Il Caracas vince il “Clásico” e allunga le mani sul titolo

CARACAS – Il “clásico del fútbol venezolano” se lo aggiudica il Caracas: i ‘rojos del Ávila’ grazie alla carica in più del fattore campo stendono il Deportivo Táchira e mantengono la vetta della classifica a due giornate dal termine. Il successo dei capitolini porta la firma di Roberto Tucker dal dischetto. Ora la squadra allenata dall’italo-venezuelano Eduardo Saragò è al comando della classifica con 32 punti, gli stessi del Mineros, ma favoriti dalla differenza reti e dallo scontro diretto. All’Olimpico di Caracas, capitolini e Deportivo Táchira, si giocano una fetta di campionato nello scontro diretto. Sono separate da tre lunghezze a poche giornate dal termine.

C’è il tutto esaurito (18.644 spettatori) e l’attesa è febbrile. Questa volta in campo non ci sono i fratelli González: “Maestrico” tra gli aurinegros e “Mágico” nel Caracas.  Ci sono gli italo-venezuelani Ricardo Andreutti nei ‘rojos del Ávila’ e Giacomo Di Giorgi negli aurinegros, una sfida nella sfida. La gara viene decisa da Roberto Tucker che al 71’ sblocca il risultato dal dischetto.

Questo è stato solo il primo di tre incontri che metterà di fronte le due formazioni più blasonate della Primera División nel giro di una settimana. Il Caracas si gode l’ennesima giornata di gloria, mentre per il Táchira è l’ennesima delusione. Ma entrambe le squadre hanno già voltato pagina, il pensiero rivolto all’incontro di Copa Venezuela in programma domani sera.

“Abbiamo vinto questo match, questo clásico, è una cosa buona, pero già dobbiamo pensare al prossimo clásico: quello di Coppa Venezuela. Sono gare diverse. Adesso stiamo parlando di una finale, e dobbiamo ottenere un buon risultato a San Cristobal”  ha detto Saragò a fine gara.

Il Mineros de Guayana ha festeggiato con una vittoria il suo 32º compleanno superando con un netto 3-0 l’Atlético Venezuela. I marcatori per la compagine neroazzurra sono stati: Rafael Acosta 40’ e Zamir Valoyes 70’ e 94’. La formazione allenata da Richard Paez mantiene ancora speranze di aggiudicarsi il campionato.

Nuovo passo falso del Carabobo, questa volta viene battuto in casa per 1-0 dal Zamora. Il  cecchino dei granata è stato Juan Falcon al 41’. La sconfitta interna fa svanire i sogni di gloria del Carabobo, fino a pochi giorni fa capolista del torneo.

Il Deportivo Anzoátegui espugna il campo del Llaneros, con un gol di Edwin Aguilar al 65’. La compagine orientale ha ancora qualche possibilitá di vincere il campionato. Come dato curioso troviamo che nessuna squadra ha vinto il torneo con tre sconfitte alla spalle e il Danz ha nel suo score proprio tre ko (Lara, Aragua e Mineros).

Hanno completato il quadro della 15ª giornata: Aragua-Petare 2-1, Estudiantes-Tucanes 3-1, Zulia-Yaracuyanos 1-0, Deportivo La Guaira-Deportivo Lara 0-0 e Trujillanos-Atlético El Vigía 4-0.

Fioravante De Simone

 

Condividi: