Un digiuno da interrompere per Tévez

TORINO – L’attaccante della Juve Carlos Tévez sa che stasera potrebbe essere il giorno ideale per interrompere un digiuno di gol in Champions League che dura da quattro anni. I bianconeri hanno bisogno di battere il Real Madrid per tornare in corsa nel Gruppo B.

L’argentino è a secco nella massima competizione continentale per club dal 7 aprile 2009, quando andò a segno con il Manchester United nel 2-2 casalingo contro il Porto. Visto il terzo posto della Juve nel Gruppo B, a sette punti dal Real Madrid capolista, il 29enne attaccante non potrebbe scegliere occasione migliore per lasciare il segno. “E quello che spero – ha dichiarato nella conferenza della vigilia -. Non mi ero accorto di essere a secco da così tanto tempo. Spero che domani sia il giorno giusto per interrompere un digiuno di quattro anni”.

La vena realizzativa in Champions League non è di certo un problema per il suo ex compagno di squadra a Old Trafford, Cristiano Ronaldo, che arriva allo Juventus Stadium con un bottino di sette reti dall’inizio della fase a gironi. “Conosciamo le qualità di Cristiano Ronaldo. E’ un grande calciatore, dobbiamo lavorare per limitarlo – ha dichiarato Tévez, che ha lasciato lo United per il Manchester City nel 2009 -. Ronaldo è un calciatore fenomenale, ma non lo invidio”.

In vista di un duello serrato per il secondo posto nel girone, e con il Galatasaray determinato a dare seguito al 3-1 ottenuto in casa contro il Copenaghen, la Juventus non può permettersi di concentrarsi sulle battaglie individuali. La squadra di Carlo Ancelotti si qualificherebbe matematicamente per gli ottavi di finale vincendo allo Juventus Stadium. Sebbene gli spagnoli abbiano battuto 2-1 la Juventus al Santiago Bernabéu alla terza giornata, Tévez sa che il fattore campo può essere decisivo. Tuttavia, è consapevole che il risultato finale dipende in buona misura da lui e dai suoi compagni.

“Mi aspetto una gara difficile, come al Bernabéu. Avremo il sostegno dei tifosi che è sempre molto importante, ma in campo andremo noi e dovremo cercare di ripetere la prestazione di Madrid”.

“Il Real Madrid è forte, non c’è dubbio, ma le ultime tre partite sono altrettante finali per noi. Dobbiamo vincerle tutte. Questa partita vale una finale e come tale dobbiamo giocarla. Spero sia una partita spettacolare per tutti”.

Condividi: