Italianissimo: La Settimana della Lingua Italiana a Porlamar

PORLAMAR. – In occasione della celebrazione della settimana internazionale della lingua italiana il Vice Consolato d’Italia a Porlamar ha organizzato, insieme all´Università dell’isola di Margarita e l’Istituto Italiano di Cultura a Caracas, un evento che è stato chiamato “Italianissimo”, svoltosi presso la sede dell’università con l’obiettivo di condividere con gli studenti e tutta la comunità Neospartana, la cultura, l’arte, la lingua, la poesia, la  letteratura, il cinema, la gastronomia e tutte le abitudini della nostra Italia.

Quest’anno  la giovinezza  è stato il tema centrale

La  cerimonia d’apertura è avvenuta alla presenza del Viceconsole d’Italia a Porlamar, Dott. Piero D’Elisio, accompagnato dal suo staff del Consolato, il Vice Rettore Accademico dell`Unimar, Jose Miguel Caminos, la coordinatrice di Lingue Moderne Jacinthe Plourde, il Presidente Onorario del Centro Italo di Nueva Esparta, Albino Fragola,  e alcuni rappresentanti della comunità italiana.

Il Dott. D’Elisio ha colto l’occasione per distaccare l’influenza che ha avuto  la lingua italiana nel patrimonio culturale del mondo. Inoltre ha voluto mettere in risalto che “le attività culturali come queste fortificano i lacci spirituali dei connazionali che si trovano all’estero con la madre patria, e promuovono in Venezuela e nella nostra comunità italo-venezuelana l’amore e il culto per la cultura Italiana.”

In seguito, la professoressa Cosetta Falasco, Presidente della Fondazione Culturale Internazionale El Puente, ha dato inizio all’esposizione d’arte, il cui montaggio è stato effettuato con la  collaborazione del Museo Francisco Narvaez. La mostra è stata allestita con  opere di diversi artisti d’origine italiana e artisti locali che rappresentano vivamente l’italianità, come Alfonso Ventura, Anna Maria Mazzei, Antonella Sigilo, Augusto Pulini, Carolina Coppola, Elizabeth Conroy, Italo Fuente, Assunta D’Elisio, Marisa Gherardi, Iris Mendoza Gámez e l’invitato speciale Marco Miliani. A questo riguardo il Viceconsole ha definito il concetto d’italianità “come  il marchio della nostra nazione, analizzato attraverso molte caratteristiche diverse e classificabili, a grande linee, in associazioni mentali, sensoriali, emotive e razionali”. Stando ad alcuni studi, la decomposizione semantica di queste categorie mostra alcune specifiche del marchio ITALIA (Guerini, 2002): Sensoriali: Arte, cultura, cibo, moda, automobili; Emotive: vacanze, bel tempo, buon cibo, bellezza amicizie; Razionali: linguaggio, storia. A seguire la Professoressa Falasco ha effettuato la sua esposizione riguardante “La Spiritualità dell’arte”.

Durante il secondo giorno è stato presentato un concorso di canto in onore alla musica italiana, di cui sono risultati vincitori Johann Salvatori e Dionella Salgado con le loro conmoventi interpretazioni.

La terza giornata ha avuto inizio con l’esposizione del Prof. Marco Porta, denominata “Parlare Italiano, un’esperienza d’insegnamento ed apprendimento della lingua italiana come seconda lingua” durante la quale è stata sottolineata l’importanza dello studio e acquisizione di competenze della lingua italiana, come strumento della comunicazione universale. Dopodiché  nell’ora di pranzo, il Vice Consolato d’Italia ha dato inizio alla Feria Gastronomica Italiana, offerta gratuitamente con la collaborazione di connazionali, studenti e professori che hanno contribuito all’elaborazione e preparazione di piatti tipici regionali italiani. Tra i quali lasagne, bagna cauda, colomba pasquale, tiramisú, millefoglie, penne all’arrabiata, pasta al pesto, pasta alla panna, focaccia, pizza, ragú alla bolognese e tramezzini donati generosamente dalla comunitá italiana, studenti dell’accademia di lingue e sponsor come il ristorante Dolce Vita e la  gioielleria Ivan. Infine gli studenti hanno realizzato brevi saggi  di lezioni d’italiano per dimostrare come sia composta e strutturata una lezione d’italiano tipica effettuata nell’accademia.

Il quarto giorno dell´evento è stato dedicato alla poesia e letteratura italiana. Si sono svolti recite di poesie e brani letterari italiani. Hanno participato Yosdeiry Pernia, Cosetta Falasco, Jacinthe Plourde, Daniela Rojas, Viky Cornia, Aliana Sanz e Jesus Gago. Infine la professoressa Cosetta Falasco ha analizzato aspetti della vita del drammaturgo e scrittore italiano Luigi Pirandello, premio Nobel della letteratura.

Durante tutta la settimana nella sala di conferenze 1 dell´università sono stati proiettati una serie di film italiani, entrata gratuita, grazie all’interesse della Dott.ssa Luigina Peddi, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Caracas. I film più applauditi sono stati  Mine Vaganti, Gianni e le donne, Bar Sport, Benvenuti al Sud e Nassuno mi puó giudicare.

L’ultimo giorno, l’evento si è concluso con la consegna dei diplomi agli studenti che hanno superato il livello elementare (A1, A2) del quadro di riferimento europeo per la lingua Italiana, durante il quale Il Vice Console Piero D´Elisio ha preso la parola per motivarli a continuare i loro studi  d’italiano. Non sono mancate parole di riconoscimento ai professori che con il loro sforzo e professionalità contribuiscono ogni giorno alla crescita delle scuole italiane. Poi la laureanda Reina Briceño ha rivolto ai presenti un discorso anche a nome dei suoi compagni di studio. Infine il Prof. Francesco Marino ha pronunciato un bellissimo discorso dedicato ai suoi studenti, mettendo in risalto la propria esperienza nell’insegnamento della lingua italiana. Dopodiché la professoressa Jacinthe Plourde, organizzatrice principale di tutto l’evento, ha manifestato la sua gratitudine complimentandosi con tutti per l’eccellente risultato della settimana della lingua italiana. Infine la presidente della Fondazione culturale El Puente, Cosetta Falasco, ha presentato l’artista ed invitato speciale Marco Miliani con il quale si è concluso l’atto.

 

Condividi: