Letta nel Golfo, negli Emirati firmati 9 accordi

ABU DHABI. – Nove accordi di collaborazione con gli Emirati. E’ quanto Enrico Letta mette in valigia nella prima tappa, negli Emirati, della sua missione nel Golfo. Due le intese firmate a Dubai, quella tra l’Expo 2015 Milano e L’Expo Dubai 2020, e una dichiarazione di intenti a livello doganale Italia-Eau in vista delle due rispettive Esposizioni Universali. E, ancora, altre sette intese a Abu Dhabi. Ecco in sintesi le altre intese: – Gruppo Cremonini Inalca-Fondo Governativo emiratino Emirates Advanced Investment Gruop per la creazione a Abu Dhabi di una piattaforma tecnologica innovativa per l’importazione e distribuzione di prodotti agroalimentari italiani nel Golfo e in Medio Oriente; – Gruppo Sacecav /Piergiorgio Romiti-Tamas per la cooperazione in gara d’appalto in Italia e negli Emirati per la fornitura di tecnologie, servizi e prodotti per la depurazione delle acque urbane e la protezione ambientale; – Ciriaf di Perugia Masdar Institure e Watergy, lettera di intenti per un progetto comune nel ‘roof cooling’; – Belleli Energy-Zakun Development Company, contratto da 127 milioni di dollari per la costruzione di un serbatoio di petrolio con tetto flottante da 1 milione di barili; – Paramount Hotel-Resort-Alpha tru e Grand Hotel Via Veneto, accordo; – Ministero dei Beni Culturali-Archivio Nazionale degli emirati, collaborazione in campo culturale; – Centro Energie rinnovabili Perugia e Masdar Institure, lettera di intenti per collaborazione; – Energy e Zakum Development company, memorandum di intesa.

Condividi: