Anniversario dell’Agenzia Consolare d’Italia a Barinas

BARINAS.- Il Vice Console di Barinas, Giuseppe Gherardi, in carica da appena due anni, da sempre ha avuto il sogno di avviare un processo di integrazione tra gli italo-venezuelani residenti a Barinas ed il Belpaese usando come strumento la cultura italiana.

– Sin dall’inizio ho cominciato a stabilire rapporti con le persone piú in vista della collettivitá e cosí mi sono reso conto che era stata dimenticata da molti anni dalle autoritá italiane. C’era bisogno di riporre tutto il proprio affetto per ricucire tutta una serie di rapporti e ridare fiducia a questa gente.

E cosí Gherardi si mise al lavoro per capire quale fosse il centro degli interessi della maggior parte, il punto d’incontro in cui tutti si potessero riconoscere. E quale poteva essere se non lo sport nazionale del calcio?.

Cosí in occasione della celebrazione dei 60 anni della Agenzia Consolare d’Italia a Barinas, Gherardi ha organizzato un torneo di calcetto che si é svolto nei campi della locale Casa d’Italia. Questo torneo è il primo di altri che sono in agenda nel futuro, sempre con l’obiettivo di avvicinare i connazionali ad un maggior rapporto con la cultura italiana.

In questo torneo i team non avevano una classificazione in base all’età. Nel campionato hanno partecipato 72 giocatori tra bambini e adulti. Il più piccolo aveva 13 anni ed il maggiore contava con 52 anni. La vera importanza era trovare una integrazione tra la società italo-venezuelana e la cultura italiana, ed anche il calcio forma parte di quel talento italiano in cui tutti si riconoscono.

Gherardi era molto sorpreso per il risultato ottenuto con il calcio. «Quando ho visto l’elenco dei giocatori sono rimasto stupito dalla quantità di persone che stavano partecipando. C’erano persone che avevano anni senza andare al club»

L’ambiente festivo era rallegrato da musica italiana mentre il cronista, un giovane italo-venezolano, faceva la cronaca delle partite.

Tra i presenti c’erano la Dott.sa. Jessica Cupellini, Console d’Italia a Caracas; il Dott. Nello Collevecchio, rappresentante del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), che si é incaricato della premiazione e la consegna del trofeo alla squadra vincitrice.  Erano presenti presenti anche il deputato Miguel Angel León, presidente del Consiglio Legislativo di Barinas; Angelo Ragone, ex presidente della Federazione Sportiva dei Club Italo-Venezuelani (Fedeciv) e della Federazione delle Associazioni Civili Italo-Venezuelane (Faiv); ed il Sig. Vincenzo La Rocca, Presidente del Club Italiano a Mérida.

Nell’occasione la console Jessica Cupellini ha rivolto alcune parole ai presenti mettendo in risalto come “per me fosse molto importante essere presente oggi in questa attività commemorativa dei 60 anni della nostra Agenzia Consolare a Barinas. Vi prometto che presto tornerò per stare piú tempo insieme ed ascolatare i vostri problemi e le vostre necessitá cercandone insieme le soluzioni ed avere incontri anche con le autoritá locali di Barinas”.

Il successo di questa iniziativa sicuramente sará di stimolo per l’Agenzia Consolare d’Italia ad organizzare nuove iniziative e giá si pensa ad un campionato di domino ed uno di carte da gioco.

Yessica Navarro

Condividi: