Brasile: paura in due stadi, torna allarme sicurezza

RIO DE JANEIRO. – Ancora scene di violenza e pericolo negli stadi del Brasile, paese che l’anno prossimo ospiterà i Mondiali di calcio e che torna nel mirino dell’attenzione pubblica a causa della questione sicurezza e ordine pubblico. A Natal – capitale del Rio Grande do Norte molto conosciuta dai turisti anche italiani – sabato scorso l’impianto ‘Frasqueirao’ era così pieno di gente da far vivere autentici momenti di panico a parecchi tifosi, tra cui intere famiglie con bambini al seguito. Varie persone sono rimaste schiacciate contro le transenne e l’arbitro è arrivato a scrivere nel suo rapporto che si è corso il ”rischio di morte”. Ciò nonostante, la partita valida per la serie B tra ABC e Palmeiras non è stata annullata, sollevando un vespaio di polemiche. Paura anche a Curitiba, nel Paraná: ieri, nel corso della stracittadina tra Atletico Paranaense e Coritiba, per il ‘Brasilerao’, la polizia si è scontrata con gruppi di tifosi arrivando a sparare proiettili di gomma. A causa del fuggi-fuggi generale non ha resistito la rete di protezione dello stadio di Vila Capanema, ma per fortuna non ci sono stati feriti gravi.