Messico: assassinata leader Movimento campesino a Guerrero

SAN PAOLO. – La dirigente del movimento contadino messicano Organizacion campesina de la Sierra del Sur (Ocss), Rocio Mesino, è stata assassinata nello Stato meridionale di Guerrero. Un uomo armato le si è avvicinato e le ha sparato due colpi di pistola, ferendola ad una spalla. Il sicario l’ha poi finita con un colpo alla nuca, secondo il racconto di testimoni citati dalla stampa locale. Prima di allontanarsi, il killer ha minacciato i testimoni. ”State fermi e non fate niente o torno e vi ammazzo tutti”, ha detto. Rocio Mesino, che era stata anche candidata del Partito della rivoluzione democratica (Prd, di sinistra), si trovava nello Stato di Guerrero per prestare soccorso alle vittime del passaggio di una tempesta tropicale. L’attivista aveva fondato la Ocss nel 1995 dopo il massacro di Aguas Blancas, in cui 17 contadini vennero trucidati in una imboscata mentre andavano ad una manifestazione sindacale. Secondo il quotidiano La Jornada, il padre e la sorella di Rocio Mesino avevano denunciato più volte negli ultimi anni minacce ricevute dalla polizia e da gruppi paramilitari.

Condividi: