Italia-Russia: vertice Trieste per rilancio cooperazione

Pubblicato il 20 novembre 2013 da redazione

MOSCA. – Accordi governativi, alcuni dei quali innovativi a livello europeo come il ‘Corridoio Verde’ doganale, intese economiche alla presenze dei top manager di grandi aziende, lancio ufficiale dell’anno incrociato del turismo, confronto su temi internazionali come Siria e Iran, con sullo sfondo forse anche Alitalia: è un menù ricco quello del prossimo vertice intergovernativo italo-russo, martedì prossimo a Trieste, dove si incontreranno il premier Enrico Letta e il leader del Cremlino Vladimir Putin accompagnati da una decina di ministri. Un summit che il giorno prima sarà preceduto a Roma dalle visite ufficiali del presidente russo al Papa e al capo dello Stato Giorgio Napolitano, con cena al Quirinale e dopocena privato a palazzo Grazioli ospite di Berlusconi, non senza aver salutato nel pomeriggio anche un altro ”vecchio amico”, Romano Prodi. A Roma Putin sbarcherà con il ministro degli esteri Serghiei Lavrov. L’ultimo vertice si tenne a Soci nel 2010. Poi solo rinvii, per varie contingenze politico-elettorali nei due Paesi. Ma il dialogo e la cooperazione sono proseguiti, con un interscambio che a fine anno dovrebbe superare i 26 miliardi di euro (+11%) e un export oltre gli 11 miliardi di euro (+15%): valori superiori a quelli record del 2008, prima della crisi. ”Si tratta quindi di un’occasione di particolare rilevanza per fare il punto su quanto fatto in questi tre anni e soprattutto per intensificare a tutti i livelli relazioni già eccellenti”, ha osservato l’ambasciatore a Mosca Cesare Maria Ragaglini presentando i temi del vertice alla stampa italiana e russa. ”La Russia è un Paese fondamentale per il nostro sistema economico, molte aziende italiane si sono salvate perché hanno avuto l’intuito e la capacità di sbarcare in questo mercato, che continua ad avere grandi potenzialità nonostante la flessione della crescita legata alla crisi”, ha proseguito. ”Il vertice servirà a rilanciare ulteriormente la cooperazione bilaterale, in particolare nelle infrastrutture, nell’ industria della difesa e aerospaziale, in quella farmaceutica, nella meccanica, nei beni strumentali, nelle nanotecnologie”, ha aggiunto, sottolineando anche la sostanziale sintonia dei due Paesi in politica estera, dalla Siria all’Iran: temi di cui discuteranno Letta e Putin, insieme ai rispettivi ministri degli esteri. Non è da escludere che durante il summit si discuta anche dell’eventuale interesse di Aeroflot per Alitalia. Da Trieste il premier italiano e il presidente russo lanceranno ufficialmente anche l’anno incrociato del turismo, con la firma da parte dei ministri competenti dei rispettivi programmi: per l’Italia potrebbe essere una manna, dato che il crescente numero di visitatori russi ha salvato il nostro settore dalla crisi in questi ultimi anni. Tra gli accordi da firmare, quello tra le due dogane per il ‘Corridoio verde’, che grazie alla certificazione della dogana del Paese di partenza consentirà di ridurre tempi e costi dello sdoganamento nel Paese importatore per tutti i tipi di merce, favorendo in particolare il nostro export: ”L’accordo, applicabile su richiesta delle aziende, avrà una prima fase pilota ed è stato indicato dalle dogane russe come modello a livello europeo”, ha sottolineato Ragaglini. Alla firma anche un accordo tra Poste italiane e Poste russe per una piattaforma congiunta per E-commerce e Express mail service (Ems), con la partecipazione di Selex (Finmeccanica): quest’ultima azienda, tra l’altro, è stata l’unica al mondo ad aver risposto ad una offerta per la rapida realizzazione di un centro di automazione postale all’aeroporto moscovita di Vnukovo, che verrà inaugurato il 25 novembre dal premier Medvedev, alla vigilia del summit. In programma inoltre intese in materia agricola e sanitaria e, forse, anche un accordo per il mondo del lavoro, il primo del genere in Europa, per allargare e agevolare i flussi di lavoratori (e studenti) tra i due Paesi. Il vertice sarà affiancato dal Foro delle società civili, con un media forum a Roma (presenti Bonino e Lavrov) e un business forum a Trieste con i top manager di grandi aziende (tra cui Eni, Enel, Finmeccanica) al quale interverranno anche Letta e Putin dopo la ”colazione plenaria” in prefettura e la conferenza stampa congiunta.

Ultima ora

17:28Calcio: Pjanic, Roma? Proveremo a batterla

(ANSA) - TORINO, 18 DIC - "Conosco bene la Roma, sa quello che vuole e sta facendo un ottimo campionato, sono una squadra importante di cui si parla poco". Tocca all'ex di turno Miralem Pjanic, protagonista nella bella vittoria di Bologna con un gol su punizione, parlare dei giallorossi, avversario della Juventus nel big match di sabato sera all'Allianz Stadium. La squadra di Di Francesco "ha tanta qualità - spiega il centrocampista bosniaco nell'intervista rilasciata a Jtv e anticipata sul sito ufficiale della società -. Giocheremo in casa nostra, il pubblico sarà importantissimo e proveremo a vincere". Prima, però, c'è un turno di Coppa Italia da superare, con i bianconeri impegnati mercoledì contro il Genoa. "Vogliamo farla nostra, il mister ce l'ha ripetuto anche oggi, puntiamo a vincere tutto - dice Pjanic -. Non sarà una partita semplice, ma da vincere assolutamente".

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

Archivio Ultima ora