Napolitano: “Antisemitismo è miserabile”

Pubblicato il 27 gennaio 2014 da redazione

ROMA  – Gli insulti e le minacce contro la Sinagoga di Roma e altri luoghi della comunità ebraica sono “una miserabile provocazione”. Parole forti quelle che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sceglie nella celebrazione del Giorno della Memoria al Quirinale riportando la memoria all’attualità. Dal passato al presente, mentre gli ultimi sopravvissuti all’Olocausto diventano sempre meno e conservare il ricordo diventa sempre più importante, soprattutto per i giovani. Napolitano invita a mantenere la “vigilanza contro ogni insorgenza di antisemitismo, comunque camuffato” ma riprendendo un’espressione usata da Renzo Gattegna, presidente dell’Unione delle comunità ebraiche, elenca gli “innocenti e indifesi” e cioè “gli ebrei, i Rom, i Sinti, i disabili, i malati di mente, gli omosessuali”.

A braccio Napolitano fa poi una postilla:

– E io aggiungo anche gli stranieri.

Gli fa eco a distanza il ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge ricordando che “questa giornata è importante e non riguarda semplicemente il passato”.

– E’ una giornata che ci deve mettere tutti di fronte alle nostre responsabilità. Mai abbassare la guardia.

Kyenge parlava a Roma dove per il sindaco Ignazio Marino “ci sono teste vuote che negano la storia: vanno isolate”.

– Anche perchè quanto avvenuto nei campi di concentramento non è un film o una storiella e i racconti di chi ci ha vissuto ci dicono che queste cose sono accadute e che dipende da noi che non accadano più – spiega agli studenti toscani riuniti al Mandela Forum di Firenze il sindaco Matteo Renzi

– Sulla politica potete pensare cosa volete – ha continuato – ma non potete dimenticare che i vostri nonni hanno vissuto una pagina di storia che noi diciamo che non deve più tornare.

Renzi ha detto quindi che il suo modo di pensare è cambiato dopo un viaggio ad Auschwitz con un ex deportato:

– Torniamo a credere che il futuro sarà più bello se lo scriviamo insieme.

Mentre a Napoli il sindaco Luigi De Magistris apre le celebrazioni ricordando Sergio de Simone, bambino vittima della ferocia nazista.

– Il simbolo più atroce è il nazismo che faceva sperimentazioni sui bambini, l’orrore più grande che possa esserci nella storia dell’umanità – ha detto de Magistris -. Dobbiamo ricordare e lo si fa in tutto il mondo perché l’oblio può essere pericolosissimo.

Contro l’oblio a Milano in migliaia visitano il memoriale della shoah, al binario 21, mettendosi in fila dalla mattina.

– La raccomandazione, soprattutto per i giovani, è questa – ha detto il sindaco Giuliano Pisapia -: non voltatevi dall’altra parte, non fate finta di niente, non sorridete neanche davanti al più piccolo sopruso, perché se si accetta un piccolo sopruso, ci sarà sempre un sopruso più grande, senza che ci sia un ripudio di questi comportamenti, e si arriva alla catastrofe dei diritti e purtroppo a quella tragedia che ora stiamo ricordando”.

Quindi quello della memoria è stato il filo conduttore di una giornata di eventi e celebrazioni, in Italia e nel mondo, con protagonisti spesso gli ultimi sopravvissuti all’Olocausto.

“Il dovere della memoria non si conclude col Novecento: oggi tocca alla mia generazione, nata dopo la seconda guerra mondiale, fare tesoro delle testimonianze dei sopravvissuti, difendere la verità storica, e soprattutto educare i giovani a non rimanere mai più indifferenti”, ha detto il premier Enrico Letta, in un messaggio sull’home page del sito del governo.

“Tenere alta la guardia – ha dichiarato ancora – contro ogni forma di antisemitismo, razzismo e discriminazione, ricordare la lezione dei Giusti tra le Nazioni: questi sono i due compiti essenziali che il Giorno della Memoria impone a noi, cittadini italiani ed europei”.

Ma per fare passi in avanti, ha spiegato ancora il presidente della Repubblica Napolitano “le armi della cultura e dell’istruzione” vanno “privilegiate” per opporsi al negazionismo nei confronti dell’Olocausto. Il presidente accennava alla legge che si sta discutendo in Senato e che introdurrebbe il reato di negazionismo. E proprio un “appello ai parlamentari”, è venuto dal presidente della Comunità ebraica Riccardo Pacifici: “prendetevi le vostre responsabilità perché la cosa più vigliacca è non discutere quel documento e soprattutto non votarlo”.

– Io sono convinto che questa legge passerà. Chi nega la Shoah è un antisemita – ha detto Pacifici – che tenta di portare avanti l’idea dello sterminio, che prevedeva la negazione già prima che iniziasse lo sterminio.

Poi ha sottolineato:

– 14 Paesi in Europa hanno già quella legge: non a caso in primis è stata la Germania, l’Austria, poi la Francia. L’Italia di Mussolini, che ha partorito le leggi razziste, che le ha approvate per acclamazione, credo che meriti, almeno come riscatto di onore e di orgoglio, di introdurre quel reato. E questo soprattutto nel momento in cui i sopravvissuti ci stanno lasciando

Ultima ora

11:23‘Our Le Mans’: ecco il docufilm di Cetilar Villorba Corse

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sarà distribuito via web lunedì 18 dicembre Our Le Mans ("La nostra Le Mans"), il docufilm che racconta l'esordio del team Cetilar Villorba Corse alla 24 Ore di Le Mans 2017. Diretto da Nico Fulciniti di JOBDV/Studio, il film sarà visibile collegandosi alla pagina www.cetilarvillorbacorse.com/film all'interno del portale ufficiale del team tutto italiano diretto da Raimondo Amadio che con la Dallara P217 condotta da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi si è classificato nono assoluto e settimo di classe LMP2. Totalmente incentrata sul racconto/resoconto di questo straordinario debutto nella leggendaria ed estenuante gara automobilistica francese, la pellicola è il sequel del precedente "Road to Le Mans", presentato nell'aprile scorso e che raccontava l'evoluzione del progetto Cetilar Villorba Corse dalla nascita fino alla conferma della prima partecipazione avvenuta nel segno del motto distintivo "Italian Spirit of Le Mans" nel giugno scorso.

11:13Moto: varati calendari 2018 minimoto e Civ Junior

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Scatteranno nel fine settimana del 22 aprile il Campionato Italiano Minimoto e il CIV Junior 2018. A poco più quattro mesi dall'inizio dei tricolori dedicati ai giovanissimi della velocità nazionale, sono stati pubblicati i calendari di entrambe le competizioni a ruote basse. Sia nel Campionato Italiano Minimoto che nel CIV Junior si disputeranno due round per ogni weekend, per un totale di 5 tappe e 10 gare a Campionato. Campionato Italiano Minimoto: la prima partenza avverrà nel nuovo impianto di Cervesina (PV), poi si correrà una volta al mese (ad eccezione di agosto mese dedicato al campionato europeo) fino a settembre. Dopo il semaforo verde del 21 e 22 aprile, il secondo appuntamento si svolgerà il 12 e 13 maggio a Castrezzato (BS). Gli impianti di San Mauro Mare (FC) e Contigliano (RI) ospiteranno, rispettivamente il 9-10 giugno e il 14-15 luglio, gare che potranno essere determinanti. Gran finale il 15 e 16 settembre a Jesolo (VE).

11:05Basket: Nba, tonfo inatteso di Boston, corre Houston

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - L'inatteso tonfo casalingo di Boston e la dodicesima vittoria consecutiva di Houston sono i dati salienti della notte Nba, nella quale si sono giocate undici partite. I Celtics hanno dovuto cedere le armi agli Utah Jazz con il punteggio di 107-95. Sonante la vittoria dei Rockets sui San Antonio Spurs, 124-109 (Chris Paul a segno con 28 punti). Vittoria di misura 96-94 dei Memphis Grizzlies sugli Atlanta Hawks di Marco Belinelli, autore di una buona prestazione, segnando 14 punti in soli 21 minuti. Prestazione magnifica invece per Russell Westbrook, ormai tornato quello dei tempi migliori, che ha messo a segno una tripla doppia (27 punti, 17 rimbalzi e 15 assist) trascinando alla vittoria Oklahoma su Philadelphia per 119-117 in una partita allungata fino a 3 overtime. Da segnalare infine la sconfitta dei Clippers con i Washington Wizards per 100-91 e la vittoria di Denver su New Orleans per 117-111.

10:48Ghiaccio: Kostner incanta nel corto ai campionati italiani

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Supera anche le più rosee aspettative Carolina Kostner nella terza giornata di gare dei Campionati Italiani 2018 di pattinaggio di figura. All'Agorà di Milano la campionessa delle Fiamme Azzurre conferma il suo ottimo stato di forma realizzando un eccezionale programma corto da 81.91 punti (42.27 di valutazione tecnica e 39.64 per i components) con cui guida la classifica parziale dell'individuale femminile. E all'Agorà non tradiscono nemmeno gli altri big, attesissimi sul ghiaccio milanese. E' infatti spettacolare, una volta di più, il programma corto di Cappellini-Lanotte (Fiamme Azzurre) che vale al tandem lombardo la testa della classifica parziale nella danza a quota 82.08 (43.60 di valutazione tecnica e 38.48 per i components), con poco più di 5 punti di margine su Guignard-Fabbri (Fiamme Azzurre), secondi con 76.84 (40.64 di valutazione tecnica e 36.20 per i components). Più staccate le altre due coppie in gara, Tessari-Fioretti (Ice Lab) e Moscheni-Fabbri (Ice Lab), rispettivamente terza e quarta.

10:43Dakar: Kamaz rilancia la sfida e punta al 15esimo sigillo

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La categoria dei camion alla Dakar parla russo da quando Vladimir Chagin centrò la prima vittoria nel 2000, ai piedi delle piramidi del Cairo. Da quell'edizione, il dominio di Kamaz è stato interrotto solo tre volte, nel 2007, 2012 e 2016. Con il ritiro dello "zar", avvenuto dopo aver battuto il record di Karel Loprais con un settimo sigillo, la squadra russa si è aperta ad una nuova generazione di piloti. L'erede diretto e campione in carica è Eduard Nikolaev, che si è imposto vincendo per la prima volta all'età di 30 anni nel 2013, come il suo compagno di squadra Airat Mardeev nel 2015. Quest'anno, i due campioni della Dakar saranno accompagnati da un altro giovane, Dmitry Sotnikov, che ha già mostrato grande talento finendo secondo l'anno scorso. L'obiettivo è riconfermarsi per il 15mo titolo. I camion Iveco del Team De Rooy sono stati gli unici a minacciare la supremazia russa nel continente sudamericano e saranno gli avversari più impegnativi.

10:38Vela: Ettorre, Mondiali giovanili orgoglio per federazione

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Il 2017 si chiude con il campionato del mondo giovanile vinto dall'Italia in Cina: un successo atteso, ci credevamo molto, sia sul trofeo a squadre che sull'individuale. Il fatto che abbiamo conquistato 4 medaglie individuali e un trofeo per nazioni per la seconda volta consecutiva ci riempie di orgoglio, un successo che ha dimostrato come la crescita mondo giovanile sia stratificata su tutte le classi". Così il presidente della Federazione italiana vela, Francesco Ettorre, nell'incontro di fine anno con la stampa al termine del Consiglio federale di oggi andato in scena al Salone d'Onore del Coni. "Il bilancio del 2017 è sicuramente positivo - prosegue Ettorre - sia per quello che riguarda la vela agonistica, che per la promozione e i numeri della vela italiana che parlano di una vela in crescita''.

09:51Usa: California, brucia ancora zona a ovest di Los Angeles

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia ancora la zona a ovest di Los Angeles, in California, dove le fiamme - alimentate da forti venti - minacciano ora migliaia di case, mentre migliora la situazione a nordovest della città. L'incendio, soprannominato Thomas Fire, e' il quarto più grande che ha mai colpito la California: i vigili del fuoco sono riusciti finora a domarlo per circa il 35% rispetto al totale dell'area colpita dal 4 dicembre scorso di circa 1.036 chilometri quadrati tra le contee di Ventura e Santa Barbara. Finora l'incendio ha distrutti oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e secondo le autorità potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Giovedì, come e' noto, l'incendio e' costato la vita a un vigile del fuoco.

Archivio Ultima ora