Ramírez: En el país se necesita un equilibrio en materia cambiaria

Pubblicato il 07 febbraio 2014 da redazione

CARACAS. – El ministro para Petróleo y Minería, vicepresidente para el Área Económica y presidente de Petróleos de Venezuela S.A. (Pdvsa), Rafael Ramírez, ratificó este viernes que este año será de crecimiento y de equilibrios necesarios en materia económica.

“Hay elementos y condiciones indispensables para poder desplegar un nuevo orden económico”, resaltó, al instalar el primer Taller de Máxima Eficacia Socialista, dirigida a empresas del Estado.

El también presidente de Petróleos de Venezuela (Pdvsa) apuntó que se requieren equilibrios en materia cambiaria, en la utilización de las divisas del país (provenientes mayoritariamente de la renta petrolera), en la forma en que funciona la economía nacional y en el aspecto productivo.

Ante representantes de 122 empresas públicas, Ramírez señaló: “Todas las estructuras de formación de precios están dislocadas” y de allí la importancia de la Ley Orgánica de Precios Justos, que entró en vigencia el 23 de enero pasado.

Ratificó la importancia de transformar la renta petrolera en una vía para modificar radicalmente el modelo económico, luego de haber logrado su redistribución estos 15 años de revolución para atender las necesidades del pueblo.

“Tenemos que trascender el modelo rentista petrolero y rescatar una categoría del socialismo, que es el trabajo, e ir a una expansión de nuestras fuerzas productivas en todos los órdenes”, enfatizó, en el encuentro realizado en la sede de Pdvsa, en Caracas.

Añadió que Venezuela debe ser capaz de producir sus bienes esenciales y que cuenta con hegemonía en el conjunto de empresas que permitirían hacer la plataforma para dar el salto en el modelo económico.

Al taller contra la guerra económica, que concluirá este sábado, asisten integrantes de empresas del área industrial, manufactura, alimentos, agrícola, entre otros, así como los ministros del área.

Entre los aspectos a abordar están las metas de estas compañías estatales, sus compromisos e impacto en la activación de los 11 motores de la economía identificados por el Gobierno, sus problemas, el apoyo que requieren y la importancia de que sean eficaces para enfrentar la guerra económica promovida por la derecha desde el año pasado.

El también ministro de Petróleo y Minería puntualizó que no hay razones económicas para el deterioro en esta materia sino que, con basamentos políticos, la economía venezolana ha sido atacada por varios flancos: especulación y agresión a la moneda con el surgimiento del llamado dólar paralelo, que genera una fuerte presión inflacionaria; y operaciones de desabastecimiento, acaparamiento y contrabando.

“No vamos a permitir que la ofensiva de la burguesía parasitaria se traduzca en paralización de la economía”, subrayó el vicepresidente para el Área Económica. Enfatizó que el país cuenta con elementos para vencer en esta batalla, en particular en la conciencia, que estimó como una de las principales categorías de una economía socialista.

Tras este taller, se elaborará un diagnóstico a fin de atacar los problemas por sectores y tomar medidas todo el año. Posteriormente, convocarán al sector público y privado para trabajar en conjunto en pro del crecimiento.

Ultima ora

12:11Calcio: Borussia Dortmund, via Bosz e al suo posto Stoeger

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La sconfitta subita in casa sabato scorso, nella 15/a giornata della Bundesliga (per 2-1 contro il Werder Brema), sommata all'ottavo posto in classifica (-13 punti dal Bayern Monaco capolista), è stata fatale a Peter Bosz. L'allenatore olandese, infatti, non è più alla guida del Borussia Dortmund, che ha chiamato l'austriaco Peter Stoeger, ex tecnico di Austria Vienna e Colonia. I gialloneri, che sono stati anche eliminati dalla Champions, non vincono dal 30 settembre scorso (2-1 in trasferta all'Augusta) e sono sprofondati in una profonda crisi. Bosz era arrivato in estate per sostituire in panchina Thomas Tuchel. La notizia del cambio di guida tecnica è stata ufficializzata sull'account ufficiale Twitter del club tedesco.

12:06Travolge passanti con auto: Procura, accusa è strage

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Michele Bordoni, il 27enne che sabato scorso in auto ha travolto e ferito alcuni visitatori del mercatino di Natale a Sondrio, è accusato di strage. Con questa ipotesi a cui si aggiungono resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente, il procuratore di Sondrio Claudio Gittardi e il pm Stefano Latorre, chiederanno al gip la convalida dell'arresto del giovane e il carcere. L'ipotesi di strage è stata riformulata dopo la ricostruzione dell'accaduto da cui è emerso che il giovane avrebbe voluto uccidere "indifferentemente una pluralità di persone". "Ne dovevo ammazzare di più" sono infatti le parole che Michele Bordoni ha pronunciato sabato al momento del suo arresto.

11:51Maltempo:disagi circolazione e treni soppressi in V. d’Aosta

(ANSA) - AOSTA, 11 DIC - La forte nevicata delle ultime 24 ore ha concesso una tregua in Valle d'Aosta, dove tuttavia si registrano alcuni disagi alla circolazione. I treni della mattina sulla linea Aosta-Ivrea sono stati soppressi. Una slavina ha invaso la strada statale 26 a La Saxe (Courmayeur): nessuna auto è stata coinvolta, ma la circolazione è interrotta su quel tratto. La stessa strada statale 26 è chiusa nella parte che porta a La Thuile (località Balme) per la caduta di due piante. Stop alla circolazione per pericolo valanghe anche su alcune arterie regionali: a Rhemes-Saint-Georges, a Valsavarenche (tra Tsan d'Oula a Pont) e a Courmayeur (Val Ferret e Val Veny). Criticità anche ad Aosta sia agli accessi della città che nelle vie centrali ancora innevate.(ANSA).

11:47Maltempo: Veneto, in pianura piove,nevica ancora in montagna

(ANSA) - VENEZIA, 11 DIC - Dopo la nevicata di ieri che ha raggiunto anche le località di pianura, oggi in Veneto l'innalzarsi delle temperature ha portato la pioggia nelle principali città, mentre in montagna nelle ultime ore si è consolidato con nuove imbiancate il manto di neve fresca. Tra sabato e stamane si sono accumulati, secondo le rilevazioni dell'Arpav, 22 centimetri di neve a Malga Losch, a 1.735 metri di quota nelle Dolomiti meridionali, 9 a Cortina, 8 a Sappada, 12 ad Arabba e 16 ad Agordo. Immagine tipicamente invernale anche per l'Altopiano di Asiago, imbiancata da 17 centimetri di neve fresca, ed Enego (20).

11:47Fondi Piemonte: il processo d’appello slitta al 2018

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - E' slittato ai primi mesi del 2018 il processo d'appello per la cosiddetta 'Rimborsopoli degli ex consiglieri regionali del Piemonte. Lo ha comunicato oggi la Corte agli avvocati nel corso dell'udienza di apertura. In primo grado c'erano state dieci condanne e quindici assoluzioni, tra cui quella dell'governatore Roberto Cota. La Regione rimane costituita parte civile per il gruppo di imputati che non hanno indennizzato l'ente. A sostenere l'accusa è il pg Giancarlo Avenati Bassi, che in queste settimane svolge incarichi di consulenza alla Commissione di inchiesta sul sistema bancario.(ANSA).

11:43Milan: Fassone, preoccupati da classifica non da Uefa

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Mi aspetto che dicembre sia un mese complicato. I cambi di allenatore non producono risultati a breve. A fine campionato sapremo se è stata fatta la scelta giusta". Così Marco Fassone, ad del Milan. "Siamo preoccupati dal ritardo in classifica - fa notare -. La situazione con l'Uefa? Stiamo facendo un tentativo per arrivare al patteggiamento volontario, per saldare le violazioni degli anni precedenti. Il nostro sarebbe il primo 'voluntary agreement', ma è difficile rispettare i parametri, perché un paio di richieste sono impossibili. Se il verdetto è basato sull'impossibilità di soddisfare queste richieste sarebbe inquietante". "La squadra - sottolinea Fassone - ha un bel rapporto con Gattuso e non credo che i cinesi abbiano intenzione di lasciare il Milan:ßhanno fatto un investimento mostruoso, di oltre un miliardo. Gli acquisti dell'estate? Li rifarei tutti, ma possiamo aver commesso un paio di errori". "La società ha un debito di 120 milioni, relativamente basso, lo possiamo restituire a ottobre", conclude.

11:39Maltempo: neve in tutto l’Alto Adige

(ANSA) - BOLZANO, 11 DIC - Dalla scorsa notte sta nevicando in tutto l'Alto Adige. In Bassa Atesina si registrano attualmente tra i 15 e i 20 centimetri di neve. Nel corso della giornata, comunque, il limite delle nevicate salirà a 1500-2000 metri. Gli apporti maggiori sono attesi nelle zone meridionali, come la zona dell'Ortles. Praticamente tutte le strade in Alto Adige sono innevate e nei centri urbani il traffico è molto intenso, non si registrano però grosse difficoltà alla viabilità.

Archivio Ultima ora