Serie B: Palermo campione inverno, Empoli non molla

ROMA. – Vittorie pesanti di Palermo ed Empoli che danno una decisa sterzata al campionato di B, alle cui partite hanno assistito quasi 76.000 spettatori in totale facendo di questo turno la seconda giornata con il maggior numero di presenze dopo la prima giornata (oltre 82.000). Intanto siciliani ed empolesi sono ai vertici, staccati l’uno dall’altro di un punto, della classifica alla fine del girone d’andata. Due successi significativi soprattutto perché maturati contro dirette concorrenti alla promozione: i siciliani hanno battuto in trasferta il Crotone 2-1, mentre i toscani hanno vinto all’Adriatico contro un Pescara reduce da 5 vittorie consecutive e con un uomo in più per quasi tutto il secondo tempo. Non molla terreno anche l’Avellino da questa sera solo al terzo posto solitario in classifica, con 3 punti di vantaggio sugli abruzzesi e 4 sul ritrovato lanciano che acciuffa la vittoria solo al 4/o minuto di recupero. Non approfittano degli scontri diretti in vetta le immediate inseguitrici, con Siena e Varese che si dividono la posta (1-1) e La Spezia che dopo il bel debutto di Devis Mangia una settimana fa deve ora fare i contro con il brutto ko interno (1-4) contro il lanciatissimo Latina. proprio i laziali sono la bella sorpresa delle giornata e il successo li porta nelle zone nobili della classifica, a 30 punti. Raffica di gol (6 in tutto, equamente divisi) anche a Brescia dove i padroni di casa si fanno raggiungere proprio nel recupero da un Trapani mai domo (era andato per due volte in vantaggio). E vittoria nel recupero anche per il Carpi che al 94′ riesce ad avere la meglio dello Juve Stabia, sempre piu’ ultimo in classifica. La copertina della giornata va però a Palermo ed Empoli che vincono soffrendo. I rosanero, alla seconda vittoria di fila, vincono la partita nel primo tempo (due gol in appena 13′ di Hernandez e Lafferty) e poi controllano il ritorno dei padroni di casa che si rifanno sotto con Dezi senza però riuscire a raddrizzare il risultato. Ancora più ‘eroica’ la vittoria dell’Empoli che passa a Pescara che si ferma dopo 10 gare utili e che possono recriminare per un rigore negato e per non aver sfruttato la superiorità numerica per tutto il secondo tempo (espulso Tonelli al 4′ st). Mentre torna a mettersi in evidenza il Latina, che in trasferta rifila 4 gol allo Spezia (non funziona la cura Mangia), sprofonda la Reggina che soccombe (89′) quando pensava a terni di aver portato a casa un buon punticino per la classifica che li vede mestamente al penultimo gradino, distanziati ben 7 punti dalla zona tranquillità. Nel derby emiliano-romagnolo è finita 1-1 tra Cesena e Modena e ora i bianconeri sono in solitudine al settimo posto, davanti al gruppo delle squadre a 30 punti.

Condividi: