Coppa Italia: Lampo di Muriel, primo round all’Udinese

UDINE – Sotto la pioggia che imperversa sul Friuli, è la Fiorentina a partire con il piede giusto: i ragazzi di Montella cercano di imporre il proprio ritmo sin dalle prime battute, mentre l’Udinese fatica a uscire palla al piede. Col passare dei minuti però i ragazzi di Guidolin prendono confidenza, rendendosi pericolosi in ripartenza. Le chance: Vargas libera il sinistro al 24’ ma non trova la porta, Pinzi e Pereyra al 33’ fanno venire i brividi a Neto. Arrivano anche i gol: al 36’ contropiede bruciante dell’Udinese, Widmer serve a Di Natale la sfera dell’1-0. La viola reagisce subito: prima invocando un rigore (tocco di Domizzi con il gomito), poi in allungo con Matri (bravo Scuffet) e infine con Vargas, bravissimo a mettere palla sotto la traversa con un sinistro potente al 44’ (anche se l’Udinese si lamenta per un fallo su Di Natale). All’intervallo è 1-1.

Di Natale rimane negli spogliatoi: al suo posto c’è il portoghese Bruno Fernandes, Guidolin ridisegna l’Udinese con un 4-4-1-1, con Lopez di punta. Il refrain però è quello di inizio partita, con la Fiorentina a menare le danze. Scuffet si salva in angolo sul destro di Joaquin al 55’, mentre è fortunato sulla girata di Matri al 64’. E’ sempre Fiorentina: Vargas di testa da due passi, salva ancora Scuffet. E’ il momento dei cambi: dentro i colombiani Muriel e Cuadrado, Anderson e Badu, e la partita diventa spezzettata. E’ proprio uno dei nuovi entrati a dare lo scossone all’82’: Muriel riceve palla al limite e scocca un destro che bacia il palo e si deposita in rete. E’ il gol-partita, non il gol-qualificazione: per quella bisognerà attendere mercoledì prossimo.

Condividi: