Cabello: “Empresa que se pare, vamos a tomarla”

Pubblicato il 04 novembre 2013 da redazione

COJEDES- El vicepresidente del Partido Socialista Unido de Venezuela, Diosdado Cabello, mantuvo reunión con los integrantes de las Unidades de Batalla Hugo Chávez (Ubch) del estado Cojedes.

Manifestó que en Venezuela hay 13.683 integrantes de las Unidades de Batalla Hugo Chávez (Ubch) y que cada una de ellas está constituida por 40 personas para dar un total de 547.320.

“547.000 patriotas que están allí para defender la revolución bolivariana, no se confundan con nosotros señores amargados, cuidado que se ponen a llamar a paro a empresas” advirtió a la oposición venezolana al tiempo que aseguró que “Empresa que se pare en cualquier lugar, las Ubch y el pueblo trabajador a la calle a tomarlas”.

En otro orden de ideas, Diosdado Cabello instó a los candidatos y candidatas socialistas para las elecciones municipales del próximo 8 de diciembre a comprometerse con el pueblo para trabajar en conjunto con las autoridades regionales y nacionales de la Revolución Bolivariana, como un solo gobierno.

“Su compromiso no puede ser ni con grupos políticos, ni económicos, ni con el pasado. El compromiso es con el pueblo de cada uno de los municipios”, recalcó el dirigente, tras señalar que es el pueblo venezolano el que tiene derecho a exigir el compromiso de las autoridades.

Al rememorar los casos de corrupción en los que se ve inmersa la derecha y el desgobierno en el estado Miranda, Cabello llamó al pueblo imaginarse qué pasaría en las localidades si la oposición triunfa en los comicios del 8-D o si sobrepasa en números a la Revolución Bolivariana. “Sería triste para el pueblo de Venezuela, se dedicarían solo a conspirar y hacer riquezas entre ellos”, dijo.

Cabello recordó el caso de Óscar López Colina, miembro de Primero Justicia (PJ) y director de Despacho de la Gobernación de Miranda, quien es investigado por blanqueo de capitales.

Trilogía del mal
Cabello enfatizó que hay que seguir identificando a los integrantes de la llamada “trilogía del mal”. “Hay que ponerle cara al fascismo” compuesto por “el esquizofrénico de Leopoldo López, la señora María Machado, aunque a ella le gusta que le digan María Corina, porque María suena muy pueblo, y el asesino Henrique Capriles”.

“Ellos son los que trabajan para dejar al pueblo sin comida, sin luz, sin agua (…)Esa es una receta que les dio el malnacido de JJ Rendón. El pueblo sabe quiénes son, pero necesita recordar”, acotó.

El viepresidente del Psuv advirtió que si la oposición atenta contra Nicolás Maduro, “habrá una respuesta inmediata (…) Cuando el pueblo salga, sabe adónde va a ir”.

Aseguró que el oficialismo no espía a nadie, como en caso de Estados Unidos. “Nosotros no espiamos a nadie, pero sabemos lo que ustedes (oposición) hacen. Es imposible no saberlo, porque dejan el rabo afuera. Nosotros sabemos dónde viven, qué hacen y con quienes se reúnen”, dijo.

Señaló que María Corina Machado viajó a “escondidas” recientemente a Colombia. “Ni su mamá sabía que ella estaba allá. Que desmienta que pertenece a la trilogía del mal, que la tienen en Estados Unidos con el tridente más alto”, aseveró.

Sobre el Viceministerio de la Suprema Felicidad, Cabello bromeó y dijo que a la oposición “no le gusta eso, porque son unos amargados. Ustedes le hablan a ellos de felicidad, y es como si le mostrara al diablo agua bendita”.

Celebró la designación de un viceministro para coordinar todas las misiones. “Nos hubiésemos preocupado si ellos (la oposición) comienzan a hablar de felicidad para el pueblo. Para la derecha los pobres son una cifra, no tienen rostro”.

“Acompañamos ese viceministerio y lo acompañaremos en la calle para llevar la máxima felicidad a nuestro pueblo”, reiteró.

Ultima ora

09:52Riciclaggio e frodi, Dia sequestra beni per 20 mln euro

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Dalle prime ore di questa mattina, la Sezione operativa Dia di Bologna, coadiuvata dai Centri operativi di Bari, Firenze e Napoli, dalle Sezioni operative di Lecce e Salerno e dai Nuclei di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ravenna e Foggia, sta dando esecuzione, nelle province di Ravenna, Foggia e Taranto, a 7 provvedimenti di cattura e contestuali decreti di sequestro per un patrimonio complessivo di 20 milioni di euro, emessi dal gip di Ravenna, nonché a numerosi decreti di perquisizione disposti dalla Procura di Ravenna. L'operazione, denominata 'Malavigna', ha permesso di ricostruire l'operato di un sodalizio criminale, specializzato nel riciclaggio di ingenti capitali di provenienza illecita e nelle frodi fiscali perpetrate mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, capeggiato da un imprenditore ravennate e da pregiudicati contigui alla criminalità organizzata operante nella provincia di Foggia.

09:34Ex calciatore ucciso: fermati un uomo e una donna

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - Due persone, un uomo e una donna, sono state sottoposte a fermo per l'omicidio e la soppressione del cadavere di Andrea La Rosa, 35enne milanese ex calciatore di serie C e neo direttore sportivo del Brugherio calcio (Monza), scomparso il 14 novembre scorso. I due sono stati interrogati a lungo dai carabinieri dopo che nel bagagliaio dell'auto di cui la donna era alla guida era stato rinvenuto, ieri, il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa. La vettura era stata notata dai militari lungo la Milano-Meda, all'altezza del Comune di Varedo. L'auto era ferma, la donna stava tentando di liberarsi del cadavere.(ANSA).

09:00Molestie: Usa, Dustin Hoffman accusato da altre due donne

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - Dustin Hoffman sempre piu' nella bufera, con nuove accuse di molestie sessuali rivolte da diverse donne. Una di queste racconta di essere stata abusata quando aveva solo 16 anni in un hotel di New York. Cori Thomas, questo il nome della ragazza, era allora una compagna di classe della sorella dell'attore che invito' le due ragazze nella sua stanza d'albergo per una cena. Quando la sorella di Hoffman ando' via - racconta Thomas - l'attore si ando' a fare una doccia e ritorno' con indosso solo un asciugamano che all'improvviso si tolse facendosi vede nudo. Hoffman chiese poi alla ragazza di massaggiargli i piedi. Un'altra donna, Melissa Kester, racconta invece come l'attore prese la sua mano e la infilo' nei suoi pantaloni mentre erano nello studio di registrazione. Hoffman, 80 anni, vincitore del premio Oscar, e' stato gia' accusato di molestie nelle settimane scorse dall'attrice Anna Graham Hunter che all'epoca dei fati, nel 1985, aveva 17 anni.

08:55Casa Bianca, Trump ha parlato al telefono con Putin

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Il presidente americano Donald Trump ha parlato al telefono nelle ultime ore col presidente russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Casa Bianca, che per il momento non informa sui contenuti del colloquio telefonico.

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

Archivio Ultima ora