Consegnato il premio “Comites Hannover 2013”

HANNOVER  – Nella serata del 6 dicembre scorso si è tenuta ad Hannover la sesta edizione del Premio Comites. Alla manifestazione hanno preso parte numerose Autorità, tra cui il nuovo borgomastro di Hannover Stefan Schostok, il vice presidente del Parlamento regionale della Bassa Sassonia Klaus-Peter Bachmann, il vicepresidente della provincia di Hannover Angelika Walther, il portavoce dei Verdi in seno al Parlamento Anja Piel, il decano del corpo consolare e console onorario del Togo Gerd Nelke, il Console generale turco Mehmet Günay ed un folto pubblico proveniente da tutta la Bassa Sassonia, che ha riempito la sala della Leibniz Haus (circa 140 persone).

 

La serata è stata aperta dal saluto ai partecipanti dal nuovo Oberbürgermeister di Hannover, Stephan Shostock, che nel suo discorso ha messo in risalto l’engagement del sindaco Strauch e l’importanza raggiunta da questo ambito premio, che il Comites di Hannover assegna annualmente a cinque cittadini che si sono distinti sia nel sociale, nelle professioni e nella politica. È seguita una breve presentazione di un video preparato da Claudio Provenzano sulle molteplici attività del Comites.

La manifestazione, introdotta da Laura Todescato, responsabile culturale del Consolato generale, è proseguiti con il saluto del Console generale d’Italia, Gianpaolo Ceprini, che ha ricordato come la serata sia da anni frutto della integrazione e della collaborazione tra le istituzioni tedesche e quelle italiane, in particolar modo il Comites di Hannover ed il suo presidente Giuseppe Scigliano.

Il vice Presidente del Parlamento della Bassa Sassonia, nel portare il saluto del Parlamento, ha elogiato sia la collettività italiana – che non solo è ben integrata sul territorio ma si è sempre distinta per la sua laboriosità – che il Comites per l’iniziativa particolarmente seguita che premia coloro che effettivamente si sono impegnati.

Ha poi portato il suo saluto Angelika Walther che, in rappresentanza della Provincia di Hannover, ha ringraziato per il coinvolgimento in questa manifestazione della sua istituzione.

Il presidente Giuseppe Scigliano nel ringraziare i presenti ha sottolineato con orgoglio il “crescente interesse verso questo premio che, come moto, va destinato annualmente a cinque persone selezionate per merito”. Scigliano ha quindi ceduto la parola a Chiara Santucci che ha letto le motivazioni di ogni premio assegnato, cui è stato dedicato anche un brano di musica classica eseguito al piano forte dalla bravissima pianista Claudia Rinaldi.

Quest’anno il premio Comites 2013 è stato assegnato a Nico Iaria (imprenditore in ambito della gastronomia), Isabella Parisi Stumpe (medico), Bernd Strauch (uno dei sindaci di Hannover), Filiz Polat (parlamentare regionale dei Verdi), Immacolata Glorsemeyer (Parlamentare regionale della SPD) e sono stati eseguiti i brani: Tarantella e canzone (Liszt), Sonata No 5 – Andante (Galuppi), Pink Panther (Mancini), Casta Diva (Bellini), Saltarello Romano (Hensel) e Fantasia di “Forza del destino” di Verdi.

Ai due parlamentari – Filiz Polat e Immacolata Glorsemeyer – il vice presidente Bachmann ha conferito un premio aggiuntivo da parte del Parlamento quale “evidente riconoscimento dell’impegno profuso nella loro attività parlamentare”.

I premi sono stati consegnati dal Console generale e dal Presidente Scigliano e consistevano in una medaglia del Senato italiano – ottenuta su sollecitazione del Sen. Claudio Micheloni (Pd) – e da un diploma in cornice.

Particolarmente originale il fine serata nel quale il presidente del Comites, facendosi portavoce del suo organismo, ha voluto ringraziare il console Ceprini per quanto ha realizzato a favore della collettività italiana facendogli conferire la nomina di “sommelier ad honorem” dalla Scuola Internazionale Europea per sommelier. Grande la gioia del Console che non si aspettava una sorpresa finale così originale.

– Ciò che ho potuto fare per la collettività – ha detto Ceprini – lo devo anche ai miei Collaboratori, quanto alla mia esperienza di degustatore essa nasce da quando pigiavo il vino nell’azienda di famiglia.

Hanno consegnato le insegne il presidente della scuola, Arcangelo Tommasello, ed il sommelier Daniela Cellai. Molti sorrisi ed applausi da parte dei presenti che hanno mostrato grande apprezzamento per la serata che si è conclusa con un “vino d’onore” offerto dal Console generale e dal Presidente del Comites.

Scigliano ha infine ringraziato i consiglieri Claudio Provenzano ed Elena Sanfilippo per il loro pregiato lavoro per la riuscita della manifestazione.