Credit Suisse, le famiglie Italiane sono più ricche delle tedesche

MILANO – Le famiglie italiane hanno mediamente meno soldi di quelle francesi e inglesi, ma sono più ricche di quelle tedesche, sempre che non si considerino i ‘paperoni’ con patrimonio sopra ai 50 milioni di dollari. In questo caso infatti il primato europeo spetta alla Germania. E’ quanto emerge dal Rapporto sulla Ricchezza Globale 2013 di Credit Suisse, che mette l’Italia in 13/a posizione quanto a patrimonio medio, e in 9/a posizione per numero di individui più facoltosi, mentre la Germania, che non rientra nella classifica dei primi 13, quanto a ricchi è terza al mondo, dietro a Usa e Cina.

Secondo la banca elvetica, a dispetto della crisi degli ultimi 3 anni, la ricchezza totale delle famiglie a livello globale è cresciuta del 4,9%, a 241.000 miliardi di dollari, pari 51.600 dollari per ogni adulto, raggiungendo il massimo storico per quanto riguarda il patrimonio netto medio. Prima è la Svizzera, con 513.000 dollari a testa per famiglia. Ma l’area più facoltosa è il Nordamerica, con una ricchezza complessiva cresciuta dell’11,9% a 78.898 miliardi di dollari, grazie alla ripresa dei prezzi delle case e ai rialzi del mercato azionario Usa. Negli Stati Uniti, poi, hanno casa 45.650 super ricchi, il 46,3% del pianeta, più che in Cina (5.831 paperoni, il 5,9% mondiale), Germania (4.501 milionari, il 4,6% del pianeta) e Svizzera (3.457, il 3,5% del totale).

La regione guida per ricchezza netta totale si conferma il Nordamerica che, per la prima volta dal 2005, ha superato l’Europa (+7,7% a 76.254 dollari). Scontano invece gli sbalzi valutari i giapponesi che, a seguito di un deprezzamento del 22% dello yen nei confronti del dollaro, hanno visto scendere il loro patrimonio familiare medio del 20,5% a 22.600 miliardi, trascinando all’ingiù la ricchezza totale della macro-area Asia-Pacifico (-3,7% a 73.900 miliardi di dollari). Al netto del Giappone, però, l’area è cresciuta del 6,2% a 51.300 miliardi di dollari. In Giappone, poi, i super-ricchi sono 2.885, il 2,9% del totale, meno che in Gran Bretagna (3.187, il 3,2% del totale), e più che in Francia (2.877, il 2,9%) e Italia (2.338, il 2,4%), rispettivamente in settima e ottava posizione.

Quanto all’Europa, con un dato medio di 154.900 euro, pari a 209.564 dollari, le stime di Credit Suisse indicano che la ricchezza delle famiglie in Austria, Germania, Irlanda e Olanda si avvicina al dato medio, superato invece di almeno il 20% in Italia e Belgio, e circa del 50% in Francia e Lussemburgo. In fondo alla classifica ci sono Spagna e Cipro, che raggiungono circa il 60% della media europea, mentre la Grecia è ferma al 50% ed Estonia e Slovenia raggiungono appena il 20%.

Di seguito, la tabella dei primi 13 Paesi al mondo per ricchezza media per adulto a metà 2013 in dollari Usa.

Paese                   Patrimonio                         variazione su 2012

Svizzera               513.000                                               +6,1%

Australia              403.000                                               +1,3% 3

Norvegia             380.000                                               +9,0% 4

Lussemburgo    315.000                                               +5,4%

Usa                        301.000                                               +11,4%

Svezia                   299.000                                               +14,6%

Francia                 296.000                                               +8,2%

Singapore           282.000                                               +6,8%

Belgio                   256.000                                               +8,7%

Danimarca          255.000                                               +10,1%

Canada                251.000                                               +2,4%

Regno Unito      244.000                                               +4,7%

Italia                      241.383                                               +5,6%.