Lazio, che rimonta in Turchia!

ISTANBUL – Due gol nello spazio di un minuto di Floccari consentono alla Lazio di rimontare il Trabzonspor e uscire indenne dall’Huseyin Avni Aker Stadyumu.

Nella seconda giornata del Gruppo J di Europa League, i Biancocelesti sono sempre costretti a inseguire ma portano via un prezioso 3-3 dalla Turchia grazie alla doppietta dell’attaccante, entrato nella ripresa.

Due volte avanti di due reti, la formazione guidata da Akçay è sembrata per lunghi tratti della partita in grado di conquistare la vittoria e restare in vetta a punteggio pieno nel girone. Ma con un buon secondo tempo e un finale rabbioso, la squadra guidata da Petković è riuscita a rimontare e strappare un ottimo 3-3, che ne mantiene l’imbattibilità europea e il primato in classifica.

Senza il bomber tedesco Klose e orfano degli infortunati Radu, Biava, Novaretti e Konko, Petković lancia per la prima volta da titolare Anderson e in attacco si affida a Perea; tra i turchi titolari i due ex giocatori del Chelsea, Bosingwa e Malouda, mentre il peso del reparto offensivo è sulle spalle del brasiliano Paulo Henrique.

In apertura c’è subito lavoro per Marchetti, costretto a opporsi al tiro da fuori di Erdogan. Ma al 12’ il Trabzonspor passa in vantaggio. Kıvrak si oppone a un tiro di Hernanes, la ripartenza dei padroni di casa è fulminante ed Erdogan, sull’assist di Paulo Henrique, fa esplodere il pubblico dell’Hüseyin Avni Aker Stadyumu. La Lazio va subito vicina al pareggio con Anderson, che impegna il portiere avversario, ma al 22’ arriva il raddoppio dei turchi.

Lulić perde banalmente un pallone, Mierzejewski lascia partire un gran sinistro da fuori area che – complice la deviazione di Cana – si infila ancora alle spalle di Marchetti. Lo stesso polacco fallisce poco dopo il terzo gol, ma al 29’ la Lazio torna in partita: Perea offre un ottimo assist per Onazi che con un tocco sotto supera Kıvrak e dimezza lo svantaggio.

E’ probabilmente il momento migliore dei Biancocelesti, che con Hernanes sfiorano il pareggio. Ma a dieci minuti dall’intervallo arriva il 3-1, una doccia fredda. Mierzejewski serve Paulo Henrique che, approfittando dello scontro tra Cana e Biglia, si gira e mette dentro. Prima del riposo c’è un’altra chance per Lulić, mentre a inizio ripresa viene annullata la rete di Ciani, visto che l’assistente dell’arbitro aveva segnalato che il pallone era uscito in precedenza.

Felipe Anderson va due volte vicino al gol, ma trova sempre sulla strada l’attento portiere avversario, mentre Petković getta nella mischia Floccari prima ed Ederson poi, che prendono il posto nell’ordine di Candreva ed Hernanes. Il Trabzonspor pensa soprattutto a difendersi, anche se crea due buone occasioni con il brasiliano Alanzinho che pecca però di precisione.
Paulo Henrique si divora il gol del poker, ma il finale è tutto di marca Lazio. Con Floccari protagonista. L’attaccante all’84’ fa centro di testa sugli sviluppi di un corner battuto dal giovane Keita, in campo da pochi minuti, e complice l’errore in uscita di Kıvrak. Un giro di lancette e il numero 99 si ripete, sull’ottimo assist di Perea. Finisce 3-3, i Biancocelesti con una prestazione di carattere impongono il pareggio al quotato Trabzonspor.