". Una dichiarazione di indipendenza è "possibile solo se si ha una maggioranza molto ampia, un riconoscimento internazionale, una classe dirigente affidabile, cose che non ci sono" in Catalogna. "Oggi la Spagna sta bene, ha superato la crisi, e questo rende ancora più contraddittoria la richiesta d'indipendenza". In ogni caso, "continua a essere una realtà che quasi metà della Catalogna pensa che l'indipendenza sia la scelta migliore. È nostra responsabilità capire cosa fare, per convincerli che la Spagna è un buon affare".

16:01Morto Gesualdi: i funerali domani alle 12 a Barbiana

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - I funerali dell'ex presidente della provincia di Firenze ed ex allievo di Don Milani Michele Gesualdi, si terranno domani a Barbiana alle 12. E' aperta invece dalle 12,30 la camera ardente, a Firenze nella sede dell'Opera della Madonnina del Grappa. Gesualdi è morto ieri pomeriggio nella sua abitazione a Calenzano dopo aver combattuto a lungo con la sla. (ANSA).

Archivio Ultima ora