L’Associazione dei Marchigiani venera la Vergine Lauretana

CARACAS.- La Madonna di Loreto, chiamata anche Vergine Lauretana, è la statua venerata nella Santa Sede. La sua peculiarità è il volto scuro, comune alle icone più antiche, dovuto spesso al fumo delle lampade ad olio e delle candele.

Secondo la tradizione, tra il 9 e il 10 maggio 1291, quando i crociati furono espulsi definitivamente dalla Palestina, le pareti in murata della casa della Madonna furono trasportate “per ministero angelico”, prima in una località istriana, a Tersatto (nell’odierna Croazia) e poi fu rimossa e redificata in una località di lauri (da cui il nome di Loreto) presso Porto Recanati la notte del 10 dicembre 1924. Il Santuario di Loreto conserva infatti, oggi comprovato dalle ricerche storiche e archeologiche, la casa nazaretana della Madonna.

Tuttavia, la statua della Vergine Lauretana è una copia giacché l’originale fu distrutta da un incendio nel 1921.

Ogni anno, la notte del 10 dicembre, sulle colline delle Marche si accendono innumerevoli fuochi che ritrasmettono alla gente il messaggio dell’Annunciazione che ridà speranza all’umanità. Culto che è replicato in molti altri santuari in tutto il mondo.

La Santa Casa e la Madonna Nera di Loreto sono una delle principali destinazioni di nel pellegrinaggio della Cristianità.

Anche in Venezuela c’è una particolare venerazione per la Madonna di Loreto che viene onorata in particolare dalla comunità dei marchigiani in Venezuela riuniti nell’omonima Associazione dei Marchigiani – Alma Lauretana che questo sabato 16 novembre ha celebrato l’incoronazione della Madonna di Loreto presso la chiesa “San Juan Bosco”.

Il padre Pablo Stocco ha presieduto l’atto liturgico che è cominciato con la preghiera del Santo Rosario. Di seguito si sono recitate le litanie lauterane e  alla fine il sacerdote ha dato la benedizione ai fedeli presenti.

Conclusa la messa, la presidentessa dell’Associazione Marisela Nepi ha distribuito ai presenti santini della Vergine Lauretana con la preghiera trascritta sia in spagnolo che in italiano.

Con questa cerimonia la comunità Italo-Venezuelana ha dato ancora una volta fede della devozione verso la Santa Vergine Lauretana.

Yessica Navarro & Arianna Pagano

Condividi: