Profughi dalla Siria, Italia fuori dalla lista dei paesi ‘ospitanti’

Pubblicato il 09 ottobre 2013 da redazione

STRASBURGO – L’Italia che chiede solidarietà all’Europa per le ondate di migranti che arrivano a Lampedusa e in Sicilia, non è tra i paesi europei che hanno dato disponibilità ad accogliere 10.000 rifugiati siriani indicati dall’Unhcr come bisognosi di una protezione immediata. Solo nove paesi hanno risposto all’appello, come indicato dal vicepresidente della Commissione europea, Michel Barnier, parlando alla plenaria del Parlamento a Strasburgo a nome della Commissaria per gli affari interni Cecilia Malmstrom in visita a Lampedusa. “Germania, Finlandia, Austria, Danimarca, Ungheria, Lussemburgo, Svezia, Olanda e Irlanda”, ha elencato.

Dalla Commissione poi fanno notare che “in Italia comunque una quota di rifugiati arriva direttamente” ma il leghista Mario Borghezio si dice “basito” nel sentire che non siamo in quell’elenco e chiede che Barroso “ne chieda conto al presidente del Consiglio Enrico Letta”. E le cifre dell’esecutivo europeo comunque dicono che nei primi otto mesi del 2013 dalla Siria in Europa sono arrivati 19.625 richiedenti asilo, dei quali 6.495 sono stati accolti dalla Germania, 6.995 dalla Svezia e 350 dall’Italia. Numeri che non dicono nulla dell’immane emergenza siriana.

Barnier rilancia la stima dell’Onu: ci sono 3,5 milioni di rifugiati tra Libano, Giordania, Turchia e Iraq. E bisogna attendersi “un flusso ancor più massiccio”. Così il Parlamento europeo approva a maggioranza una risoluzione in cui chiede l’organizzazione di una conferenza umanitaria intergovernativa, che decida cosa fare, quanti aiuti e come distribuire il peso dell’assistenza da dare. Invito che Barnier accoglie, perché – come ormai dicono tutti in Europa, soprattutto dopo la catastrofe di Lampedusa – quella delle migrazioni economiche e dei richiedenti asilo di chi fugge le guerre “non è più questione nazionale ma europea”.

Ma oltre all’allarme per i rifugiati, in Europa torna a squillare il campanello d’allarme per il terrorismo. Perchè Barnier definisce “senza precedenti” il numero di europei che vanno a combattere in Siria e ricorda che “le reti” di tali ‘guerrieri’ “possono essere utilizzate per scatenare attacchi in Europa”. E chiude il suo intervento invitando a non abbassare la guardia:

– Dobbiamo restare vigili nei confronti dei cittadini europei che si spostano per andare a combattere in Siria.

Ultima ora

21:23Gerusalemme: sirene di allarme nel sud di Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Le sirene di allarme anti missili sono risuonate poco fa nel sud di Israele, nella zona della cittadina di Sderot non lontano dalla Striscia. Lo conferma l'esercito, citato dai media. Secondo questi ultimi ci sarebbe stato almeno un razzo dalla Striscia intercettato dall'Iron Dome.

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

21:10Calcio: Baldissoni “Roma patrimonio collettività,è una fede”

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "La storia della Roma ha un inizio, ma è senza fine. Questa squadra è patrimonio di una collettività e racchiude il capitale emotivo di una comunità. Parliamo di una storia che si aggiorna quotidianamente, perché le emozioni non muoiono mai. La Roma è una fede, una famiglia, è parte di tutti noi e lo sarà per sempre". Così il dg della Roma, Mauro Baldissoni, nel corso della presentazione del libro 'Dimmi cos'è', pubblicato per celebrare i 90 anni del club giallorosso. Il volume, a cura di Tonino Cagnucci e Luca Pelosi (casa editrice Skira), ripercorre la storia della Roma con illustrazioni, disegni d'autore, fotografie inedite. "Da quando è arrivata la nuova proprietà è stato creato un dipartimento dedicato all'archivio storico. Abbiamo fatto un lavoro incessante negli anni, recuperato e organizzato centinaia di migliaia di documenti, foto e oggetti - sottolinea Baldissoni -. Questo grande sforzo di raccolta è stato ora messo su carta, è fruibile da tutti e ne siamo estremamente orgogliosi".

21:09Uccise ladro: condannato a nove anni e quattro mesi

(ANSA) - BRESCIA, 13 DIC - La Corte d'Assise di Brescia ha condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario Mirco Franzoni, il 33enne che la sera del 14 dicembre 2013 a Serle, nel Bresciano, uccise in strada con un colpo di fucile ravvicinato il ladro di origine albanese Eduard Ndoj, che era entrato nell'abitazione del fratello. Il pm aveva chiesto 16 anni, sempre per omicidio volontario.

20:59Nuoto: Europei 25 metri, Scozzoli vince l’oro nei 50 rana

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Due medaglie per l'Italia nella prima giornata di gare dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri, in corso a Copenaghen. L'azzurro Fabio Scozzoli ha chiuso al primo posto la gara dei 50 rana con il tempo di 25"62, nuovo record europeo, che sottrae dieci centesimi al limite che lui stesso aveva stabilito nel 2013 in coppa del mondo a Berlino. Ha preceduto il russo Kirili Progoda, medaglia d'argento, e il britannico Adam Peaty, bronzo. La seconda medaglia è d'argento, conquistata dagli staffettisti della 4x50 stile libero. Luca Dotto, Lorenzo Zazzeri, Alessandro Miressi e Marco Orsi hanno chiuso in 1'23''67, dietro ai russi che si impongono in 1'23''23.

20:48Brasile: stampa, Temer in ospedale per serie esami urologici

(ANSA) - SAN PAOLO, 13 DIC - Il presidente del Brasile, Michel Temer, si sottoporrà oggi a una serie di esami urologici presso l'ospedale Sirio-libanese di San Paolo: lo rende noto la stampa locale. Il ricovero - precisano i media - era previsto per venerdì, ma sarebbe stato anticipato ad oggi su consiglio del medico curante del capo di Stato, il cardiologo Roberto Kalil Filho. Temer, che ha 77 anni, a fine ottobre aveva già subito un intervento chirurgico alla prostata.

Archivio Ultima ora