L’importanza dell’amicizia tra i nostri due paesi

CARACAS.- Sará una visita breve, di un solo giorno, quella che fará in Venezuela il sottosegretario agli Esteri con delega all’America Latina, Mario Giro, ma sará una visita molto significativa. Si inserisce nel solco di una strategia del nostro Ministero degli Esteri, di consolidare le relazioni con il Venezuela, paese importante per numerose ragioni, prime fra tutte perché in esso vive una comunità molto grande e integrata.

La visita in Italia del Presidente del Venezuela NicolásMaduro e del Ministro degli Esteri Elias Jaua è stata l’occasione per restituire nuova vitalità alle relazioni tra i due paesi.

La Ministra degli Esteri Emma Bonino e il Ministro Jaua in quell’occasione hanno tracciato un’agenda di incontri per analizzare vari temi all’interno dei quali hanno avuto un ruolo importante anche le richieste portate avanti dalla nostra collettività.

La visita del sottosegretario Mario Giro ribadisce l’interesse dell’Italia a mantenere vivi i rapporti con un paese con il quale esistono antichi vincoli di amicizia, relazioni economiche e culturali e nel quale risiede una grande e attiva collettività italiana.

Il sottosegretario porterà al Ministro Elias Jaua l’invito della Ministra Bonino affinché partecipi, insieme agli altri Cancellieri dei paesi sudamericani, alla Xª Conferenza Italia-America Latina. L’invito è aperto anche ad altri ministri, ove fosse considerata opportuna, da parte del governo venezuelano, la loro presenza in Italia.

La Conferenza Italia-America Latina è diventata negli anni l’evento piùsignificativo per quanto riguarda le relazioni tra l’Italia e i paesi dell’America Latina e dei Caraibi. Quest’anno è stata organizzata in stretta collaborazione con gli ambasciatori latinoamericani riuniti nell’IILA (Istituto Italo Latino Americano) a dimostrazione del desiderio di costruire insieme un cammino di collaborazione che rafforzi ulteriormente le relazioni tra l’Italia e quest’area del mondo.

L’edizione che si svolgerà a dicembre a Milano si concentrerà sui temi riguardanti lo sviluppo delle piccole e medie imprese e delle politiche pubbliche per lo sviluppo territoriale, area nella quale l’Italia ha consolidato una positiva esperienza che sarà mostrata nel corso della Conferenza. Saranno anche toccati temi di grande attualità e interesse come quello del progetto di integrazione attraverso le reti elettriche del gruppo italiano Terna e la partecipazione all’Expo Milano 2015. La presentazione del gruppo Terna avrà come obiettivo quello di illustrare le linee direttive del sistema italiano di regolamentazione e di sicurezza nella trasmissione dell’energia elettrica. Questo innovativo sistema potrebbe offrire gli strumenti per dare un forte impulso all’integrazione dei mercati latinoamericani favorendo anche il coinvolgimento delle piccole e medie imprese del settore.

Per quanto riguarda Expo 2015 sarà presentato ai partecipanti il tema dell’evento che ha come titolo: “Alimentare il pianeta; Energia per la vita.”

Saranno presenti agli incontri importanti esponenti del mondo politico, economico e bancario italiano oltre che i rappresentanti del Consiglio e della Commissione europea, e una qualificata rappresentanza degli enti locali. È prevista anche la presenza dei rappresentanti delle piú importanti banche regionali dell’America Latina come per esempio il Banco interamericano di sviluppo, la Corporazione Andina di Fomento (CAF) e il Sistema economico latinoamericano e del Caribe (SELA).

Il sottosegretario Mario Giro ha espresso il desiderio di incontrare per un breve saluto il Ministro Elias Jaua e il Vice Ministro per l”Europa Calixto Ortega, il Presidente della Commissione di Energia e Petrolio, deputato Fernando Soto Rojas, il Presidente della Commissione Permanente di Politica Interna e del Gruppo parlamentare di Amicizia Italia-Venezuela, deputato Elvis Amoroso, il Ministro per la Pianificazione Economica Jorge Giordani, che è anche copresidente del Consiglio di Cooperazione Italo-Venezuelano e il Ministro del Potere Popolare per il Trasporto Terrestre Haiman El Troudi.

Come abbiamo avuto modo di dire in una intervista fatta al sottosegretario qualche mese fa, Mario Giro è un politico con grande esperienza nelle aree piú delicate e difficili del mondo, esperienza costruita all’interno di un’organizzazione come la Comunità di Sant‘Egidio che non persegue il potere ma esporta solidarietà. Il suo impegno richiedeva grande sensibilità e coinvolgimento personale. Aspetti importanti per tutti noi che viviamo in Venezuela, paese che abbiamo scelto come seconda patria decisi a condividerne le vicende positive e negative, ma che abbiamo bisogno di sentire vicina l’Italia affinché si faccia eco delle nostre preoccupazioni e delle nostre richieste. Una maggiore collaborazione tra l’Italia e il Venezuela portata avanti con sensibilità umana e attenzione verso le nostre problematiche, è molto positiva per la nostra comunità. La Ministra Emma Bonino e il sottosegretario Giro lo sanno e hanno dato una risposta positiva alle nostre istanze.

Condividi: