Acquirenti cinesi i protagonisti dei saldi a Londra

LONDRA. – Un fiume di stranieri per lo shopping sfrenato nei saldi al via da ieri nel Regno Unito, e a Londra in particolare dove ‘protagonisti’ quest’anno sono i cinesi, campioni di acquisti insieme con i moltissimi visitatori provenienti dal Qatar e dalla Russia. A causa delle tasse sui beni d’importazione imposte in Cina, lo shopping per i beni di lusso risulta particolarmente conveniente a Londra per i cinesi che si possono permettere un viaggio, i quali possono così acquistare una borsa firmata, per esempio, a un quarto del prezzo che pagherebbero a Pechino o Shanghai. Ecco perché, sottolinea il Telegraph, sono tra gli stranieri coloro che spendono di più nel Regno Unito. Il primato delle transazioni singole più costose è però degli acquirenti provenienti dal Medio Oriente, con il Qatar che spende di più in media per transazione (1.714 sterline, oltre 2.000 euro), seguono gli Emirati (1.372 sterline, oltre 1.600 euro), quindi i cinesi (1.367 sterline). Ma spiccano anche Russia, Nigeria e India, mentre si registra un aumento del 42% anno su anno nelle spese fatte da thailandesi. Più in generale, l’incasso per lo shopping dagli stranieri e di quattro volte superiore a quello dei britannici. E così a Londra ci si attrezza per far fronte alle nuove esigenze: diversi tra i grandi magazzini di fascia alta, tra cui Harrods, hanno cominciato ad assumere commessi che parlano mandarino per meglio assistere i clienti cinesi che, a quanto pare, non amano fare shopping a caso bensì in molti casi arrivano nei negozi muniti di una dettagliata lista per gli acquisti.

Condividi: