Fiorentina rimonta il Pandurii e si qualifica

FIRENZE – Quando sembrava destinata a subire la prima sconfitta in Europa League dopo tre successi di fila la Fiorentina è riuscita negli ultimi dei minuti della partita a ribaltarla e a battere il Pandurii con i gol di Matos e Borja Valero e gli assist di Cuadrado.

Una vittoria che vale la qualificazione ai sedicesimi della competizione con due turni di anticipo e mantiene i viola in testa al proprio girone a punteggio pieno. E’ successo tutto nel finale: all’86’ il ventenne attaccante brasiliano Matos ha spedito in rete, con un tocco rapinoso, un preciso passaggio del colombiano tornato al suo ruolo naturale, e non contenta di aver acciuffato il pari quando la gara pareva compromessa e segnata dalla prodezza realizzata da Pereira nel primo tempo, una semirovesciata spettacolare che aveva trafitto l’esordiente Munua, la Fiorentina ha trovato la forza di rimontare e vincere. E’ stato Borja Valero, entrato a inizio ripresa, già a segno sabato scorso a San Siro contro il Milan, a trafiggere Mingote (protagonista di ottimi interventi) sempre su assist di Cuadrado.

Comprensibile la soddisfazione di Montella e delle centinaia di tifosi al seguito della squadra: anche quando non brilla, anche quando fatica, anche quando è in emergenza (tra i viola mancavano Rossi, Pizarro, Ambrosini, Gomez) questa Fiorentina non tradisce mai.

Lo svantaggio subito al 32’ del primo tempo, dopo un buon approccio al match e un fallo di Christiu su Iakovenko che avrebbe meritato il rosso, ha complicato più del previsto la serata dei viola che a quel punto hanno iniziato ad attaccare a testa bassa ma finendo per trovare spesso un muro e concedere contropiedi pericolosi agli avversari che in più di un’occasione hanno sfiorato il raddoppio.

Insomma, la partita pareva stregata per la Fiorentina anche dopo l’ingresso di Ilicic dopo 40 giorni di stop. Poi però, nel finale la squadra di Montella ha trovato i guizzi vincenti. A conferma di tenere e onorare davvero questa competizione.