La notizia dell’interdizione di Berlusconi fa giro del mondo

ROMA.-  La terza Corte d’Appello di Milano, nel determinare in due anni di interdizione dai pubblici uffici la pena accessoria per Silvio Berlusconi, ha accolto in pieno la richiesta dell’avvocato generale Laura Bertolè Viale. I giudici, che depositeranno le loro motivazioni entro 15 giorni, nel riquantificare l’interdizione hanno ridotto di un anno il massimo della pena prevista dalla legge speciale relativa ai reati fiscali. In primo e secondo grado il Cavaliere, oltre ai quattro anni di carcere per frode fiscale, si era visto infliggere 5 anni di pena accessoria in quanto era stata applicata la legge ordinaria. Ma lo scorso primo agosto la Cassazione, pur avendo confermato la pena principale, aveva rinviato alla Corte d’ Appello il procedimento solo per la parte relativa alla rideterminazione della pena accessoria, ritenendo appunto si dovesse applicare la legge speciale.

Intanto la notizia fa il giro del mondo.

“Berlusconi privato della politica per due anni”. L’interdizione ai pubblici uffici inflitta oggi dalla Corte d’Appello di Milano a Silvio Berlusconi in seguito alla condanna per frode fiscale nel processo Mediaset irrompe sulla stampa mondiale e, dalla Gran Bretagna alla Germania, compare sui siti dei principali media internazionali, spesso in apertura. “Silvio Berlusconi riceve un divieto di due anni dai pubblici uffici” è il titolo della britannica Bbc che aveva riportato l’interdizione come “breaking news”. Interdizione che, oltremanica, compare anche sul Daily Telegraph mentre in Francia è in evidenza sui siti di Le Parisien e Le Figaro. Mentre il foglio economico Les Echos, questa mattina, presentava l’attesa decisione della Corte di Milano con un articolo intitolato “Ciao Silvio! Ma non ‘a presto'”. E l’interdizione del Cavaliere è in grande evidenza anche sulla stampa tedesca. “Due anni di divieto dai pubblici uffici ” titola la Bild mentre la notizia apre il sito della Frankfurter Allgemeine Zeitung, secondo cui il ricalcolo – per difetto – della pena dell’interdizione a due anni è “un sollievo” per l’ex premier. La Suddeutsche Zeitung, infine, osserva come la decisione possa comunque incidere sul voto del Senato per la decadenza del seggio del Cavaliere. “La giustizia impone a Berlusconi due anni di interdizione per frode fiscale” titola in Spagna El Pais mentre la notizia scavalca l’Atlantico comparendo sui siti degli statunitensi Washington Post e Fox News. Non solo. Dall’emittente panaraba Al Jazeera all’indiano Time of India l’interdizione del Cavaliere fa il giro dei cinque continenti. E a Mosca, il quotidiano russo in lingua inglese Russia Today titola: “Berlusconi schiaffeggiato con due anni di divieto dai pubblici uffici”.