Aerei: Nuove regole Ue su liquidi a bordo

ROMA. – Cambiano le regole per portare liquidi a bordo degli aerei con una stretta per i controlli dei passeggeri in transito e su una serie di prodotti finora esclusi, come le pappe per i bebè. Da oggi, infatti, entreranno in vigore sul territorio dell’Unione Europea (e anche in Norvegia, Svizzera e Islanda) nuove disposizioni per il trasporto di questi materiali in cabina. Ne dà notizia l’Enac, ente preposto alla sicurezza del trasporto aereo, ricordando il regolamento comunitario del marzo scorso, che modifica quella del 2010 e introduce appunto “l’obbligo del controllo, con apposita strumentazione di ultima generazione, dei liquidi (cosiddetti LAG – liquidi, aerosol e gel) di volume superiore ai 100 ml da utilizzare durante il viaggio a fini medici o per un regime dietetico speciale, ivi compresi gli alimenti per neonati che fino ad ora erano esentati, nonché il controllo dei liquidi dei passeggeri in transito, provenienti da Paesi extra Ue, acquistati nei duty free degli aeroporti o a bordo di un aeromobile”. Questi ultimi, ricorda l’Enac, dovranno essere inseriti in un sacchetto di sicurezza (dal bordo rosso) fornito al momento dell’acquisto stesso che conservi all’interno la prova che l’acquisto sia effettivamente avvenuto in quelle aree. Si potranno quindi portare a bordo gli oggetti comprati presso i duty free, ma Enac sottolinea che il sacchetto non potrà essere aperto finché il passeggero non sarà giunto alla destinazione finale. Nel caso in cui il controllo di sicurezza richieda l’apertura del sacchetto da parte dell’addetto e il volo preveda un ulteriore scalo di transito, il passeggero dovrà informare l’addetto alla sicurezza che provvederà, dopo il controllo, a risigillare il sacchetto. Sarà quindi possibile portare a destinazione gli acquisti effettuati nei duty free anche dopo uno scalo intermedio. La nuova normativa continua a prevedere l’esenzione dal controllo dei liquidi e gel di volume inferiore ai 100 ml contenuti in un sacchetto richiudibile di capacità non superiore a un litro. Presso tutti gli aeroporti spiega infine l’Enac, le società di gestione stanno provvedendo a installare cartelli informativi sulle nuove regole di controllo dei liquidi, per indirizzare i passeggeri in possesso di questi verso le postazioni dotate delle attrezzature necessarie al controllo.

Condividi: