S.Agata brinda con Falanghina a ‘concittadino’ Bill

S. AGATA DEI GOTI (BENEVENTO).- La lunga notte è stata vissuta attimo per attimo con il sorriso e con i calici pronti a brindare. A Sant’Agata dei Goti, il piccolo centro campano dal quale negli anni ’20 emigrò negli Usa il nonno materno del neosindaco di New York, la vittoria di Bill è stata festeggiata con un cincin di spumante di Falanghina, il più noto tra i vitigni locali. E gli auguri inviati attraverso l’oceano sono stati ricambiati dall’illustre conterraneo: “Grazie e avanti” è stato il messaggio inviato da De Blasio alla pronipote di S. Agata Roberta Mongillo poco prima salire sul palco per i ringraziamenti. La lunga maratona “Bill for Mayor” ha portato una piccola folla di persone, tra cui tanti giovani, a scendere in piazza e tifare per il candidato democratico per tutta la notte. Nella sala dell’ex cinema, messa a disposizione del comitato spontaneo dei cittadini dal sindaco Carmine Valentino, decine di fans hanno seguito in diretta lo scrutinio per poi brindare. Molto apprezzato il messaggio inviato alla Mongillo, così come il riferimento alle radici italiane nel discorso di ringraziamento fatto da De Blasio. “I contatti – spiega la pronipote – continueranno nei prossimi giorni, anche perché alcuni della mia famiglia e, penso, una delegazione istituzionale del comune di S. Agata dei Goti parteciperanno alla cerimonia ufficiale di insediamento di Bill il prossimo primo gennaio”. “Bill – tiene a precisare il primo cittadino Valentino – non è lo ‘zio d’America’: per noi santagatesi, come per molte persone del Sud, rappresenta un modello da imitare, soprattutto per i tanti giovani che, purtroppo, sono costretti ad emigrare in cerca di lavoro e per realizzare i loro sogni”. “De Blasio – continua ancora Valentino – non ha mai dimenticato le sue origini, tanto che nel discorso di questa notte ha salutato gli italiani e, in particolare, la nostra comunità. E’ stato un momento toccante non solo per me ma anche per i tanti giovani che affollavano la sede del comitato spontaneo sorto tra i caratteristici vicoletti della nostra cittadina, tappezzata nelle ultime ore di striscioni e locandine ‘pro Bill'”. “E’ presto – dice poi Arturo Mongillo, cugino del neo sindaco di New York – per sapere quando Bill verrà in Italia e nel Sannio, anche se ipotizzo una data in primavera. Una cosa però è certa: lo porteremo allo stadio San Paolo a vedere un incontro di calcio del Napoli, squadra che segue sempre in televisione”. Ma a S. Agata dei Goti, che nelle prossime settimane conferirà la cittadinanza onoraria a De Blasio, come deciso due mesi fa, si pensa di realizzare un progetto capace di attirare il turismo americano e, in particolare, quello newyorkese, non solo nella cittadina sannita ma nel resto della regione Campania. Ed è proprio su questa idea che a breve il sindaco Valentino e il presidente della giunta regionale Stefano Caldoro potrebbero mettersi al lavoro e magari confrontarsi entro la fine dell’anno con il neo sindaco della “Grande Mela”. (Mimmo Ragozzino/ANSA)