Bachelet ripete: fisco, educazione e Costituzione gli obiettivi

Pubblicato il 16 dicembre 2013 da redazione

SANTIAGO DEL CILE – Dal trionfo elettorale, che l’ha incoronata presidente del Cile per la seconda volta, alla sfida del cambiamento lanciata alla società cilena. Michelle Bachelet, che  è stata la prima presidente donna del suo paese, l’ha messo in chiaro nel suo primo discorso dopo l’annuncio della vittoria al ballottaggio delle presidenziali, con il 62% dei voti, che l’ha riportata alla Moneda.

– E’ arrivato il momento di cominciare a fare trasformazioni di fondo –  ha detto, confermando l’intenzione di usare il suo nuovo mandato per lanciare importanti riforme strutturali.

Fedele alle proposte fatte in campagna elettorale, una Bachelet sorridente ha sottolineato anzitutto la necessità di definire “una Costituzione che diventi quel patto sociale nuovo, moderno e rinnovato che il Cile chiede e di cui ha bisogno”, per sostituire la carta fondamentale approvata durante la dittatura di Augusto Pinochet.

Nel ringraziare i giovani per l’appoggio ricevuto nelle urne, Bachelet ha evidenziato anche l’importanza del loro “desiderio di costruire un sistema educativo pubblico, gratuito e di alta qualità”.

– Il lucro non può essere il motore dell’educazione, perché i sogni non sono un bene del mercato, sono un diritto di tutti – ha scandito la presidente.

Il terzo asse della sua proposta riformista è il fisco: secondo Bachelet deve allo stesso tempo garantire una maggiore uguaglianza tributaria e contribuire in modo cruciale al finanziamento della riforma dell’educazione.

Mentre erano ancora in corso i festeggiamenti per la vittoria elettorale della Nuova Maggioranza – la coalizione che appoggia Bachelet comprende socialisti, democristiani e comunisti – gli analisti si chiedevano quante sono le possibilità reali che questo ambizioso programma possa essere attuato con il Parlamento eletto nel novembre scorso, lo stesso giorno del primo turno delle presidenziali.

Il cammino non è tutto in discesa. Per varare la riforma dell’educazione, per esempio, è necessaria una maggioranza qualificata di quattro settimi nelle due camere, pari a 68 deputati e 22 senatori. Questo significa, per la Nuova Maggioranza, assicurarsi un voto in più tanto alla camera dei deputati come al senato. Nella camera bassa Bachelet non dovrebbe avere difficoltà per reclutare uno dei deputati indipendenti – l’ex leader studentesco Giorgio Jackson, per esempio – ma al Senato si vedrà obbligata a negoziare con l’unico indipendente, Carlos Bianchi, che già nel 2007 le assicurò l’appoggio per varare la riforma del trasporto pubblico a Santiago.

Per una riforma fiscale non sono necessarie maggioranze particolari, ma per un cambiamento della Costituzione è richiesto il sì di tre quinti degli eletti. Ciò rappresenta una doppia sfida per Bachelet che dovrà negoziare con una opposizione di centrodestra che ha difeso a spada tratta l’attuale Carta fondamentale e affrontare la crescente diffidenza dell’elettorato cileno verso la classe politica. All’alto tasso di astensione (59% al ballottaggio, 52% al primo turno) si è aggiunta la campagna condotta da associazioni senza legame con i partiti, per obbligare il governo a convocare un’Assemblea Costituente per garantire ai cittadini che una eventuale riforma non sia il risultato di accordi di convenienza fra le forze politiche.

Ultima ora

12:56Incidenti stradali: investe e uccide 65nne poi fugge, preso

(ANSA) - BRESCIA, 15 DIC - È stato identificato e denunciato per omicidio stradale un automobilista bosniaco che la notte scorsa ha travolto e ucciso poco prima di mezzanotte a Esine un uomo di 65anni di Artogne, nel Bresciano, Giovanni Battista Fontana, per poi allontanarsi senza prestare soccorso. La vittima, che era a piedi, era stata trovata a terra agonizzante nei pressi dell'ospedale di Esine. Nessun testimone ha assistito all'incidente. L'automobilista è stato individuato e bloccato grazie ai filmati di alcune telecamere fisse. Deve rispondere di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga dopo incidente.(ANSA).

12:56Tennis: Itf Dubai, Errani sconfitta in semifinale

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Si ferma in semifinale la corsa di Sara Errani nel torneo Itf di Dubai (100 mila dollari di montepremi, cemento), negli Emirati Arabi Uniti: la 30enne romagnola, numero 143 del ranking mondiale, è stata sconfitta per 6-1 6-4 dalla svizzera Belinda Bencic, numero 98 Wta e quinta testa di serie. L'altra finalista è la croata Ajla Tomljanovic, numero 130 del ranking mondiale e settima testa di serie, che ha superato per 6-2 6-3 un'altra svizzera, Stefanie Voegele.

12:48Ubi: pm Bergamo, a processo tutti i 31 imputati

(ANSA) - BERGAMO, 15 DIC - Il pm di Bergamo Fabio Pelosi ha insistito nella richiesta di rinvio a giudizio per 31 imputati (30 persone fisiche e la stessa banca) per il caso Ubi. La Procura, nel corso dell'udienza preliminare, ha chiesto il processo, tra gli altri, per il banchiere Giovanni Bazoli e per il consigliere delegato Victor Massiah. Le accuse sono di ostacolo agli organismi di vigilanza e di presunte interferenze illecite in vista della formazione dell'assemblea del 2013. (ANSA).

12:43Nuoto: bene azzurri a Europei, Panziera in finale 200 dorso

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Buona mattinata per gli azzurri ai campionati europei di nuoto in vasca corta, in corso a Copenhagen. Margherita Panziera ha guadagnato la finale dei 200 dorso, con il quarto tempo, giungendo seconda in batteria alle spalle della campionessa ungherese Hosszu. Finale conquistata anche per le ragazze dei 200 farfalla, Alessia Pirozzi e Ilaria Bianchi. Grande risultato anche per le staffettiste della 4X50 sl, che vincono la batteria davanti a Francia e Polonia in 1.37"74 e volano in finale con il quarto tempo. In semifinale Arianna Castiglioni e Martina Carraro nei 100 rana. Semifinale raggiunta anche per Luca Dotto e Marco Orsi nei 50 sl uomini. Nei 100 rana maschili in semifinale Luca Pizzini, che vince la sua batteria e fa il primato personale in 58"93, anche se spaventa il 56"663 con cui l'olandese Kammkinga ha vinto la quarta batteria. In semifinale nei 100 rana anche Fabio Scozzoli in 57"31 e Nicolò Martinenghi, quest'ultimo con il tempo di 57"78 nuovo primato personale. (ANSA).

12:40Terrorismo: algerino arrestato dal Ros in stazione Foggia

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Arresto a Foggia per terrorismo internazionale: un cittadino algerino, Yacine Gasry, è stato rintracciato e fermato dai Carabinieri del Ros nella stazione ferroviaria della città in esecuzione di un provvedimento dell'Ufficio esecuzione penale della Procura generale di Napoli. L'uomo è stato condannato in via definitiva a quattro anni, nove mesi e 21 giorni di reclusione per associazione con finalità di terrorismo internazionale. Secondo l'accusa, avrebbe fatto parte di una rete che forniva sostegno logistico a formazioni terroristiche algerine. Gasry venne arrestato nel 2004, insieme ad altri stranieri, in seguito a indagini condotte dal Ros e coordinate dalla procura di Napoli dopo gli attentati dell'11 settembre. L'inchiesta riguardava una rete di supporto logistico del Fronte islamico di salvezza (Fis) algerino attiva in Italia tra le province di Napoli, Caserta, Vicenza e Milano.

12:37M5S: sindaca Dorgali annuncia su Fb, sono indagata

(ANSA) - NUORO, 15 DIC - La sindaca di Dorgali (Nuoro) Maria Itria Fancello, del Movimento 5 stelle, è indagata dalla Procura di Nuoro per turbativa d'asta. Lo ha annunciato lei stessa su Facebook, in nome di quella trasparenza richiesta dal suo partito. "Volevo informare i cittadini di Dorgali che mi è stata notificata una richiesta di proroga delle indagini da parte della procura di Nuoro - spiega - a quanto pare, insieme a mio marito, ex dipendente della cooperativa Ghivine, e all'assessore Fabrizio Corrias sono indagata per turbativa d'asta. Per quanto sono riuscita a ricostruire, non ho ricevuto avvisi di garanzia, né ero a conoscenza dell'attività, si tratterebbe della gara di aggiudicazione della gestione dei siti archeologici. Un bando che è stato pubblicato il giorno successivo all'insediamento del nuovo consiglio comunale. Per cui né io, né altri componenti della giunta abbiamo avuto nulla a che fare con la gara, assegnata da un'apposita commissione". "Ho fiducia nella giustizia - prosegue la prima cittadina di Dorgali - e mi sento confortata dal fatto di aver sempre agito per il bene dei cittadini. Ve lo dovevo per quella trasparenza che contraddistingue il MoVimento 5 Stelle. Vi terrò aggiornati." (ANSA).

12:32Brexit: Gentiloni, seconda fase non più facile della prima

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "La seconda fase (dei negoziati sulla Brexit, ndr) non sarà più facile della prima": lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, spiegando che ieri il Consiglio Ue ha "accolto con grande cortesia" la disponibilità espressa dalla premier britannica Theresa May nel suo intervento. Il summit Ue discuterà di Brexit questa mattina, senza la May. Ieri la premier ha "rivendicato la linea con la quale siamo riusciti ad arrivare all'intesa con la Commissione qualche giorno fa", ha spiegato Gentiloni, ribadendo che i leader Ue restano "consapevoli" delle difficoltà della seconda fase.

Archivio Ultima ora