Siria. Super-spia di Erdogan nel mirino della stampa Usa

Pubblicato il 21 ottobre 2013 da redazione

ANKARA. – Per la stampa Usa e’ uno dei tre grandi ”spymaster”. La super-spia che – con il saudita Bandar Bin Sultan al-Saud e l’iraniano Qasem Soleimani – piu’ incide sulle convulsioni mediorientali e sulla crisi siriana, e anche l’uomo che sta facendo arrabbiare i dirigenti ameicani. Hakan Fidan, 45 anni, capo dei servizi segreti turchi del Milli Istihbarat Teskilati (Mit) e’ stato definito dal Wall Street Journal il ‘numero due’ turco, meno potente solo del premier Recep Tayyip Erdogan. Per la Washington Post e’ l’uomo che nel 2012 ha ‘venduto’ a Teheran 10 ‘spie’ iraniane di Israele. Il Wsj lo indica come ‘l’agente del traffico’ che decide dove e a chi vanno armi e aiuti destinati ai ribelli in Siria, prevalentemente ai Fratelli Musulmani, cugini politici del partito islamico Akp di Erdogan. Fidan e’ stato con il premier e con il ministro degli Esteri Ahmet Davutoglu uno dei tre dirigenti turchi che in maggio hanno incontrato Barak Obama alla Casa Bianca per parlare della Siria. Un colloquio teso, secondo la stampa turca, nel quale il presidente Usa si e’ lamentato del libero passaggio del confine concesso anche agli uomini di Al Qaida da Ankara, ossia da Fidan. Oggi piovono critiche sul governo turco per avere ‘chiuso gli occhi’ sui gruppi armati qaedisti – o peggio per averli aiutati – in base al principio che ‘chiunque combatta contro Assad va bene’. Accuse che i dirigenti turchi ufficialmente respingono. Il governo Erdogan ha reagito alle critiche facendo quadrato attorno a Fidan. Usa e Israele sono a disagio perche’ la Turchia fa una politica piu’ indipendente, ha detto il vicepremier Besir Atalay. La stampa pro-Erdogan ha denunciato una campagna di calunnie pilotata da Israele. Nonostante le scuse israeliane a Erdogan per l’attacco agli attivisti del Mavi Marmara nel 2010, la normalizzazione dei rapporti fra i due paesi e’ ancora lontana. Le critiche americane a Fidan arrivano in un momento in cui Ankara, secondo Milliyet, sta cercando di riequilibrare la sua politica siriana – un disastro secondo l’opposizione – davanti agli ultimi sviluppi: l’inarrestabile crescita di Al Qaida – al Nusra e Siis – che ha messo radici lungo il confine in una Siria del Nord ‘Afghanistanizzata’, l’avvicinamento fra Usa e Russia su Ginevra II, le vittorie militari di Assad, il crollo di rappresentativita’ dei ribelli ‘ufficiali’ dell’Els. Ankara sta marcando le distanze dai qaedisti, scrive Milliyet. Per la prima volta l’esercito turco ha bombardato nei giorni scorsi postazioni dei jihadisti a Azaz. L’espansione di Al Qaida in Siria del Nord contribuisce intanto a un nuovo afflusso di profughi in Turchia, rileva la stampa di Ankara. Ora sono piu’ di 600mila, di cui un terzo nei campi profughi lungo il confine. Ma circa 400mila vivono invece, in condizioni spesso molto precarie, nella grandi citta’ turche, anche nei parchi di Istanbul e Ankara, senza uno statuto di rifugiati ne’ assistenza, e con l’inverno che si affaccia.

(Francesco Cerri/ANSA)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora