Berlusconi fuori dal Parlamento. Decadenza, ok dal Senato

ROMA – Il Senato ha dichiarato decaduto Silvio Berlusconi da senatore. Lo ha annunciato in Aula il presidente Grasso subito dopo che l’Assemblea aveva respinto tutti e nove gli ordini del giorno presentati.

– Essendo stati respinti tutti gli ordini del giorno presentati in difformità dalla relazione della Giunta per le Immunità che proponeva di non convalidare l’elezione di Berlusconi la relazione della Giunta deve intendersi approvata -. Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso confermando la decadenza del Cav da senatore. A prendere il posto di Silvio Berlusconi al Senato è il primo dei non eletti in Molise per il Pdl Ulisse Di Giacomo.

– Abbiamo appena convalidato l’ elezione di Ulisse Di Giacomo, primo dei non eletti in Molise nelle liste del Pdl – haaffermato Dario Stefano presidente della Giunta -, che subentra a Berlusconi. Ho convocato la riunione qui al Senato ed eravamo in numero legale. Grasso mi ha chiesto di farlo perché domani c’è l’Aula e serve la completezza del plenum

Dal canto suo, Silvio Berlusconi, prima del voto aveva parlato in piazza del Plebiscito eaffermato ai tantissimi simpatizzanti e militanti di Forza Italia:

– E’ un giorno amaro e di lutto per la democrazia. Il Senato di sinistra con il suo potere ha ordinato al tempo di fare freddo. La magistratura vuole, la magistratura via giudiziaria al socialismo contro il capitalismo borghese. Quando la sinistra non è al potere la magistratura fa di tutto per farla tornare al potere. Noi siamo moderati. Si sono scagliati contro questa manifestazione ma vogliamo tranquillizzarli: questa è una manifestazione legittima e pacifica.