VINO. Firenze, all’asta il meglio di Italia e Francia

FIRENZE. – Una singola bottiglia di La Tache Domaine de La Romanèe Conti 1990 a 2.400 euro, un lotto di 10 bottiglie di Chambertin Domaine Dugat-Py dal 1999 al 2010 a quota 8.200 euro, e ancora una bottiglia di Masseto 2001 della Tenuta dell’Ornellaia 2001 a 600 euro e due del 1986 (la prima annata prodotta) vendute rispettivamente a 1.300 e 1.200 euro, oltre a un Sassicaia Tenuta di San Guido 1985 battuto a 950 euro.

Queste alcune delle migliori aggiudicazioni all’Asta di vini pregiati e da collezione organizzati alla Stazione Leopolda di Firenze dalla casa Pandolfini, in occasione della presentazione delle guide de L’Espresso. Ben 180 i lotti per un valore di oltre 150 mila euro di vini tra il meglio dell’enologia italiana e francese. Tra i lotti italiani due bottiglie da sei litri di Ornellaia 2006 Tenuta dell’Ornellaia a 1.600 euro ciascuna, una doppiamagnum di Baffonero Rocca di Frassinello 2010 a 1.100 euro, due bottiglie da sei litri di Ornellaia 2006 Tenuta dell’Ornellaia a 1.600 euro ciascuna.

E ancora due lotti di 3 bottiglie di Sassicaia Tenuta di San Guido 1985 a 2.400 e 2.300 euro e tre bottiglie di Brunello di Montalcino Case Basse riserva Soldera 1990 a 850. Sul fronte francese 5 bottiglie di Chateauneuf du Pape Chateau Rayas (Rouge 1967 e 1978, e Blanc 2001 e 2003) sono state battuti per 2.200 euro, mentre due lotti di 12 bottiglie di Chateau Lafit Rothschild 1986 hanno spuntato rispettivamente 5.900 e 6.000 euro.