Iran, Ayatollah Khamenei contro le chat: “Sono immorali”

TEHERAN – Dopo l’oscuramento dei maggiori social network sul web, in Iran è il concetto stesso di contatto scritto fra uomo e donna sulle chat ad attirare ora gli strali – peraltro apparentemente già insabbiati – della Guida suprema iraniana, l’ayatollah Seyyed Ali Khamenei. Diversi siti di opposizione hanno segnalato un divieto che Khamenei ha fatto calare attraverso il proprio sito internet nella sezione in cui risponde a domande degli iraniani fornendo indicazioni su come comportarsi in casi controversi.