Renzi incassa primi risultati; Cuperlo sarà il presidente del Pd

Pubblicato il 13 dicembre 2013 da redazione

ROMA  – A meno di una settimana dalla vittoria alle primarie, Matteo Renzi può rivendicare già i primi risultati. Lo spostamento, fortemente voluto, della legge elettorale dal Senato alla Camera; il colpo battuto dal governo sul fronte del finanziamento ai partiti e, non ultimo, l’ok, di Gianni Cuperlo a presiedere l’Assemblea del Pd. L’ingresso della sinistra alla guida di uno degli organismi dell’apparato è un buon viatico per una gestione più unitaria del partito dopo che il candidato ex Ds aveva scelto di non indicare propri esponenti per la segreteria.

E’ una decisione che Cuperlo ha maturato superando le sue prime resistenze e frutto anche di un pressing della sua area, in particolare i ‘giovani turchi’ e nato anche da alcuni colloqui col neo-segretario. Il sì è arrivato anche per salvaguardare l’unità del gruppo che si è coagulato attorno al suo nome e del quale è determinato a mantenere comunque la guida. Anche se c’è già chi pronostica che, a questo punto, partirà una corsa alla conquista della leadership della sinistra del partito.

Il sindaco, dunque, galvanizzato anche dai sondaggi che vedono i Dem in crescita, può ben dirsi soddisfatto dei primi giorni a Largo del Nazareno. E’ la ‘cura-Renzi’ a governo e partito, dicono i suoi. Del resto il neo-leader Dem sa che i primi mesi della sua segreteria sono cruciali e ha bisogno di segnali tangibili da subito. Per carattere morde il freno e già prima delle primarie mostrava di non voler mettere troppi limiti alle proprie ambizioni.

– Rifaremo l’Italia da capo a piedi – diceva in un colloquio a metà novembre per il libro ‘Matteo il conquistatore. La vera storia di un’ascesa politica’. E ancora:

– Il Pd incalzerà il governo ogni giorno perchè le riforme si facciano seriamente e gli italiani tornino a fidarsi della politica.

Il segretario, tra l’altro, fa capire che sui temi che ha a cuore non mollerà la presa: sulla riforma del Porcellum i suoi stanno già predisponendo un testo che sarà depositato, probabilmente, già la prossima settimana alla Camera e non avrebbe rinunciato alla ‘sorpresina’ sul fronte del finanziamento pubblico preannunciata a Beppe Grillo (si vocifera addirittura di qualche forma di restituzione dei fondi visto che – di fatto – l’abolizione tout court secondo il dl governativo scatterà solo nel 2017). L’annuncio promesso arriverà all’Assemblea di domenica a Milano. La prima dell”era Renzi’ che dovrà votare anche gli oltre 120 componenti della nuova direzione insieme alla presidenza.

Dopo che Cuperlo ha sciolto la riserva, quindi, dovrebbe venire votato all’unanimità alla guida dell’organismo. La scommessa per il principale competitor di Renzi alle primarie, a questo punto, è quella del mantenimento della guida della ‘sua’ area anche da un organismo per definizione ‘di garanzia’. C’è già, infatti, chi sospetta i ‘giovani turchi’ (che hanno tra i nomi ‘forti’ il ministro Andrea Orlando o il vice ministro Stefano Fassina), della volontà di prendersi la guida dell’area di sinistra dalla quale riaprire il dialogo con Renzi.

Ultima ora

21:03Stadio Roma: verso ok con prescrizioni

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Si terrà domani l'ultima riunione della conferenza dei servizi sullo stadio della Roma. I pareri delle istituzioni coinvolte giunti alla Regione Lazio, a quanto si apprende, delineano uno ok all'impianto a Tor di Valle con prescrizioni. La riunione di domani si preannuncia articolata in quanto dovrà dirimere le eventuali contraddizioni tra le diverse prescrizioni arrivando ad una quadra unitaria. E' possibile infatti che la riunione non termini domani ma prosegua in altra giornata. Dopo il parere favorevole annunciato ieri dal Comune, anche la Città Metropolitana fa sapere che domani consegnerà in "un parere unico di assenso". I tecnici della ex Provincia hanno espresso "pareri con prescrizioni e condizioni che gli stessi dipartimenti e servizi ritengono tecnicamente superabili, il che ha consentito l'espressione di un parere unico di assenso", spiega la Città Metropolitana.

20:57Figc: Cairo, il calcio italiano va rifondato velocemente

(ANSA) - TORINO, 23 NOV - "Il calcio va rifondato velocemente". Lo ribadisce il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine della presentazione del Corriere Torino, il nuovo dorso torinese del Corriere della Sera, in edicola da domani. "Fare previsioni è molto difficile - aggiunge il patron dei granata -. Intanto, vediamo come va l'assemblea in Lega calcio e se riusciamo a eleggere i nostri organi di governo. Da lì tutto conseguirà. Tavecchio ha dato le dimissioni e credo ci siano 90 giorni di tempo per convocare l'assemblea, per cui vedremo come evolveranno le cose".

20:56Azzurri: l’auspicio di Tronchetti Provera

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - "Mi auguro che la Nazionale azzurra riprenda un cammino che le permetta di essere competitiva come meritano tutti i tifosi italiani". E' l'auspicio per il futuro del calcio italiano fatto da Marco Tronchetti Provera, ad Pirelli, intervenuto sul tema a margine della premiazione per gli Oscar di bilancio 2017, in programma a Milano.

20:52Corea Nord:’16 obiettivi nel mirino, da Casa Bianca a Tokyo’

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Se la Corea del Nord decidesse di lanciare un attacco nucleare preventivo, avrebbe almeno 16 obiettivi da colpire. Lo stima uno studio del think-tank European Council on Foreigni Relations (Ecfr) basato su materiale e fonti nordcoreane. In cima all'elenco le "maggiori città statunitensi", "Manhattan, la Casa Bianca e il Pentagono", i maggiori centri della Corea del Sud e quelli del Giappone -incluse Tokyo e Seul - le basi americane nel Pacifico, così come le portaerei a capacità nucleare. Lo studio avverte tuttavia che, secondo le fonti nordcoreane, l'approccio di Pyongyang al nucleare è parte di una strategia "difensiva" e non "offensiva".

20:36Calcio: Ranieri, lite a distanza con Domenech

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Con Raymond Domenech la polemica è sempre dietro l'angolo. Stavolta la lite a distanza è con Claudio Ranieri, al quale l'ex ct francese ha dedicato un tweet velenoso, dopo averlo in passato osteggiato, ritenendolo troppo anziano per guidare una squadra della Ligue 1: "Alla fine la strategia del doppio pullman Mercedes non ha fatto meglio delle piccole 2 cv", con tanto di faccina sorridente e risultato (4-1, riferito alla sconfitta del Nantes del tecnico romano contro il PSG). "Le critiche le accetto, perché aiutano a crescere, ma dipende anche da chi le fa - ha replicato Ranieri - Non accetto, però, l'ironia dal capo della nostra categoria. Non c'è etica nel suo comportamento. Domenech magari lo ascolto, se c'è da parlare di pullman. Oppure di teatro. Ma non certo quando si parla di calcio. In realtà, ne ho già parlato troppo. Io sulla panchina dell'Italia? Penso che prenderanno qualcun altro. Sto bene qui e penso solo al Nantes".

20:32Tumori inesistenti: Ordine medici apre indagine interna

(ANSA) - NUORO, 23 NOV - L'Ordine dei medici Nuoro-Ogliastra apre un'indagine interna sui fatti che riguardano la dottoressa di Tertenia Alba Veronica Puddu, di 48 anni, dopo la bufera mediatica scatenata dalla trasmissione Tv Le Iene, in onda domenica scorsa: la professionista avrebbe curato "tumori inesistenti" e altre patologie, nel suo studio di medicina estetica, con gli ultrasuoni. Alcuni pazienti sarebbero morti, mentre un pensionato avrebbe perso una gamba. "Prima di decidere su eventuali provvedimenti disciplinari - spiega all'ANSA la presidente dell'Ordine Maria Giobbe, che ieri sera ha convocato il direttivo - abbiamo deciso di approfondire la questione che non può essere liquidata in due ore di riunione. Abbiamo già chiesto a Mediaset di poter acquisire il filmato integrale della trasmissione. Inoltre vorremmo sentire sia i pazienti sottoposti a queste cure sia la stessa dottoressa". Alba Veronica Puddu ha già dato la sua versione e si è difesa: "Non ho mai diagnosticato tumori all'inviato delle Iene e non ho dato assenso alla pubblicazione del filmato, che è stato manipolato - ha raccontato ieri all'ANSA -. Ho dato mandato al mio legale per tutelarmi nelle sedi opportune". L'Ordine dei medici era già a conoscenza di alcune delle cure prescritte dalla dottoressa Puddu. "Le prime segnalazioni erano arrivate nel 2015 - ricostruisce la presidente -. Ciò che era arrivato alla nostra attenzione in quell'occasione non riguardava tumori o patologie gravi, ma cose di minor peso. Per questo motivo l'Ordine non ha dato corso a provvedimenti. Per contro i fatti più gravi li stiamo apprendendo in questi giorni dalla stampa, non dai pazienti e familiari interessati. Per questo è d'obbligo da parte nostra un serio approfondimento". (ANSA).

20:16Calcio: Roma, Pallotta crede allo scudetto

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "Stiamo ancora provando a fare una squadra da scudetto, ma penso che questa sia forte abbastanza per vincerlo". Parola di James Pallotta. Il presidente della Roma confessa alla rivista Usa 'Sports Illustrated' le ambizioni giallorosse, anticipando anche una buona notizia riguardante l'impianto di proprietà di Tor di Valle: "Credo che venerdì avremo l'approvazione e l'annuncio per lo stadio da parte della Regione. Potrebbe essere un bel regalo di Natale". "Per quanto riguarda il campionato "penso che anche negli ultimi due anni eravamo abbastanza forti. Quando Spalletti è arrivato ed è rimasto imbattuto nelle ultime 17 partite, non eravamo così lontani. E nell'ultima stagione siamo finiti 4 punti dietro (alla Juventus, ndr). Stiamo diventando più tosti come squadra", sottolinea Pallotta descrivendo la Serie A come un torneo al livello degli altri massimi campionati europei per stile e gioco espressi. È un campionato molto difficile - dice il presidente della Roma - e penso che possiamo vincere".

Archivio Ultima ora