Camusso: “Sì sostegno alla povertà”

ROMA – Se il ministro del Welfare, Enrico Giovannini, sul reddito minimo “intendeva dire che sta lavorando ad un piano di inclusione rispetto alla povertà è assolutamente una iniziativa importante che può riordinare strumenti, come la social card, che si sono man mano districati”, afferma il leader della Cgil, Susanna Camusso, aggiungendo che “è evidente che una misura di questo tipo bisogna finanziarla, perché non siamo disposti a continuare a vedere, come abbiamo visto sulla cassa integrazione in deroga, che è il lavoro che paga tutte le misure e non ci sono mai risorse indirizzate a tutelare la povertà e il lavoro” stesso.