Renzi verso il governo, ora faccio rivoluzione radicale

Pubblicato il 13 febbraio 2014 da redazione

ROMA. – Lo spazio per la poesia di Matteo Renzi finisce nella citazione di Robert Frost con cui, in direzione, imbocca la strada stretta del governo: “Trovai nel bosco due strade di fronte a me, scelsi la meno battuta”. Ora il rottamatore riprende la sua corsa “con il vento in faccia”. Con l’obiettivo di bruciare le tappe per far dimenticare un’operazione che, ne è consapevole, tra la gente è vista come manovra di Palazzo. Già nei primi giorni della prossima settimana, il sindaco punta a entrare in carica con una squadra che, assicurano i suoi, sarà “di altissimo profilo” per realizzare quella “rivoluzione radicale” con cui punta a dimostrare che ne è valsa la pena correre il rischio. In dieci anni, l’enfant prodige della politica è diventato da ambizioso presidente della Provincia di Firenze a prossimo presidente del consiglio. “Se non avessi rischiato ora sarei al secondo mandato da presidente di Provincia”, rilancia l’azzardo, davanti al Parlamentino dem. Ammettendo “un’ambizione smisurata” non solo sua ma di tutto il Pd che, per interessi e motivi contrapposti, si è allineato al leader, lasciando Civati nel ruolo di minoranza e unico oppositore del nuovo governo. Ma se la sinistra interna spera in un trasloco del rottamatore a Palazzo Chigi per riprendere la guida del partito ha sbagliato i conti: Renzi ha già fatto sapere ai suoi che per almeno un anno resta lui a capo del partito, “come si usa nelle democrazie europee”, è la versione ufficiale. In realtà per azzerare un possibile contraltare interno all’azione di governo. A largo del Nazareno, in realtà, giurano in molti, il premier in pectore si farà vedere poco. “Al governo Matteo farà subito i fuochi di artificio, provvedimenti concreti e molto popolari”, assicurano i fedelissimi. Taglio del 10 per cento dei costi dell’energia per le piccole imprese, aumento delle rendite finanziarie per ridurre l’Irap del 10% per cento, un “poderoso” programma di sburocratizzazione, dalla fatturazione elettronica ai pagamenti elettronici, taglio dei costi della politica e scure sulle pensioni d’oro: così Renzi punta a recuperare subito la popolarità perduta, stando ai sondaggi, e a cominciare a costruire, come confida su twitter al termine della sua giornata più lunga, “un paese semplice e coraggioso”. Il fattore tempo è per il prossimo presidente del consiglio la dimostrazione della sua alterità rispetto a chi ha governato prima di lui. Ma nella corsa ad ostacoli che il segretario Pd si accinge a fare non sarà solo. Al di là dell’inner circle, composto da Luca Lotti, Lorenzo Guerini, Maria Elena Boschi e, a a Firenze, Marco Carrai, Renzi punta a circondarsi di una squadra di ministri di grande spessore. “La squadra l’ha già in mente”, assicurano i renziani che però non vogliono togliere l’effetto sorpresa dell’annuncio. (Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora