A Palermo torna “I-Design”: In vetrina la creatività

PALERMO.- Mostre, conferenze, collezioni, installazioni. Torna per il secondo anno consecutivo ‘I-design’, la manifestazione, promossa da Assocultura Confcommercio, dedicata alla valorizzazione della cultura del disegno industriale internazionale, nonché delle aziende e dei professionisti che operano nel settore. Sette giorni, fino a domenica prossima, con un unico filo conduttore, il design, visto come strumento fondamentale per la rinascita di un territorio e come opportunità per i giovani. Un viaggio nell’eccellenza del design industriale in 21 luoghi di Palermo. Patrocinata dal ministero per i Beni e le Attività culturali, ‘I-design’ è realizzata con la collaborazione dell’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana, della Soprintendenza dei beni culturali, del Museo Riso, del Comune e dell’Università di Palermo, dell’Accademia di belle arti di Palermo, dell’Adi Sicilia, dell’Aiap (Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva), dell’Ordine degli architetti di Palermo e dell’Aipi (Associazione italiana progettisti d’interni). Anche quest’anno, poi, ‘I-design’ ospiterà la mostra di un designer storico. Grazie alla collaborazione della Soprintendenza dei beni culturali, della Fondazione Achille Castiglioni e del Museo omonimo, sarà presentata ‘A casa Castiglioni’, ovvero la casa secondo questo grande designer. All’interno del Castello della Zisa saranno  ricostruiti gli ambienti di un’abitazione e, per tutta la durata della mostra, sarà ospitata una performance curata dalla figlia di Achille  Castiglioni. Un racconto attraverso oggetti che hanno fatto la storia  del design. Per tutta la settimana sono, inoltre, previste conferenze tenute da designer siciliani che, durante il loro percorso professionale,  hanno saputo elaborare prodotti innovativi, sviluppati da realtà  imprenditoriali di fama internazionale. Le conferenze saranno curate e organizzate dall’Associazione Flavio Beninati e dall’omonimo Archivio. Previsti anche incontri a cura dell’Associazione italiana progettisti  d’interni.

Al centro dei dibattiti la progettazione degli interni nelle  strutture ospedaliere, con particolare attenzione ai reparti  oncologici; l’uso innovativo di materiali tradizionali quali il marmo, il ferro e il legno, a cui si aggiunge la presentazione di  un’imbarcazione di alto profilo, realizzata con tecnologia ”Swath”,  usata in ambito militare. Quest’ultimo incontro è curato dalla  Soprintendenza del Mare e dal Cantiere dei Sassi di Bergamo. Grazie alla partecipazione di studi di  progettazione, aziende e designer, vetrine ed esercizi commerciali del centro storico di Palermo saranno animate con esposizioni e  installazioni. Tra queste, quelle della Rinascente che, nella prima  edizione ha ospitato il progetto ‘Wonderland’ curato dalla designer  milanese Eliana Maria Lorena, dedicato alla storia di ‘Alice nel paese delle meraviglie’.

Per la seconda edizione della kermesse, invece, le vetrine del  megastore faranno da cornice a ‘Colors’, dedicato all’attività di  ricerca sulle mappe cromatiche, di cui la stessa Eliana Maria Lorena  è esperta. Una ricerca condotta dalla nota designer, un’originale  esposizione di oggetti e arredi inseriti in un’esplosione di colori,  ciascuno con un proprio significato. Sono i colori dei monitor e della sintesi additiva accompagnati da una serie di pezzi di design,  divenuti vere e proprie icone.

(siciliainformazioni)

Condividi: